Header Ads

Appalti e gare Mepa, è una valida soluzione?

Oggi più di ieri sentiamo parlare di gare e appalti, oltre che per le vicende di corruzione ormai note, anche per la riforma sugli appalti che tanto sta a cuore alle imprese di tutta Italia. Tuttavia nonostante si senta molto parlare di gare e appalti pubblici, nessuno o troppo pochi parlano del portale Mepa.



Il portale Mepa, Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione

Istituito nel lontano 2003 il portale Mepa è un portale gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze con lo scopo di mettere in contatto la Pubblica Amministrazione con le imprese che operano in Italia per l’affidamento di lavori e servizi pubblici.
Il sistema è molto semplice le aziende mettono in vendita i prodotti o i servizi e le pubbliche amministrazioni acquistano. In pratica è un vero e proprio mercato virtuale.

Il Mepa è una valida soluzione?

Per rispondere a questa domanda bisogna per un attimo pensare alla situazione Italiana. In un Paese falciato dalla crisi, nel quale dal 2008 ad oggi migliaia di aziende sono state costrette a chiudere i battenti per la mancanza di lavoro o per i mancati pagamenti da parte delle istituzioni. In un Paese in cui la riforma sugli appalti ha causato il blocco dei lavori pubblici e la posticipazione di progetti e gare d’appalto. In questo stesso Paese c’è un sistema che fino a ieri le pubbliche amministrazioni snobbavano in quanto “troppo innovativo” e che oggi risulta invece l’unica salvezza. Il sistema si chiama Mepa (mercato elettronico della pubblica amministrazione) ed attualmente è l’unica soluzione valida che permette alle Pubbliche Amministrazioni di effettuare affidamenti, gare ad invito, gare aperte, ordini diretti di acquisto.

Appalti e lavori per le aziende

Il Mepa è attualmente lo strumento più utilizzato dalle Pubbliche Amministrazioni per l’affidamento degli appalti, di conseguenza, c’è un forte interesse da parte delle aziende di prenderne parte. Ciò nonostante le istituzioni e i mass media non stanno pubblicizzando in alcun modo il sistema, forse per il grande vantaggio che hanno attualmente le aziende che ne sono già all’interno. Per far capire bene questo vantaggio vi esponiamo un dato significativo riguardante le operazioni effettuate nell’anno 2016, il numero è impressionante, una media di quasi 600.000 operazioni al mese effettuate da parte delle Pubbliche Amministrazioni (RDO, Trattative dirette, Ordini diretti).
Il Mepa rappresenta dunque una enorme fonte di lavoro alla quale tutte le aziende italiane possono e devono prenderne parte così da risollevare l’economia del Paese.


Le gare d’appalto nel Mepa

Nel portale Mepa le gare d’appalto sono identificate con il termine di RDO, ovvero Richiesta di Offerta. Queste possono essere di 2 tipi:
-          - Gare aperte
-          - Gare ad invito
La differenza sta nel termine stesso, infatti, alla gara aperta possono partecipare tutte le aziende abilitate al portale Mepa che rispettino i requisiti indicati nei documenti di gara, mentre per la gara ad invito possono partecipare solo le aziende invitate dalla Pubblica Amministrazione che ha indetto la gara.


I tipi di appalti presenti nel Mepa

Gli appalti nel Mepa sia aperti che ad invito sono inseriti nelle varie categorie di appartenenza, abbiamo dunque appalti per la manutenzione edile degli edifici, per la manutenzione impiantistica, ma anche per i servizi di pulizia, per smaltimento rifiuti…
Ogni azienda può partecipare a questi appalti (RDO) purché abilitata per la categoria di riferimento. L’abilitazione ufficiale si ottiene dopo aver concluso positivamente tutto il processo di richiesta

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.