Header Ads

Impianto solare termico VS impianto fotovoltaico

Due tipologie di impianti: il fotovoltaico ed il solare termico, a confronto. 

Il fotovoltaico non ha molto in comune con il solare termico, anche se molti fanno confusione sono due cose diverse e ben distinte. L’unico punto di unione è che entrambe le tecnologie sfruttano una risorsa rinnovabile e cioè l’irraggiamento solare per produrre energia ma è differente sia la forma di energia prodotta sia le modalità.

Differenze tra solare termico e impianti fotovoltaici

Con un pannello fotovoltaico si produce energia elettrica che può essere auto consumata con un risparmio sostanziale sulla bolletta oppure essere immessa in rete con modalità di: cessione diretta (vendita) o scambio sul posto.
Con un pannello solare termico invece si produce energia sotto forma di calore. Questo calore può essere poi trasformato in:
- acqua calda sanitaria
- riscaldamento per la casa in inverno.
- raffrescamento per la casa in estate.
Al contrario dell’energia prodotta con un impianto fotovoltaico, l’energia termica ricavata da un impianto solare termico non può essere venduta in nessun modo, quindi è esclusivamente per uso privato.
Impianto solare termico in copertura a falda
(Fonte: fazland.com/)
Per chi ha intenzione di installare un impianto fotovoltaico o solare termico, bisogna sapere che anche se c’è un elevato costo iniziale c’è poi un ritorno economico nel medio-lungo periodo avendo poche o zero spese di bollette e c’è poi la possibilità di sfruttare incentivi statali. Per entrambe le tecnologie sono presenti le detrazioni fiscali messe a disposizione dalla Legge di stabilità con il bonus ristrutturazione (detrazione al 50%) e con l’ecobonus (sgravio fiscale al 65%). Inoltre si fa del bene all’ambiente perché utilizzando una fonte di energia rinnovabile si riduce l’inquinamento globale e l’effetto serra.

Perchè viene utilizzato il solare termico e il fotovoltaico

Quando si leggono articoli ed approfondimenti sull’energia prodotta dai pannelli, spesso si può fare confusione tra quelli solari e fotovoltaici. Le due tecnologie però presentano diverse differenze, in termini di utilizzo, costi e durata. Il pannello fotovoltaico è caratterizzato dalla presenza di silicio che assorbe l’energia del sole ed insieme ad altri materiali conduttori genera energia elettrica.
Impianto fotovoltaico installato in copertura a falde
(Fonte: vocearancio.ingdirect.it/)
Il pannello solare termico utilizza invece un raccoglitore che riscalda sostanze fluide (generalmente acqua) stabilizzandole ad una temperatura impostata direttamente dall'utilizzatore. Quando si vuole energia elettrica per la propria abitazione, si installa quindi un impianto fotovoltaico, mentre se si necessita dell’acqua calda sanitaria, si sceglieranno pannelli solari termici. Si possono anche avere tutte e due le tecnologie.
A livello di efficienza, i pannelli solari sono molto performanti, raggiungendo una percentuale di 80% di energia convertita, mentre i fotovoltaici si aggirano tra il 5 ed il 15%. Un impianto solare termico vi può servire per soddisfare i seguenti bisogni:
- per la produzione di acqua calda sanitaria fino a soddisfare il 70% del fabbisogno dell’intera famiglia.
- Per il riscaldamento domestico, da integrare con la caldaia, la stufa a pellet, le termostufe o impianti ibridi di vario genere.
- Per il raffrescamento degli ambienti domestici, in edifici residenziali, con il solar cooling che produce aria fredda mediante l’impiego di pannelli solari termici.
Pannello solare termico o collettore solare
(Fonte: azzeralebollette.com/)
Un impianto fotovoltaico invece può servire per soddisfare i seguenti bisogni:
- produrre energia elettrica per coprire una parte del fabbisogno energetico domestico.
- Produrre energia elettrica per alimentare una piccola casa non connessa alla rete elettrica nazionale (un impianto a isola può tornare utile per alimentare baite di montagna e cascine di campagna).
- Vendere energia elettrica mediante la cessione in rete.
- Produrre energia elettrica su beni mobili quali camper, barche a vela, imbarcazioni di varie dimensioni.
pannello fotovoltaico
(Fonte: shop.fotovoltaicoeolico.it
Il mercato offre un gran numero di scelte. Esistono pannelli fotovoltaici ultrasottili, in grado di integrarsi perfettamente all'architettura dell’edificio (fotovoltaico integrato), in forma di mattoni in vetro, in grado di fornire una copertura all'edificio, in forma di tegole, etc.  La scelta è molto ampia e in base alla tecnologia cambiano anche le rese.

Il fotovoltaico e l’architettura integrata: facciate e coperture solari integrate

L’integrazione degli impianti fotovoltaici, che sia di facciate o di coperture fotovoltaiche, ha permesso infatti che le esigenze dell’architettura trovassero un terreno comune: grazie alla tecnologia del fotovoltaico è possibile produrre energia rinnovabile, riuscendo così a rispettare l’ambiente e a risparmiare evitando eccessivi consumi energetici. Per fare questo gli architetti devono conciliare la creatività con la funzionalità, la progettualità con le crescenti richieste di efficienza in termini energetici. Per questo attualmente si parla sempre più spesso dell’importanza degli impianti fotovoltaici integrati, un connubio perfetto tra design e ricerca della funzionalità.
Ed è proprio in questa direzione che si sta muovendo l’architettura moderna: le pareti dell’edificio diventano delle facciate fotovoltaiche, o meglio, sono le facciate fotovoltaiche a prendere il posto delle pareti diventando uno dei principali produttori di elettricità della casa. L’approccio progettuale sta cambiando strada: gli architetti cercano sempre di più di fondere tra loro i principi di estetica di ecologia.
Facciata fotovoltaica integrata con dei frangisole
(Fonte: fotovoltaiconorditalia.it)
Per quanto riguarda le coperture fotovoltaiche integrate parliamo di un altro sistema di produzione dell’energia da fonti alternative sfruttando però il tetto dell’edificio. In questo caso si vanno a inserire sul tetto dell’edificio delle tegole fotovoltaiche in alternativa ai tradizionali pannelli in modo da creare un design di particolare pregio e di impatto estetico praticamente nullo.
Le coperture fotovoltaiche realizzate con le tegole sono una soluzione interessante da tenere presente nel caso in cui si desideri inserire dei pannelli nella propria abitazione: si tratta di un prodotto facile da installare e da sostituire. Esistono diversi tipi di tegole fotovoltaiche, ed esse vengono scelte in base all’edificio e alla conformazione del tetto. 
Ad esempio possono essere impiegate delle tegole trasparenti ossia costruite con sali organici che presentano una striscia di materiale fotovoltaico, oppure le più “tradizionali” come le tegole marsigliesi la cui parte centrale presenta un piccolo pannello fotovoltaico.
Tegole fotovoltaiche marsigliesi su una copertura a coppi
(Fonte: casapratica.it/)

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.