Header Ads

Casetta sull’albero: tipologie, utilizzi, prezzi

Il sogno di avere una casetta sull'albero ci "attanaglia" sin da piccoli, ma, quanto costa realizzarla? e soprattutto che utilizzo ne possiamo fare? scopriamolo.

La casa sull'albero è tradizionalmente una piattaforma (o edificio) sospesa, sostenuta in parte o del tutto da un albero. Una casa sull'albero può essere utilizzata per attività ricreative, o come strumento di lavoro, abitazione, punto d’osservazione o ritiro temporaneo.
La casa sull'albero è il desiderio di ogni bambino, ma anche il sogno di molti adulti: poter disporre di uno spazio 'sospeso' da terra, in totale armonia con la natura, in cui rilassarsi, ricevere gli ospiti o, perché no, anche viverci, può diventare realtà. Di seguito una guida alle tipologie più diffuse di case sull'albero, con qualche suggerimento e indicazione su come poterle realizzare.
Un esempio di casetta sull’albero in legno
(Fonte: rifarecasa.com/)
Se è vero che ad esserne conquistati sono innanzitutto i bambini, il sogno di una casa sull'albero risponde in realtà anche ai desideri degli adulti, soprattutto di chi cerca un luogo tranquillo in cui rifugiarsi nel totale rispetto dell'ambiente e in armonia con la natura. Non è un caso se, sulla scia delle nuove tendenze che puntano alla ricerca di uno stile di vita ecologista ed ecosostenibile, negli ultimi anni ci sia stato un boom di costruzioni di case sull'albero, non più concepite solo come semplici fabbricati da destinare alle attività ludiche dei bambini, ma vere e proprie abitazioni in cui poter vivere quotidianamente con tutti i comfort di una casa tradizionale.

Casetta sull'albero: struttura e materiali

Come per una qualsiasi casa tradizionale, prima di realizzare una casa sull'albero bisogna partire dalle fondamenta, che, in questo caso, sono rappresentate dagli alberi e dalle loro radici. Condizione necessaria è che l'albero scelto sia robusto, sano e di buone dimensioni: i più adatti per questo tipo di costruzioni sono querce, frassini, faggi, olmi, tigli, castagni ma anche cedri, abeti o pini. Le radici devono essere ben radicate e l'albero deve avere un tronco di almeno 40 cm di diametro alla quota di edificazione. Se l’albero non basta da sé a reggere la struttura, questa viene integrata con veri e propri pali a terra fissati in vario modo. Una casa può fondarsi anche su più alberi ed è possibile integrare la struttura con dei 'puntoni', pali in legno da fissare nel terreno come per le palafitte.
Le case sull'albero sono generalmente realizzate in legno lamellare, prediligendo tipologie che ben resistono all'ambiente esterno, come il larice. Si può optare anche per altre essenze, come il mogano, il rovere e il castagno. Per le strutture portanti vengono utilizzati ferro e acciaio, mentre per le finiture e altri dettagli (come le finestre) si impiegano alluminio e vetro. 
Per la coibentazione di una casa sull'albero, nel caso si voglia adibirla a residenza da sfruttare tutto l'anno, vengono in genere impiegati materiali naturali ed ecologici, quali sughero, fibra di legno, lana di pecora, fibra di cocco. E' possibile inoltre dotare il fabbricato di tutti i comfort necessari per una fruibilità permanente, come impianti idraulici, elettrici e di riscaldamento. Anche in questo caso, per rispettare la natura ‘ecosostenibile' di questo tipo di costruzioni, si può optare per tecnologie a basso impianto ambientale e che consentono il risparmio energetico.
Casa sull’albero per le vacanze
(Fonte: booking.com/)

Che utilizzi può avere una casetta sull’albero?

Una casa sull'albero viene utilizzata per gioco, per relax, per vivere. Sono tante le destinazioni d'uso che può avere una casa sull'albero: si può decidere di dedicarla esclusivamente ai bambini per i loro giochi, di adibirla a spazio destinato al relax o, addirittura, di trasformarla in una vera e propria abitazione, con tutti i comfort tipici di una casa tradizionale. Si può creare uno spazio aggiuntivo alla propria casa da destinare a studio, a libreria, a stanza per gli ospiti o a sala fitness; in alternativa si può optare per una semplice terrazza dove poter organizzare cene con gli amici o semplicemente rilassarsi, con il vantaggio di poter vedere il mondo da nuove prospettive, sollevati da terra e a contatto con la natura.
Ad intuire le potenzialità e i vantaggi di una casa sull'albero è stato anche il settore dell'ospitalità, tanto da spingere molti imprenditori operanti nel comparto ad offrire ai propri clienti soggiorni in deliziose ed originali casette sugli alberi immerse nel verde, dando vita ad un vero e proprio ‘turismo ecosostenibile' per tutti gli amanti di una vacanza a contatto con la natura.

E’ possibile costruire una casa sull’albero in Italia?

Costruire una casa sull'albero in Italia è un'operazione possibile, come dimostrano un certo numero di casi, sia ad uso abitativo che ad uso turistico; a patto di rivolgersi a ditte specializzate che sappiano come trattarne la progettazione, la costruzione, e le procedure burocratiche.
Con il Permesso di Costruire, redatto da un geometra un architetto o un ingegnere abilitati alla firma,  si può costruire una casa sull'albero ma dipende dal piano regolatore del comune: l'edificazione è disciplinata dal testo unico per l'edilizia che demanda ai comuni la competenza in materia di regolazione urbanistica; quindi bisogna richiedere all'ufficio tecnico comunale una dichiarazione di appartenenza e, se ci si trova in zona edificabile o rurale, si può parlare direttamente con un tecnico del comune, il quale ci comunicherà a voce l'orientamento generale della giunta in merito all'argomento. Se la discrezionalità della giunta si mostra favorevole, è possibile attivare un procedimento amministrativo per richiedere il permesso di costruire, corredato di progetto preliminare. Tenendo conto poi delle osservazioni del tecnico comunale si potrà redigere il progetto definitivo, per ottenere la concessione. È quindi possibile costruire una casa sull'albero solo avendo ottenuto una concessione scritta da parte dell'ente pubblico preposto.
Un esempio di casa sull’albero moderna a Bracciano
(Fonte: design.repubblica.it/)

Quanto costa costruire una casetta sull'albero?

I costi, nonostante quello che si può pensare, non sono impossibili: si oscilla fra 800 e duemila euro al metro quadro in base ai servizi richiesti. Una casa sull'albero mediamente si aggira attorno ai 25 mq.
La casa sull'albero viene consegnata finita, con elettricità, acqua corrente, mobili, bagno, impianti. Oltre a questo poi si devono aggiungere le spese amministrative per le varie autorizzazioni oltre a costi dovuti a varie opere di rinforzo visto che in Italia gli alberi, per quanto monumentali, non sono abbastanza grandi da reggere più di una stanza.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.