Header Ads

Perché la torre di Pisa è storta?

La torre di pisa è davvero la più pendente/storta al mondo? Scopriamo se veramente è suo il primato,  perché ha quell'inclinazione e perché non cade...

La torre di Pisa, denominata semplicemente torre pendente, è il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, nella famosa piazza del Duomo, di cui oggi è l’architettura monumentale più celebre per via della particolare inclinazione, emblema della città e figura importante italiana. La torre di Pisa proprio per la sua particolare inclinazione è stata suggerita come una delle 7 meraviglie del mondo moderno ed è uno dei monumenti più visitati e più famosi in tutto il mondo e più studiati dagli esperti per capire perché è storta e perché non cade.
torre pisa pendente
(Fonte: viaggi.fidelityhouse.eu/)
La pendenza della torre di Pisa è dovuta ad uno sprofondamento del suolo sottostante, composto da sabbia e argilla, capitato durante i primi lavori di realizzazione della struttura e al momento misura 3.97° relativamente all’asse verticale. Infatti gli ultimi tre piani, sommati in seguito, furono costruiti con un’incurvatura che avrebbe dovuto raddrizzare la torre. Stiamo parlando di un monumento alto 56 metri, 8 piani, 7 campane, 293 scalini e un’inclinazione di 4 gradi, realizzato nel corso di due secoli, tra il 1200 e il 1400, di 14453 tonnellate, con linee curve, giri di arcate cieche e sei piani di loggette.

Ma perché la torre di Pisa non cade?

La torre di Pisa è al momento stabile e non cade perché la verticale che percorre il suo baricentro finisce all’interno della base di sostegno.
La torre di Pisa però non è sicura ed è sempre subordinata a due pericoli di crollo:
- se cedesse la muratura, in particolare nella parete sud che sostiene gran parte del peso dell’edificio
- se cedesse nuovamente il terreno sotto le fondazioni.
Queste minacce non sono imminenti e sono all’attenzione diversi interventi, provvisori e risolutivi, per prevenirle. Nel 1993 sono stati collocati di fianco alla parete nord dei blocchi di piombo, con un peso di 600 tonnellate, come contrappeso per fare resistenza all’inclinazione.
Un’altra azione è stata quella di mettere dei tiranti (stralli) applicando una forza-peso di 300 tonnellate, collegando un cavo alla torre, che genera un lavoro in senso contrario a quello provocato dalla pendenza.

Un po’ di storia della torre di Pisa

Per portare a termine la costruzione della torre di Pisa servirono duecento anni, sia per le continue guerre che vedevano Pisa protagonista, sia per comprendere che i lavori potevano continuare solo inclinando i piani dell’edificio in senso opposto alla pendenza. Nel 1372 venne posta l’ultima pietra e da quel momento il campanile è diventato la Torre Pendente, diventando un vessillo inconfondibile della Toscana e dell’Italia nel mondo. L’inclinazione, nel corso dei secoli, ha continuato inesorabile la sua avanzata, tanto che si sono resi necessari continui interventi strutturali e di restauro.
Alla fine del XIX secolo, venne trovata addirittura una pozza d’acqua nelle sue fondamenta. Una volta aspirata, però, la pendenza continuò ad aumentare in maniera lenta e costante, tanto da farne temere il collasso.
torre pendente
(Fonte: ioviaggio.it/)

Quanto resisterà ancora la torre di Pisa?

Grazie agli interventi di riqualificazione e ai progressi tecnologici, la torre di Pisa alterna periodi di stabilità abbastanza prolungati all’inevitabile cedimento, tanto da far ritenere agli studiosi che, per altri trecento anni, la torre pendente sarà la protagonista indiscussa. 
Possiamo dire che la torre di Pisa è storta per un errore umano durante la progettazione e la costruzione ma il carisma di questo monumento ha affascinato e continuerà ad affascinare generazioni di turisti per molti secoli ancora. La torre di Pisa affascina e cattura lo sguardo oltre che per la sua pendenza anche per la bellezza architettonica. Uno stile romanico reso leggero e ammaliante dai continui richiami alle arti orientali.
torre pendente
(Fonte: pisatoday.it/)

Curiosità: la torre di Pisa non è la più storta.. vediamo quali altre torri ci sono

La torre di Pisa che è storta per antonomasia non è la più storta al mondo. C’è un’interessante classifica stilata dal settimanale inglese Economist che svela in un grafico le torri più pendenti, indicandone il grado di inclinazione.
La torre di Pisa, con un angolo di 3,97 gradi, non è la più storta, neppure in Italia, dove a primeggiare è la Garisenda di Bologna con un’inclinazione di 4 gradi. Niente tuttavia in confronto ai 5,9 gradi della torre della chiesa di Suurhusen in Germania, seguita a distanza dalla torre di Bad Frankenhausen nello stato orientale tedesco della Turingia. Le torri pendenti sono molto più frequenti di quanto si pensi: secondo il giornale tedesco a battere tutti i record potrebbe essere la torre di Midlum sempre in Germania: la sua pendenza è di 6,74 gradi, e nonostante ciò non compare nelle classifiche perché la Chiesa non ha presentato la domanda di ammissione al Guinness World Records.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.