Header Ads

Come pulire il parquet?

Il parquet è una tipologia di pavimentazioni con molti pregi, ma allo stesso tempo, è molto delicato. Vediamo come pulirlo mantenendo le sue caratteristiche estetiche e tecnologiche. 

Ecco alcuni consigli su come pulire con efficacia e semplicità i pavimenti in parquet ma senza danneggiare un materiale così delicato come il legno.
pulizia parquet
(Fonte: magazinedelledonne.it)

Caratteristiche e pregi del parquet

Il legno da secoli è il materiale da costruzione più impiegato dall'uomo, grazie alle ottime caratteristiche di robustezza e resistenza. Tra le qualità peculiari di una pavimentazione in parquet spiccano il buon isolamento termico, l'isolamento acustico, la resistenza all'usura, la durezza e l'elasticità.
Il pavimento in parquet è una superficie in legno che può essere trattata in vario modo e che conferisce un aspetto molto elegante agli ambienti domestici, oltre a regalare sensazioni tattili particolari e accoglienti. Il parquet ha bisogno di un occhio di riguardo per essere mantenuto bello e pulito nel tempo. Questo è il motivo per cui la sua installazione viene solitamente evitata in zone della casa ad alta frequentazione e contatto continuo con l'acqua, come la cucina e il bagno.
parquet
(Fonte: tuttogreen.it/)

Consigli per non rovinare il parquet e mantenerlo più a lungo

Per mantenere intatte le caratteristiche di un parquet il più a lungo possibile ci sono alcune regole generali da seguire, che valgono per tutti i tipi di parquet:
- arieggiare sempre gli ambienti in cui è posato il parquet;
- mantenere la temperatura degli ambienti tra 15 e 22 °C e mantenere l'umidità relativa dell'aria ambientale tra il 45% e il 65%; il parquet, infatti, tende a ritirarsi con l'aria secca e a gonfiarsi con l'aria umida. Mantenendo invece temperatura e umidità al punto giusto, si possono evitare spaccature e fenditure pericolose;
- non coprire per lungo tempo il parquet con tappeti ed evitare anche quelli che tendono a scolorire;
- durante il lavaggio, non versare l'acqua direttamente sul pavimento, ma utilizzare sempre uno strofinaccio inumidito e ben strizzato;
- proteggere il parquet in caso di lavori e utilizzare sempre i prodotti di pulizia e manutenzione consigliati dai fornitori;
- tenere sempre uno zerbino all'ingresso e utilizzare in casa pantofole o pattine il più possibile, per evitare che polvere e residui si trasferiscano dalle scarpe sul parquet rovinandolo o strisciandolo; 
- usare sempre feltrini sotto le sedie, per scongiurare gli antiestetici graffi in superficie
- non utilizzare macchine a vapore che potrebbero danneggiare il parquet, prediligendo invece scope con frange oppure panni specifici per la pulizia dei pavimenti in legno, che non graffiano ma eliminano polvere e residui efficacemente.
pulizia parquet
(Fonte: socialcasa.it/)

Pulizia del parquet

Il parquet è un pavimento difficile da mantenere: è soggetto a fenomeni quali la luce e l'umidità, a causa dei quali non solo potrebbe cambiare colore ma anche gonfiarsi o ritirarsi negli anni. Inoltre è molto sensibile a sollecitazioni meccaniche e a diverse sostanze che potrebbero danneggiarlo o comunque macchiarlo pericolosamente. Le sostanze da evitare sul parquet sono i liquidi in generale e in particolare i prodotti aggressivi come alcool o candeggina, ma anche sostanze impiegate quotidianamente in cucina, come olio, latte o vino.
La pulizia periodica del parquet deve essere effettuata passando sul pavimento un aspirapolvere con spazzole per parquet o, in alternativa, utilizzando salviette elettrostatiche. Il parquet può essere lavato o ravvivato secondo necessità, come disposto nella scheda tecnica del prodotto utilizzato, con un detergente neutro ed emulsione ravvivante protettiva idonea.
Con l’aspirapolvere va tolta dal pavimento in parquet che dovete trattare tutte le tracce di polvere, briciole e i vari elementi che devono essere rimossi. Prendete il secchio con il mops e metteteci dentro dell’acqua caldissima, quasi bollente. Mettete nel secchio anche un tappino di detersivo per pavimenti e immergetevi la scopa mops. Strizzatela bene e passatela uniformemente su tutta la superficie da trattare. Non è necessario risciacquare, ma lasciate che il pavimento si asciughi completamente. 
parquet
(Fonte: pulizie-uffici-milano.it/)
A questo punto prendete il panno morbido o il vecchio maglione di lana infeltrito, e impregnatelo di cera nutriente per parquet. Passate il panno sul pavimento compiendo movimenti rotatori molto energici. Per ottenere un risultato soddisfacente è importante effettuare questa fase imprimendo la massima forza possibile, in modo che il nutrimento della cera penetri a fondo nel legno. Potete utilizzare questo metodo solo sul parquet naturale perché non avendo vernici o trattamenti di finitura, risulta più poroso e quindi adatto a ricevere il nutrimento della cera. Per gli altri tipi di parquet come i prefiniti è bene adottare altri specifici trattamenti.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.