Header Ads

Vernici tossiche: cosa sono e come intervenire.

Le vernici costituiscono una fonte importante di inquinamento dell'aria indoor, sia perché contengono sostanze chimiche che evaporano facilmente all'aria, sia perché rivestono anche grandi superfici.
La maggior parte delle vernici convenzionali e dei prodotti di rifinitura è una fonte di emissione di composti organici volatili (VOC), tra cui formaldeide, benzene, toluene, ecc., che possono essere presenti con la funzione di solventi, diluenti ecc. o per aumentare le prestazioni del prodotto.

Le vernici possono contenere e rilasciare anche altre sostanze odorose, tossiche, o componenti indesiderati, quali i pesticidi e alcuni tra i metalli pesanti più pericolosi per la salute umana (piombo, cadmio, cromo, mercurio, arsenico e titanio).


Non bisogna però farsi prendere dal panico. Attualmente esistono sul mercato tutta una serie di prodotti naturali i quali sono privi di tali pericoli per la salute.

Per esempio, le vernici a basso contenuto di solventi organici garantiscono una maggiore sicurezza rispetto alle vernici a base di solventi, per una minore tossicità ed infiammabilità.
Esse sono generalmente più sicure da maneggiare e possono essere lavabili con acqua, riducendo i rischi per la salute e minimizzando la pericolosità dell'eventuale rifiuto.

La vernice, detta anche pittura o smalto se contiene pigmenti colorati, è in sostanza composta da:
  • una sostanza filmogena (oli siccativi, resine naturali, polimeri e policondensati, esteri della cellulosa, bitumi ecc.) in grado di formare una pellicola sottile e trasparente elastica sulla superficie che la riceve.
  • un solvente (idrocarburi, alcoli, eteri ecc.), ovvero un liquido che scioglie e rende fluida la sostanza di cui sopra e che vi è contenuta o in soluzione oppure in dispersione che, una volta evaporato, dà origine alla pellicola protettiva.
Ed è proprio la massiccia presenza di idrocarburi nelle vernice tradizionali rende queste ultime tossiche.

La soluzione più adottata per contenere la tossicità delle vernici è quella di utilizzare le moderne vernici ad acqua.

Interessante è il confronto fra i solventi dei prodotti tradizionali ed i solventi dei prodotti a base acquosa. Da questo confronto si evince ad esempio che le caratteristiche chimico fisiche dei prodotti a base acquosa hanno un tasso di evaporazione molto inferiore a quello dei prodotti tradizionali a solvente. Inoltre, durante le fasi di spruzzatura, tendono a rimanere nel particolato, per cui sono più facilmente abbattibili attraverso adatti dispositivi di protezione individuale. Il solvente preponderante nei prodotti a base acquosa è l’acqua in una percentuale variabile fra il 40% ed il 50%, mentre altri solventi contribuiscono per il 10-15%. Per dirla in parole povere, maggiore è l'acqua che fa da solvente e minori sono le sostanze inquinanti rilasciate nell'aria dalle vernici asciutte.

Qual è la soluzione migliore nella lotta contro le vernici tossiche?

La soluzione consiste nello scegliere le vernici biologiche, capaci di coniugare le stesse funzionalità estetiche con la cura per la persona e la prevenzione dell'inquinamento indoor.

Tutte le vernici ecologiche, che si possono comprare nei tradizionali ferramenta, devono esporre nella confezione il loro Eco Label, che è un marchio disciplinato dal Regolamento CE n°66 del 2010 e che certifica la qualità della vernice.

Oltre all'essere ecologiche, queste vernici sono anche molto pratiche. Sono infatti molto traspirabili, quindi facilitano il passaggio dell'umidità evitandone le macchie; si adattano perfettamente al muro sulle quali sono utilizzate: essendo vegetali, veicolano molte sostanze chimiche che si uniscono alla calce saldamente e, infine, gli oli vegetali vengono assorbiti dal muro per aumentarne la capacità idrorepellente; sono più efficienti: per un metro quadrato servono meno litri di vernici ecologiche rispetto quelle tradizionali; si asciugano velocemente e non occorre lasciare inutilizzata la stanza per 24 ore, visto che si tratta pure di elementi inodore.

Perché, in fin dei conti, la soluzione migliore è quella di ritinteggiare e... scegliere il MEGLIO.

Autore Marco Sarto





VUOI RIDIPINGERE UNA PARETE O UN EDIFICIO INTERO? DESIDERI AVERE DEI PREVENTIVI GRATUITI PER POTER SCEGLIERE IN LIBERTÁ QUANTO VUOI SPENDERE?

CHIEDICI UN PREVENTIVO, GRATUITO


I PROFESSIONISTI DELL'EDILIZIA.


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.