Header Ads

Ristrutturazione edilizia... Quali i permessi necessari, caso per caso


Le ristrutturazioni edilizia fanno parte della normale vita di una costruzione edile: anche la più salda delle strutture, infatti, una volta che viene sottoposta al logorio dato dal passare del tempo, ha bisogno di ritocchi più o meno invasivi.

VEDIAMO ORA QUALI SONO I PERMESSI NECESSARI PER RISTRUTTURARE, CASO PER CASO, LA PROPRIA ABITAZIONE.

Al primo posto di questa speciale classifica troviamo i lavori di EDILIZIA LIBERA, per i quali non è necessaria alcun permesso per l'inizio dei lavori.

Tra questi troviamo:

  • le manutenzioni ordinarie, ovvero tutti quei lavori che rientrano nella definizione di cui all'art. 31 della legge 457\1978 ("le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti"). In essa si ritrovano dunque i lavori più comuni quali la tinteggiatura, la pavimentazione, il rifacimento dell'impianto elettrico o tubature, caldaie (per quest'ultima voce è pero necessario controllare per bene il regolamento comunale perché alcuni comuni richiedono la dichiarazione cosiddetta SCIA (vedi poi) per l'inizio dei lavori. 
  • la eliminazione di barriere architettoniche, esclusa la realizzazione di interventi che alterino la sagoma dell’edificio.
  • alcuni interventi legati all'attività agricola: movimenti di terra pertinenti all’esercizio agricolo, pratiche agro-silvo-pastorali, serre mobili stagionali sprovviste di strutture in muratura e funzionali allo svolgimento dell’attività agricola.

Per altri tipi di ristrutturazioni si richiede una DICHIARAZIONE DI INIZIO LAVORI CIL o CILA, che trova la sua fonte normativa nell'articolo 6 del Testo Unico per l'Edilizia (Dpr 380\2001).
  • Manutenzione straordinaria consistente nella realizzazione di opere per «rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonchè per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso». 
  • Opere dirette a soddisfare esigenze contingenti e temporanee immediatamente rimosse al cessare della necessità.
  • Pavimentazione e finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dal regolamento urbanistico comunale.
  • Pannelli solari, fotovoltaici e termici, senza serbatoio di accumulo esterno.
  • Aree ludiche senza fini di lucro.

Si richiede la SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ per i lavori di:

  • Restauro e risanamento conservativo: "il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio».
  • Ristrutturazione edilizia: Comprendono ripristino o sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell’edificio, eliminazione, modifica e inserimento di nuovi elementi e impianti.

La SCIA ha sostituito la DIA per la maggior parte dei lavori, rimanendo comunque la DICHIARAZIONE DI INIZIO LAVORI il canone residuale per tutte le fattispecie non tassativamente elencate nel Testo unico per l'Edilizia.

La dichiarazione di inizio lavori richiede un periodo di 30 giorni dall'emanazione per l'entrata in vigore della sua validità ( e, dunque, per consentire l'effettivo inizio dei lavori).

Inoltre, resta il permesso di costruire in tutti i casi di cui all'art 10 del Testo Unico per l'Edilizia quali:
  • Costruzione di nuova realizzazione.
  • Ristrutturazione urbanistica.
  • Ristrutturazione edilizia che porti a un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente, o aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici, o mutamenti della destinazione d’uso.

Autore Marco Sarto


HAI DEI LAVORI EDILI DA FARE MA NON SAI A CHI RIVOLGERTI?

CHIEDICI UN PREVENTIVO, GRATUITO

WWW.STARBUILD.IT

I PROFESSIONISTI DELL'EDILIZIA

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici sui social utilizzando i pulsanti qui sotto

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.