Header Ads

Realtà virtuale il futuro nei settori edili dell'ingegneria e dell'architettura

Alcuni dei ponti più conosciuti al mondo potrebbero essere controllati da esperti della sicurezza ubicati a migliaia di chilometri di distanza se la ricerca che utilizza il visore a realtà mista HoloLens di Microsoft avrà successo.
Gli ingegneri dell'Università di Cambridge hanno avviato prove iniziali per capire se gli ispettori delle costruzioni potranno utilizzare HoloLens per individuare crepe potenzialmente pericolose in ponti senza dover visitare fisicamente il sito.
Secondo Microsoft, i lavoratori in loco possono fare foto della struttura usando fotocamere digitali a riflessione monocelica (DSLR) per poi caricarle in un servizio cloud come Microsoft Azure. Gli esperti della sicurezza potranno quindi visualizzare tali immagini, che sono state “cucite” insieme, ruotarle, eseguire zoom avanti e indietro del ponte e "camminare" intorno ad esso da qualsiasi parte del mondo usando HoloLens.


Realtà virtuale il futuro nei settori edili dell'ingegneria e dell'architettura
User Rating: 4.4 (12 votes)

Realtà virtuale vantaggi tangibili


Utilizzare la tecnologia di Microsoft risulterebbe più economico e più veloce che inviare un ispettore a visitare il sito; allo stesso tempo, essendo in grado di migliorare alcune parti dei ponti, potrebbe anche condurre a conclusioni più precise. Ciò potrebbe significare meno riparazioni su larga scala, mantenendo i ponti aperti più a lungo e riducendo i ritardi e la congestione del traffico.

I test sono parte di una collaborazione tra il Laboratorio di Information Technology  dell'Università di Cambridge (CIT) e Trimble, una società con sede in California che fornisce tecnologie per le industrie edilizie, geospaziali, agricole e di trasporto. Il Trimble Sponsorship Program, che fornisce finanziamenti e competenze, mira a creare una tecnologia che migliorerà la sicurezza, ridurrà i costi e aumenterà l'efficienza nel settore delle costruzioni.
"Il settore edilizio è in rapida trasformazione come conseguenza della rivoluzione nell'ingegneria digitale", ha affermato il dottor Ioannis Brilakis, docente preso la Laing O'Rourke, direttore del Laboratorio CIT dell'Università di Cambridge. "L'università ha un ampio portafoglio di progetti di ricerca che mirano a risolvere i problemi nel settore delle costruzioni".
"Questa eccitante collaborazione con Trimble ci permetterà di lavorare insieme per portare avanti la nostra agenda per lo sviluppo di nuovi strumenti e tecnologie trasformatorie così da creare un settore edilizio molto più sicuro e più produttivo e contribuire a costruire l'infrastruttura su cui dipende il benessere della società”.


Nuove frontiere 

Gli ingegneri dell'università hanno anche analizzato se HoloLens può essere utilizzato per consentire alle aziende edilizie di tenere traccia del lavoro durante la costruzione di case e uffici e se il dispositivo può aiutare i costruttori, riducendo la necessità di riferirsi regolarmente ai progetti.
Aviad Almagor, direttore del Programma di Realtà Mista a Trimble, ha dichiarato: "L'Università di Cambridge è un'istituzione educativa di fama mondiale ed è stata un'esperienza affascinante collaborare con l'università e Microsoft, utilizzando HoloLens per immaginare il futuro del settore dell’architettura, ingegneria ed edilizia. Questa iniziativa ci ha aiutato a dar forma alla prossima frontiera della tecnologia all'interno del settore - soprattutto in settori quali l’edilizia, dove l'IT è stata tradizionalmente inutilizzata. In Trimble siamo entusiasti del potenziale che ha la realtà mista di trasformare questa industria, e la collaborazione con Cambridge e Microsoft non è che l'inizio".
Piuttosto che mettere gli utenti in un mondo completamente isolato generato dal computer, come fa la realtà virtuale, HoloLens presenta una realtà mista che permette all'utilizzatore di inserire modelli 3D digitali nello spazio fisico. 



Poiché il prodotto basato su Windows 10 è completamente autonomo e non richiede una connessione a un telefono o a un PC, gli utenti possono camminare attorno agli oggetti creati e interagire con essi utilizzando gesti, sguardo e voce.
HoloLens è stato lanciato nel Regno Unito il 12 ottobre 2016, con spedizioni dei dispositivi da fine novembre. Ad oggi, la NASA ha utilizzato HoloLens per ricreare Marte nei propri uffici, consentendo agli scienziati di condurre virtualmente le operazioni sul pianeta rosso. Nel frattempo, Trimble ha lanciato un'estensione a realtà mista di SketchUp e il Thyssenkrupp Elevator utilizza HoloLens per supportare gli ingegneri.

Scopri di più a proposito di HoloLens su www.microsoft.com/microsoft-hololens/en-gb

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.