Il Cartongesso REI: caratteristiche, utilizzi e detrazioni fiscali

Il cartongesso REI: caratteristiche, utilizzi e detrazioni fiscali

Il cartongesso è uno dei materiali più utilizzati in edilizia per le nuove costruzioni e per le ristrutturazioni grazie ai suoi innumerevoli vantaggi, estetici, pratici ed economici. Il cartongesso REI è un particolare tipo di cartongesso in grado di resistere al fuoco in caso di incendio e richiesto per normativa in particolari situazioni di edifici pubblici o privati aperti al pubblico. Scopriamo in questa guida cos'è il cartongesso REI quali sono le sue caratteristiche e i suoi vantaggi.

negozio-cartongesso-arredamento
Interno di un negozio arredato con il cartongesso (foto di niframilano - Fonte: flickr.com)

Caratteristiche del cartongesso

Il cartongesso è un materiale introdotto qualche anno fa nel settore dell'edilizia, molto interessante, costituito da uno strato interno di gesso, opportunamente trattato per renderlo meno sensibile all'umidità, rivestito su entrambe le facce di fogli di cartone ad alta resistenza allo strappo, che costituircono una sorta di armatura superficiale, perfettamente aderente all'anima di gesso, alla quale conferiscono discrete caratteristiche di resistenza e di elasticità. Da questa lavorazione si ottengono le lastre in cartongesso di spessore contenuto (in genere 125 mm), di notevoli dimensioni, leggeri. maneggevoli e ressitenti.

Con le lastre di cartongesso vengono realizzati tantissime cose:

Tipologie di lastre in cartongesso

Le lastre in cartongesso vengono prodotte mediante processi industriali con macchine a ciclo automatizzato e sono sottoposte a specifici controlli di qualità in stabilimento. Le lastre in cartongesso di dimensioni e spessori standard, possono avere borsi variamente sagomati in modo da consentire diversi tipi di giunzione.

In commercio esistono diverse tipologie di lastre di cartongesso in base alle esigenze costruttive.
  • lastre normali;
  • lastre da interno o per ambienti esterni;
  • lastre antincendio (cartongesso REI);
  • antivapore;
  • forate;
  • impregnate;
  • lastre singole o lastre doppie incollate;
  • lastre accoppiate con: pannelli isolanti, fogli di alluminio.

Lastre in cartongesso REI

Le lastre in cartongesso devo rispondere a diverse caratteristiche tecnico e meccaniche, come ad esempio:
  • il comportamento all'acqua e all'umidità;
  • permeabilità al vapore;
  • conduttività termica;
  • potere fonoassorbente;
  • comportamento al fuoco;
  • leggerezza e rapidità di montaggio/smontaggio.

Queste sono le caratteristiche a cui deve rispondere generalmente un lastra di cartongesso. In casi specifici di realizzazione di edifici pubblici, la normativa antincndio impone che le strutture portanti e i rivestimenti abbiano una certa ressitenza e comportamento al fuoco per ressitere un tot  di minuti affinchè le persone possano mettersi al sicuro attraverso le vie di fuga ed evitare morti o il collasso della struttura stessa fintanto che non arrivano i Vigili del Fuoco VV.F. In questi casi specifici e particolari le parti rivestite in cartongesso devono essere di tipo REI, ovvero una sigla affiancata da un numero, che sta a indicarela sua ressitenza al fuoco in termini di tempo (in questo caso minuti; ad esempio: REI 60, REI 90, REI 120). Le lastre in cartongesso REI vengono prodotte con l'anima di gesso rinforzata con fibre di vetro, al fine di aumentare la resistenza meccanica e al fuoco. L'introduzione di fibre di vetro nei pannelli in cartongesso REI, consente di incrementare la resistenza al fuoco, ritardando ancora di più la disgregazione del materiale.


Impieghi del cartongesso in edilizia

Il cartongesso come abbiamo visto è uno dei materiali più utilizzato in edilizia per i suoi innumerevoli vantaggi. Le lastre in cartongesso sono pratiche, economiche e permettono di realizzare tantissime cose cambiando anche in maniera considerevole l'aspetto estetico degli edifici e la caratteristiche di isolamento termico e acustico degli ambienti.
Il cartongesso viene utilizzato per realizzare controsoffitti chiusi (ideali per far passare la parte impiantistica), per realizzare pareti interne, pareti di cucine e bagni ideali per far passare le tubazioni e gli scarichi dei sanitari, contropareti (ideali soprattutto in caso di ristrutturazioni per migliorare comfort acustico e termico), ma anche divisori interni per ambienti, librerie, rivestiementi vari, etc.
I controsoffitti, le pareti interne e le contropareti negli edifici pubblici, e quando è reso obbligatorio dalla normativa, devono obbligatoriamente essere realizzati in cartongesso REI, cioè con particolari caratteristiche di resistenza al fuoco e alle fiamme, secondo un progetto redatto da un tecnico specailizzato e abilitato e approvato dai Vigili del Fuoco.



