Header Ads

La malta bastarda: composizione, usi e tecnica di applicazione.

Conosciamo la malta bastarda, materiale molto utilizzato nell'edilizia. 

La malta bastarda è un tipo di malta ottenuta usando due leganti nell'impasto, ossia calce e cemento, in modo da esaltare le qualità di questi due componenti. La malta bastarda è una malta tradizionale bivalente a presa idraulica fibrorinforzata, predosata e pronta all'impiego con aggiunta d’acqua. La malta bastarda viene utilizzata come malta per opere murarie (allettamento e collegamento di pareti e murature) o come intonaco di fondo per interni ed esterni.
Applicazione della malta bastarda su una parete in laterizio
(Fonte: leca.it)
La malta è, per definizione, una miscela di tre componenti principali: acqua, un inerte come la sabbia ed un legante come calce o cemento. Il risultato è un materiale plastico che indurisce nel tempo, usato in edilizia per opere in muratura, intonaci e varie lavorazioni.
La malta bastarda è ottenuta usando due leganti nell'impasto, ossia calce idraulica e cemento. La calce ha la funzione di allungare i tempi di presa, aumentando la lavorabilità della malta e l’adesione alle superfici. Il cemento invece ci permette di ottenere una malta più durevole, resistente ed impermeabile.

Malta bastarda: composizione 

La malta bastarda è principalmente composta da diversi ingredienti che sono acqua, sabbia, calce idraulica e cemento. Per ottenere un materiale di qualità rilevante e alta è necessario che tutti i componenti del composto siano di grande qualità, in modo da non inficiarne l’efficacia una volta che si inizia ad utilizzarla.
La qualità dei componenti riveste un ruolo cruciale nella qualità del prodotto. Secondo le normative del Ministero dei Lavori Pubblici, l’acqua deve essere limpida, priva di grassi e altre sostanze organiche, e di cloruri o nitrati in concentrazioni dannose. La sabbia deve essere pulita, priva di sostanze organiche, argilla o terra. Per un buon risultato la granulometria sarà compresa tra 0,1 e 3,15 mm. Tutto ciò raramente avviene.
Applicazione di malta bastarda con l’intonacatrice
(Fonte: lavorincasa.it)
Le proporzioni per la preparazione della malta bastarda sono: una parte di cemento, una parte e mezza di calce, sei parti di sabbia. La quantità d’acqua dipende dalla consistenza desiderata. Acquistando una malta bastarda predosata invece vi sarà sufficiente seguire le istruzioni riportate sulla confezione per un risultato ottimale.

Preparazione della malta bastarda

Da come si evince dalla composizione, la malta bastarda è molto semplice da preparare. Innanzitutto è necessario precisare che per piccole quantità è possibile procedere con la produzione a mano, mentre per quantitativi che vanno a superare il quintale è bene munirsi di una betoniera, che faciliterà sicuramente l’operazione di mescolamento degli ingredienti. Quindi per poter ottenere la malta bastarda è necessario munirsi di cemento, calce idraulica, e un buon quantitativo di sabbia. Poi non si dovrà fare altro che mescolare gli ingredienti gradualmente, andando a inserire un po’ d’acqua di tanto in tanto per aumentare la viscosità del prodotto in questione. Per ottenere un risultato ottimale però è generalmente consigliato evitare sbalzi termici o la produzione in luoghi a temperature elevate, che possono accelerare il processo di indurimento.
Betoniera a bicchiere per preparare la malta bastarda
(Fonte: faidate360.com)

Malta bastarda: usi progettuali

La malta fresca è plastica e facilmente lavorabile ma una volta indurita, con un processo irreversibile detto presa e indurimento, assume la consistenza e le caratteristiche di una vera e propria pietra artificiale. 
La malta bastarda è destinata al getto di elementi strutturali in calcestruzzo o calcestruzzo armato (travi, pilastri, pareti, solai, eccetera), alla realizzazione di massetti e sottofondi, per l'allettamento dei mattoni, ciottoli o conci di pietra nella costruzione di un muro e infine all'esecuzione di intonaci e stucchi.
Le malte si distinguono in varie categorie:
- aeree, in grado di fare presa in presenza di aria;
- idrauliche, che possono carbonatarsi anche in ambienti molto umidi o perfino sott'acqua;
- bastarde, così chiamate perché caratterizzate dalla presenza di due leganti.
Applicazione della malta bastarda
(Fonte: casapratica.org)
I campi di impiego della malta bastarda sono i seguenti:
- Malta da muratura termoisolante per la posa di elementi di tamponamento in mattoni e blocchi.
- Malta termoisolante per la posa di elementi per murature portanti ordinarie, anche in zona sismica.
- Malta per intonaci termoisolanti, sia in interni che in esterni.
- Malta da muratura e intonaco resistente al fuoco.
- Malta per ripristino tracce impiantistiche in murature e tramezzature.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.