Header Ads

Confermata la maxi detrazione del 65% per la riqualificazione energetica degli immobili per il triennio 2016-2019



In tempi di crisi sono di fondamentale importanza tutti i segnali capaci di rialzare il volume di affari del mondo edile. 

Importante in questa direzione è il mantenimento del maxi "EcoBonus" per la riqualificazione energetica degli immobili, fissato al 65% per tutto il triennio 2016-2019.

Il governo non ha voluto rendere ancora noto se l'ecobonus troverà conferma pure in un periodo successivo al triennio suddetto, ma la norma riveste già notevole importanza e benefico effetto.

Da un lato si vuole evitare che la gente possa posticipare all'infinito la realizzazione delle riqualificazioni edilizie a causa della certezza della sussistenza dei contribuiti, dall'altro si cerca di spingere le famiglie a compiere questo sforzo economico dando un forte contributo alla valorizzazione dell'immobile e alla modernizzazione del sistema paese.

Il mercato di oggi dà segnali chiari e precisi: gli immobili che resistono al deprezzamento dovuto alla contrazione del 2008 sono quelli maggiormente qualificativi dal punto di vista della loro sostenibilità ambientale e del loro isolamento energetico.

Questa la convenienza per il privato: riqualificando la propria abitazione si potrà fare in modo che essa non scenda di valore, rientrando così nelle quotazioni degli immobili dell'era antecedente alla crisi del mattone.

Un investimento dunque che sarà per larga parte a carico dello stato, che assicurerà una soglia di detraibilità fiscale del 65% sull'intero imponibile di spesa. 

Chiaro è l'intento di questa manovra da parte dello stato italiano: far ripartire l'economia edile e dare una spinta alle quotazioni del nostro paese nel raggiungimento di tutti i vari obiettivi ecologico-sostenibili.

Facciamo alcuni esempi di detrazione, così da dare un'idea più concreta dell'azione di tale riforma.


La riqualificazione totale di un edificio può essere detratta per lavori fino ad un massimo di 100.000 Euro di detrazione. 
La sostituzione degli infissi, la coibentazione di soffitti e pareti e la schermatura solare arrivano fino ad un massimo di detrazione pari a 60.000 Euro.

La sostituzione della vecchia caldaia con una nuova a condensazione o a biomassa, è possibile fino ad un tetto massimo di detrazione pari a 30.000 Euro

Il limite di 30000 euro vale anche per gli impianti geotermici e alle pompe di calore. Leggi anche: Riscaldamento dalla terra: i vantaggi della geotermia

Per l'installazione di un impianto solare termico l'ecobonus permette di avere detrazioni fino a 60.000 Euro.

Un bel affare per chi deve modernizzare la sua casa.. o anche solo per chi è indeciso sul da farsi. Il tempo corre, ed essendoci solo altri 3 anni per usufruire di questo maxi bonus è meglio non farsi trovare impreparati.

Autore Marco Sarto





VUOI POTER USUFRUIRE DEL MAXI ECOBONUS VALIDO PER TUTTO IL TRIENNIO 2016-2019 MA NON SAI COME FARE?

CHIEDICI UN PREVENTIVO, GRATUITO.. NOI TI POSSIAMO AIUTARE.


I PROFESSIONISTI DELL'EDILIZIA!



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.