cartongesso-rivestimento-pareti-soffitto
Lavori interni realizzati in cartongesso (foto di yeswekern - Fonte: flickr.com)


Significato di REI – resistenza al fuoco

La classe REI, anche detta “resistenza al fuoco” è la capacità di una costruzione, di una parte di essa o di un elemento costruttivo di mantenere per un tempo prefissato:
  • la resistenza R: attitudine a conservare la resistenza meccanica sotto l’azione del fuoco;
  • l’ermeticità E: attitudine a non lasciar passare, né produrre, se sottoposto all’azione del fuoco su un lato, fiamme, vapori o gas caldi sul lato non esposto;
  • l’isolamento termico I: attitudine a ridurre la trasmissione del calore.

La sigla REI deriva dalle parole francesi:
  • Resistance = R = resistenza
  • Entretenir = E = ermeticità
  • Isolement = I = isolamento
Il numero n dopo la sigla REI indica la classe di resistenza al fuoco e stabilisce quanto tempo la parete è in grado di resistere all'esposizione diretta alle fiamme. Può assumere i seguenti valori: REI 30, REI 45, REI 60, REI 90, REI 120 e REI 180. Specificamente le grandezze si combinano nel seguente modo:
  • con il simbolo REI (seguito da un numero n) si identifica un elemento costruttivo che conserva per un tempo determinato n la resistenza meccanica, la tenuta alle fiamme e ai gas caldi, l'isolamento termico;
  • con il simbolo RE (seguito da un numero n) si identifica un elemento costruttivo conserva per un tempo determinato n la resistenza meccanica e la tenuta alle fiamme e ai gas caldi;
  • con il simbolo R (seguito da un numero n) si identifica un elemento costruttivo conserva per un tempo determinato n la resistenza meccanica.


Il cartongesso REI: quali impieghi ha e quali sono i suoi pregi?

Abbiamo visto come il cartongesso sia uno dei materiali più utilizzati in edilizia, sia nuova che per le ristrutturazioni di edifici residenziali, per la sua praticità e le sue qualità, ma a volte per normativa sono richiesti dei requisiti di resistenza al fuoco delle strutture e anche in questo caso il cartongesso diventa una soluzione molto pratica e interessante.
Normalmente secondo le indicazioni del tecnico che redige il progetto con le zone e i campartimenti che devono essere REI e le varie vie di esodo verso luoghi sicuri, e in base alle normative e indicazioni dei Vigili del Fuoco, il cartongesso ignifugo REI viene usato per:
  • compartimentare e proteggere le strutture portanti in C.A. e le autorimesse;
  • in tutti i casi in cui c'è un rischio di innesco, per esempio nei locali in cui sono presenti impianti elettrici o di scarico dei fumi o altri tipi di impianti o macchinari potenzialemtne a rischio.
Il cartongesso REI oltre a resistere al fuoco deve anche essere in grado di non permettere la diffusione dei fumi o la trasmissione del calore per via indiretta da un ambiente all'altro. In questo caso anche lo stucco utilizzato per la finitura dei giunti e dei fori per il fissaggio delle viti delle lastre alla struttura portante in alluminio e la pittura finale devono avere caratterisitche REI.


TI POTREBBE INTERESSARE:


rivestimento-cartongesso-rei-pareti-soffitto
Rivestimento in cartongesso REI
(foto di Tony Guarrancino - Fonte: flickr.com)


E’ possibile avere detrazioni fiscali con il cartongesso REI?

Per i lavori di adeguamento alla normativa antincendio eseguiti nelle abitazioni è possibile usufruire delle detrazioni fiscali ai fini Irpef al 50% per la ristrutturazione, e questo vale anche per i lavori di manutenzione ordinaria per l'adeguamento della normativa antincendio dei condomini.
Si possono avere delle detrazioni fiscali anche per tutti i lavori che comportano una variazione del numero di vani dell'abitazione per esempio la realizzazione di una parete divisoria per dividere il garage da locali contenenti impianti, purchè sia eseguita con cartongesso REI.

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.