Header Ads

La tecnica del cuci scuci per le murature: cos'è?

La tecnica del cuci-scuci è molto utilizzata per i ripristini di vecchi edifici  ripristinare parti di muratura. Scopriamo in cosa consiste e a cosa serve...

L’espressione cuci -scuci indica il susseguirsi di demolizioni e di ricostruzioni per piccoli tratti di una muratura, come quando progressivamente si sfilano dalla trama e si riallacciano i fili di un tessuto.
Le pareti perimetrali sono particolarmente soggette a deterioramenti causati da aggressioni provocate dalle condizioni ambientali e da altre cause concomitanti. Questi deterioramenti non interferiscono sul comportamento statico, ma producono spesso il degrado, più o meno rapido e più o meno vistoso, dell’aspetto della superficie esterna. Limitando l’esame al degrado delle pareti in muratura, si può osservare che le murature di mattoni subiscono disgregazioni della malta dei giunti e scagliature (o squamature) dei mattoni.
Utilizzo della tecnica del cuci-scuci
(Fonte: edilalfasrl.it)
La tecnica del cuci-scuci è un tipo di intervento tradizionale. Questo tipo di intervento non può essere pensato come un consolidamento diffuso per tutte quelle murature ed avviene attraverso il ripristino della continuità muraria con la rimozione degli elementi di laterizio lesionati e la realizzazione di una nuova tessitura muraria.

Ripristino superficiale: cos’è la tecnica del cuci scuci per le murature faccia a vista

I tipi di intervento di recupero più ricorrenti per ripristinare l’aspetto superficiale delle pareti faccia a vista sono costituiti dalla sostituzione dei mattoni deteriorati con altri aventi le medesime caratteristiche e dal rifacimento dei giunti mediante costipazione o rigiuntaggio, detta appunto cuci-scuci
Una fase di sostituzione a cuci-scuci di una muratura a Venezia
(Fonte: venicethefuture.com)
Le modalità di consolidamento normalmente impiegate per le murature portanti differiscono in relazione all’entità del deterioramento o del dissesto riscontrati, ma anche alla disponibilità di mano d’opera e di attrezzature specifiche. Le tecniche più comunemente in uso, spesso combinate e integrate tra loro specialmente negli edifici con particolari lesioni, sono le seguenti:
- Iniezioni cementizie;
- Colatura di boiacca;
- Applicazione di conglomerato cementizio armato;
- Risarcimento di fessurazioni con cuciture armate;
- Perforazioni armate;
- Applicazione di tiranti metallici;
- Setti di calcestruzzo armato;
- Muratura in sostruzione (cuci-scuci)
La tecnica d’intervento della muratura in sostruzione, detta anche a cuci scuci, consente di ripristinare la continuità strutturale di una muratura in mattoni faccia a vista mediante la sostituzione delle parti degradate senza pregiudicarne la funzione portante durante lo svolgimento dei lavori. La tecnica del cuci-scuci è però impiegabile quando il degrado è limitato a zone ben definite della muratura.
Esempio di muro danneggiato da ripristinare con la tecnica del cuci-scuci
(Fonte: mincioni.it)
Un tipo particolare di consolidamento della struttura muraria è costituito dalla chiusura, mediante muratura realizzata con mattoni pieni, di armadi a muro, aperture delle porte e altri vani che abbiano perso la loro funzione originaria.

Esecuzione della tecnica del cuci scuci per le murature

La sequenza delle fasi di lavoro della tecnica del cuci-scuci è particolarmente interessante. Le fasi esecutive prevedono dopo il puntellamento di entrambi i lati del muro, il recupero del materiale da utilizzare simile per forma e dimensioni a quelli già esistenti in loco, evitando così il fenomeno dello scollamento per l’eventuale discontinuità della trama. Suddivisa in zone la parte ammalorata che si intende ripristinare, si opera la sostituzione della muratura degradata in zone non contigue, in modo da mantenere attiva durante ogni fase del lavoro una porzione di parete sufficiente a garantire la stabilità del muro.
L’intervento di cuci-scuci ha inizio con la demolizione di un primo tratto di muratura (il cosiddetto strappo in breccia) e prosegue con l’immediato rifacimento di tale muratura, ammorsandola ai lati e forzandola sul lato superiore al disotto della parte rimanente mediante cunei che verranno sostituiti da mattoni e malta quando sarà concluso il ritiro della parte ricostruita nella prima zona. Successivamente vengono ripetute le stesse operazioni di demolizione e di sostituzione, agendo in zone non contigue.
Risanamento di edifici in muratura
(Fonte: ingegneri.info/)
Come si può immaginare il cuci-scuci si tratta di una tecnica di intervento molto laboriosa, ormai impiegata molto di rado, che richiede grande precisione e abilità da parte della mano d’opera. I mattoni di ciascuna zona devono essere rimossi avendo cura di non rovinare le teste di quelli delle zone contigue sui quali dovrà essere eseguito il successivo ammorsamento dei nuovi elementi. 
Il cuci-scuci, come già accennato, deve essere preceduto da una accurata e attenta fase di diagnosi per valutare la fattibilità dell’operazione in relazione alle possibili rotture o crolli. Si procede quindi per sezioni successive in aree di limitata estensione, evitando l’indebolimento dell’involucro edilizio esistente.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.