Header Ads

Tetto: pendenza minima delle falde



La pendenza minima di un tetto dipende da molteplici fattori, come la tipologia del manto e la geolocalizzazione dell’edificio, scopriamoli tutti…

copertura a falde
La copertura di un edificio è individuata dalla parte superiore più estrema di un edificio, ha lo scopo di:
- proteggere la costruzione e gli ambienti interni dagli agenti atmosferici, come piogge, neve, etc.
- opporsi alle sollecitazioni generate da neve e vento.
- diminuire le dispersioni termiche dell’edificio.
Le coperture, in genere, presentano una pendenza media variabile tra il 30 e il 40%. Questo valore va ad aumentare nel caso in cui la copertura venga posta in opera in zone particolarmente fredde, con probabilità di accumulo di neve maggiore, come le località montane. Va a diminuire, invece, nel caso in cui la copertura venga posta in opera in zone con clima particolarmente mite, come litorali o pianure.

Tipologie di tetto e caratteristiche
La pendenza delle falde determina la tipologia di tetto, infatti:

Il tetto piano: ha una pendenza minima atta a garantire il normale deflusso dell’acqua piovana, permettendo quindi di evitare problematiche dovute a ristagno di liquidi. Generalmente presenta una pendenza minima del 2%.
Le coperture piane possono essere praticabili o non. Sulla base delle necessità di praticabilità il pacchetto di copertura richiede una diversa stratigrafia, in quanto, come già evidenziato, questo sistema di copertura, presenta numerose problematiche.
In fase di realizzazione, è necessario prevedere i seguenti strati:
- strato di impermeabilizzazione: realizzato mediante l’impiego di membrane o di prodotti sfusi.
- strato di pendenza: realizzato mediante la messa in opera del massetto ed ha uno spessore minimo di 3-5 cm;
- strato di separazione: generalmente realizzato mediante la posa di TNT;
- strato di isolamento termico: generalmente realizzato con la posa di pannelli rigidi di materiale isolante;
- barriera al vapore: impedisce la formazione di condensa, tra lo strato portante e l’isolamento termico ,dovuta al vapore che risale.
- strato portante.
stratigrafia tetto piano
Esempio di stratigrafia copertura piana

copertura piana


Il tetto a falde: presenta diversa conformazione geometrica in base al numero di facce inclinate da cui è formata, le più utilizzate, sono quelle ad una falda, a due falde o a padiglione (quattro falde).
tipologie di tetti a falde

La pendenza e la stratigrafia di questo tipo di copertura variano in base alla tipologia costruttiva (legno, acciaio, latero-cemento, etc.) e al manto di copertura scelto.
In base alla tipologia di manto è possibile determinare la pendenza minima grazie a questo semplice grafico:



tipologia
Pendenza minima
Coppi del tipo »agganciati«
ca. 20°
ca. 36%
»Lose« di pietra, »scandole« di legno
ca. 17°
ca. 31%
Coppi e tegole tipo marsigliese e portoghese
ca. 13°
ca. 23%
Lastre in fibrocemento
ca. 13°
ca. 23%
Lamiera o simili
ca. 6°
ca. 11%

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.