Header Ads

Impianti domotici e la “casa intelligente”: cosa sono, vantaggi e caratteristiche

Gli impianti domotici, coniugando elettronica ed informatica, permettono di migliorare la qualità della vita attraverso nuove tecnologie, scopriamoli.

Per domotica si intendono le tecnologie volte al miglioramento della qualità della vita all'interno degli ambienti domestici, coniugando elettronica e informatica. Nella domotica affluiscono numerose discipline, tra cui l'architettura, l'ingegneria edile, l'ingegneria energetica, l'automazione, l'elettrotecnica, l'elettronica e l'informatica. Lo scopo della domotica è quello di migliorare la qualità della vita dell'essere umano nei luoghi dell'abitare, agendo sul fronte della comodità e della sicurezza.
Grazie agli impianti domotici, abitare la propria casa e interagire con i propri elettrodomestici diventa più facile e più sicuro. Inoltre diminuiscono gli sprechi di energia, assicurando un risparmio energetico e riducendo i costi di gestione. Gli impianti domotici consentono quindi di ottenere un notevole incremento delle prestazioni e delle possibilità offerte dai diversi impianti presenti nell'abitazione, ottimizzando i consumi e permettendo l'integrazione di diverse funzioni quali controllo, comfort, sicurezza, risparmio energetico e comunicazione.
Gli impianti domotici consentono infatti di realizzare, sia in ambito residenziale che terziario, la gestione coordinata di tutte queste funzioni. In un impianto tradizionale le funzioni si attivano tramite normali dispositivi (interruttori, regolatori, cronotermostati, videocitofoni, etc.) che non sono in grado di interagire tra loro e che quindi non possono essere governati da un unico punto di supervisione e programmazione.
(Fonte: operamgroup.it)
Grazie agli impianti domotici ci troviamo così di fronte ad una «casa intelligente», intendendo con questo termine un ambiente che mette a disposizione di chi lo vive impianti che vanno ben oltre quello tradizionale. Accensione delle luci, apertura di porte e tapparelle, gestione della climatizzazione, sistemi di sicurezza e sistemi di comunicazione dialogano all'interno o verso l'esterno, anche attraverso telefoni cellulari, smartphone e rete internet. Una sinergia in grado di aumentare comfort, risparmio energetico, sicurezza e connettività con le reti di comunicazione.

Cenni storici della domotica e degli impianti domotici

La domotica è nata a metà degli Anni Novanta, raggiungendo importanti risultati attraverso lo sviluppo di un rilevante numero di applicazioni di qualità e la realizzazione di progetti complessi in ambito residenziale, commerciale e sociale.
Oggi, l’offerta dei principali player sul mercato si basa su un sistema di home e building automation dove ogni componente è progettato per assicurare alti livelli di compatibilità con le diverse apparecchiature e gli impianti presenti negli ambienti abitativi e lavorativi allo scopo di semplificare, rendere più flessibile ed economica la gestione delle attività quotidiane.
automazione
(Fonte: casapratica.org)

La casa domotica: i vantaggi e i costi della casa intelligente

Gli impianti domotici sono un sistema integrato in grado di gestire in maniera coordinata le funzioni svolte tradizionalmente da singoli dispositivi, come interruttori, cronotermostati, videocitofoni, e sistemi d’allarme.
Gli impianti domotici presentano numerosi vantaggi che rispondono alle sempre più diffuse esigenze di comodità e controllo dell’abitazione. Tra questi:
- Gestione energetica dell’edificio: Il costo di un edificio si deve misurare su tutto il suo ciclo di vita: oggi oltre all’incidenza del valore d’acquisto vanno tenuti in considerazione anche gli oneri di gestione che incidono in maniera significativa. Con gli impianti domotici è possibile realizzare soluzioni abitative dove vivere nel massimo comfort, utilizzando solo l’energia che serve, migliorando la classificazione energetica dell’edificio, accrescendone quindi anche il suo valore economico.
- Termoregolazione a zone: Ovvero riscaldare solo quando e dove serve risparmiando fino al 30%. Grazie a questa funzione è possibile scegliere la temperatura di ogni singola stanza a seconda della sua localizzazione e del momento della giornata in cui la si utilizza. E’ possibile inoltre escludere gli ambienti non utilizzati da non riscaldare. Oltre a garantire comfort e risparmio economico ai clienti, l’edificio può così migliorare la sua classe energetica.
- Gestione dell’illuminazione: Ovvero spegnere o regolare la luce in funzione della presenza di persone e della quantità di luce naturale. Una soluzione che consente al cliente di godere del massimo comfort visivo, fornendo un grosso contributo al risparmio energetico. Utile nei locali utilizzati saltuariamente come corridoi, cantine, locali igienici, nelle parti comuni consente risparmi fino al 75%.
- Visualizzazione dei consumi: Numerosi studi hanno dimostrato che la visualizzazione dei consumi aiuta l’utilizzatore a modificare le proprie abitudini sbagliate e ad intervenire per migliorarle. Il sistema fornisce al cliente i dati istantanei e cumulati su touch screen, sotto forma di grafici e tabelle che facilitano l’interpretazione, nonché una valutazione quantitativa della spesa economica. In caso di energie rinnovabili il cliente produttore di elettricità ed acqua calda sanitaria potrà visualizzare anche i parametri della produzione di impianti a pannelli fotovoltaici o pannelli per solare termico.
(Fonte: guidaconsumatore.com)

Utilizzi e applicazioni degli impianti domotici

Ecco un esempio di alcuni utilizzi di un impianto domotico:
- Illuminazione: L'illuminazione domotica è in grado di gestirsi da sola. Il sistema è infatti capace di riconoscere le diverse fasce orarie e regolarsi in base alle abitudini degli utenti. È anche in grado di distinguere il giorno dalla notte, di accendere le luci al passaggio, di spegnerle in caso di abitazione vuota, gestendo tutte le luci della casa da un unico dispositivo: uscendo di casa, basterà premere un solo pulsante per spegnere di colpo le luci presenti in tutte le stanze. Funzioni del genere possono davvero cambiare la vita, specialmente a persone affette da disabilità, per le quali gestire le luci dislocate in vari punti della casa può rappresentare realmente motivo di stress e di fatica.
- Climatizzazione: La climatizzazione domotica ottimizza il riscaldamento all'interno degli ambienti. Può, ad esempio, regolare i suoi parametri a seconda del livello di umidità, della presenza o meno di qualcuno in casa, o a seconda della fascia oraria. Agisce in base ad una programmazione manuale o all'auto-programmazione regolata sulle abitudini degli utenti. Inoltre, quando il riscaldamento è acceso, il sistema di controllo è in grado di avvisare con un segnale acustico e visivo che una finestra è aperta, oppure può disattivare automaticamente il riscaldamento nella zona esposta all'aria. La climatizzazione domotica è già da molti anni sfruttata in ambito alberghiero, dove, grazie a un semplice comando, è possibile alzare il riscaldamento in una stanza all'arrivo in reception del cliente. Anche in questo ambito, la domotica permette di realizzare un risparmio energetico notevole.
- Elettrodomestici: Grazie alla domotica, gli elettrodomestici si comportano in modo intelligente e autonomo, interagendo tra loro in perfetta sinergia. La domotica rende possibile interagire con i propri apparecchi domestici tramite un semplice smartphone. Gli scenari già presenti, e quelli che si possono aprire, sono tantissimi e potrebbero trasformare radicalmente il nostro stile di vita quotidiano.
(Fonte: casapratica.org)

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.