Header Ads

Contabilizzatori di calore per i condomini saranno obbligatori da fine 2016

contabilizzatori-di-calore

A partire dal 31 dicembre 2016, condomini e singole unità immobiliari saranno obbligati a installare i contabilizzatori di calore. 


A prevedere tale rivoluzione in termini di ricalcolo nelle spese energetiche delle singole unità abitative è il testo del decreto Decreto Legislativo correttivo del D.lg 102/2014 di recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri del 14 luglio 2016.

Cosa sono i dispositivi di termoregolazione e contabilizzazione del calore?


Sono degli apparecchi elettrici che verranno installati nei termosifoni o vicino alle fonti di calore principale dell'appartamento: essi sono in grado di quantificare l'effettivo consumo energetico e una volta installati sui singoli radiatori, calcolano il calore effettivamente consumato.

Alla base di questa normativa sta la volontà del legislatore di sensibilizzare i condomini sull'effettivo consumo di calore (e dunque di energia) che serve per la loro abitazione e la volontà di una divisione diversa delle onerose spese di riscaldamento condominiali.

Con l'entrata in vigore della nuova normativa si avrà una divisione della spesa energetica totale del condominio non più per il numero di appartamenti ma per quote di consumo, andando così a premiare gli appartamenti efficienti energeticamente i quali si vedranno recepire bollette sempre meno salate.

E’ possibile però derogare a tale prescrizione se si provano differenze di fabbisogno termico tra le unità immobiliari del condominio superiori al 50%.

In tal caso sarà possibile suddividere l’importo complessivo tra gli utenti finali attribuendo una quota di almeno il 70% agli effettivi prelievi volontari di energia termica.


Di notevole entità sono le sanzioni per chi non si adegua alla normativa.


Premesso che la normativa attribuisce la responsabilità del rispetto dell'installazione dei contabilizzatori di calore ai proprietari dei singoli immobili, le sanzioni ai quali essi andranno incontro vanno dai 500 ai 2500 euro.

Unica scappatoia prevista dalla legge per derogare all'obbligo di installazione dei contabilizzatori è data dalla presenza di queste circostanze di fatto:
  • l’installazione del contatore individuale non è tecnicamente possibile, 
  • non è efficiente in termini di costi,
  • non è proporzionata rispetto ai risparmi energetici potenziali.
La normativa, che come abbiamo visto recepisce una direttiva europea, ha dalla sua la forte spinta al risparmio e alla ristrutturazione edilizia: i vantaggi di un maggiore risparmio sono notevoli, sia in termini di bilancio famigliare e sia in termini di bilancio green nel fabbisogno di energia globale delle nostre città (una delle voci, quella legata al riscaldamento degli edifici, che più pesa nell'elenco nell'elencazione dell'inquinamento totale).

Autore Marco Sarto


LA TUA CASA HA BISOGNO DI QUALCHE RITOCCO MA NON SAI A CHI RIVOLGERTI?



Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici sui social utilizzando i pulsanti qui sotto.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.