Header Ads

Placcaggio delle murature: tecnica per il consolidamento e l’adeguamento sismico

Il placcaggio delle murature è una tecnica di confinamento utilizzata nelle ristrutturazioni e negli adeguamenti sismici, scopriamo come si esegue, le tipologie, i materiali impiegati ed i vantaggi…

Molto spesso i materiali da cui sono composte le murature posseggono basse caratteristiche meccaniche, per questo, di frequente, si interviene con un processo di confinamento: il placcaggio.
Questa tecnica di consolidamento delle murature viene utilizzata nel caso in cui gli elementi verticali da ripristinare risultino incoerenti, gravemente danneggiati e sui quali risulti senza effetto intervenire con altre tecniche. 

Questo tipo di lavorazione risulta efficace solo se viene applicata ad entrambe le facce della muratura e solo se sono posti in opera dei diatoni artificiali, con tiranti in acciaio zincato, all’interno che facciano da collegamento trasversale tra le reti.
Le reti sono in genere spruzzate con malta di calce, di uno spessore di circa 4 cm, che una volta asciutto viene coperto con circa 2 cm di intonaco di finitura.
Vi starete chiedendo: Perché non sempre le reti vengono spruzzate con malta di calce?
Come verrà descritto, in seguito, in commercio ci sono diverse soluzioni per eseguire il placcaggio delle murature. In particolare, nel caso di murature a faccia vista, il placcaggio viene eseguito senza ricoprire con rete e malta la parete faccia vista, viene infatti realizzato un reticolo sfruttando lo spazio creato dai giunti.
Placcaggio murature a "facciavista"
(Fonte: pinterest.com)


Come si esegue il placcaggio di una muratura?

Sezione muratura da consolidare
(Fonte: Università degli studi di Bergamo)
Per eseguire il placcaggio di una muratura, intervenendo su entrambe le facce, bisogna:
- Mettere a nudo la muratura provvedendo alla rimozione dell’intonaco cementizio presente.
Sezione muratura senza intonaco
(Fonte: Università degli studi di Bergamo)

- Posare la rete (in acciaio o in materiale polimerico fibrorinforzato) alla muratura, mediante l’utilizzo di barre iniettate all’interno della muratura. Le reti, ovviamente, non hanno le dimensioni per coprire tutta la lunghezza dei muri, per questo, i diversi tratti quando interrotti, vengono raccordati mediante sovrapposizione per mantenere continuità.
Le barre iniettate all’interno della muratura possono essere di due tipi: Passanti se trapassano la muratura andando a collegare trasversalmente le due reti. 
Per l’iniezione delle barre nella muratura, in genere viene creato un buco, in cui vengono inserito un collante e una barra di metallo. 
- creare il primo strato di intonaco, di malta di calce idraulica, questo in genere viene spruzzato con appositi macchinari, fino a formare uno spessore di 3-4 cm.
Sezione muratura dopo la posa di rete, barre e malta di calce
(Fonte: Università degli studi di Bergamo)

- una volta asciugato lo strato precedente viene steso un ultimo strato di intonaco di finitura, in malta di calce, dello spessore di 1,5 – 2 cm.
Sezione muratura dopo posa intonaco di finitura
(Fonte: Università degli studi di Bergamo)

 Tipologie di placcaggio muratura

- Intonaco armato
Come già descritto, nella maggior parte dei casi, il placcaggio di una muratura viene eseguito, con la tecnica dell’intonaco armato assicurando alla muratura una rete, sia questa in acciaio elettrosaldato o in polimero fibrorinforzato, coperta da malta di calce ed intonaco di finitura.
Questo intervento permette di ottenere un miglioramento strutturale omogeneo e diffuso, con elevate caratteristiche meccaniche, di duttilità, di durabilità e con basse rigidezze.
Intonaco armato
(Fonte: fibrenet.it)

- Ristilatura armata dei giunti.
Questa tecnica viene impiegata nei restauri di edifici facenti parte del patrimonio architettonico Italiano, in quanto, permette di preservare le murature faccia vista.
Permette di ottenere un efficace confinamento della muratura, senza compromettere l’aspetto estetico realizzando una ristilatura armata dei giunti con trefoli e connettori in acciaio inox e malta a base calce.
Ristilatura armata dei giunti
(Fonte: fibrenet.it)

- Placcaggio rinforzato
Questa tecnica viene utlizzata principalmente per il confinamento di travi e pilastri, ma può essere applicata anche per realizzare cerchiature nelle zone più sollecitate (cordoli,etc.) e permette di incrementare la resistenza al taglio delle murature e la resistenza a compressione di travi e pilastri. Per la realizzazione vengono impiegati tessuti in fibra di carbonio o fibra di vetro da incollare mediante l’utilizzo di resine polimeriche termoindurenti.
Placcaggio rinforzato
(Fonte: Kimia.it)


 Vantaggi del placcaggio delle murature

- Incremento di resistenza e duttilità senza modificare l’equilibrio delle pareti.
- Facilità e basso costo di esecuzione.

Svantaggi del placcaggio delle murature

- notevole modifica della rigidezza e quindi della risposta sismica;
- aumento di massa;
- alterazione dell’aspetto esteriore della muratura.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.