Header Ads

EcoLabel: che cos'è?

EcoLabel: che cos'è?

Il marchio di qualità ecologica Ecolabel viene assegnato ai prodotti edilizi sostenibili e conformi alla normativa europea. Scopriamo che requisiti bisogna avere per ottenerla e come fare.

ecolabel-qualità-marchio
marchio di qualità EcoLabel (immagine di Ecomamanl - Fonte: https://www.flickr.com) 


Per essere efficace il marchio di qualità non deve riguardare soltanto il risultato finale della produzione, cioè il prodotto, ma l'intero ciclo di produzione e l'organizzazione dell'azienda produttrice. L'avvento del mercato comune ha fatto della certificazione uno degli elementi centrali del processo di unificazione europea, riconoscendone il ruolo indispensabile per valutare la qualità con criteri validi in tutti gli Stati dell'Unione Europea e per favorire gli scambi commerciali. Nel settore dell'edilizia il processo di unificazione della valutazione della qualità attraverso la certificazione è ancora in fase iniziale a causa delle differenze tra le normative tecniche, finora sviluppate su base nazionale.

Normative

Nel settore delle costruzioni è stata elaborata una norma specifica sull’EPD dei prodotti edilizi, la ISO 21930:2007, Sustainability in building constructionsEnvironmental Declaration of building Products.
Parallelamente sono state sviluppate norme relative alle certificazioni delle prestazioni dei prodotti: in particolare, la direttiva 89/106/CE, che introduce la marcatura CE, prevede l’assunzione di responsabilità da parte del produttore rispetto a 6 requisiti essenziali

  1. resistenza meccanica e stabilità
  2. sicurezza in caso d’incendio
  3. igiene, salute e ambiente
  4. sicurezza d’impiego
  5. protezione contro il rumore
  6. risparmio energetico

Il marchio UE Ecolabel è una certificazione ambientale volontaria che le aziende possono richiedere per i propri prodotti e servizi, rivolgendosi ad un organismo competente al quale dovranno dimostrare di rispettare i criteri ecologici definiti dal regolamento comunitario, per ottenere l’approvazione e la certificazione dalla Commissione europea.

Ecolabel, che cos’è

Il marchio di qualità ecologica Ecolabel dell'Unione Europea, attesta che un determinato prodotto, oltre a essere in regola con le norme di legge, fornisce qualcosa in più rispetto a quanto è richiesto: un maggior rispetto dell’ambiente nel corso di tutto il suo ciclo di vita, dall’estrazione delle materie prime, alla produzione in stabilimento, alla distribuzione sul mercato, fino all’uso da parte dell’utenza e alla sua eliminazione finale. In altre parole, tale marchio, attesta che il prodotto possiede una più elevata qualità ambientale.
Il marchio di qualità ecologica Ecolabel è sancito dal Regolamento CEE n.880/92 del 23-3-1992, emanato dal Consiglio delle Comunità Europee, che riconosce l’importanza di promuovere la concezione, la produzione, la commercializzazione e l’uso di prodotti caratterizzati da un minor impatto ambientale e di fornire al consumatore una migliore informazione sulle prestazioni ecologiche di tali prodotti, garantendo nel contempo la loro idoneità all’uso.

Tale regolamento stabilisce infatti che l’incidenza dei prodotti sull’ambiente debba essere valutata in base a determinati criteri ecologici, vale a dire:
  • contenimento dei consumi di risorse naturali e dei dispendi energetici;
  • contenimento dei consumi di materie prime;
  • riduzione delle emissioni inquinanti nell’aria, nell’acqua e nel suolo;
  • riduzione della produzione di rifiuti e promozione del loro riutilizzo;
  • riduzione dell’inquinamento acustico ambientale;
  • ottimizzazione della durata in uso dei prodotti.
Il marchio di qualità ecologica Ecolabel non viene assegnato alle sostanze e ai preparati che risultano pericolosi ai sensi delle Direttive  CEE 67/548 e CEE 88/379 e ai prodotti fabbricati con processi che possono nuocere all'uomo e all'ambiente.


Procedure per ottenere il marchio Ecolabel

L'assegnazione del marchio Ecolabel viene fatta in base ai criteri ecologici sopra citati, che vengono definiti per gruppi di prodotti da una Commissione alla quale fanno capo i rappresentanti di varie categorie di operatori (rappresentanti dell'industria, del commercio, delle organizzazioni dei consumatori e delle organizzazioni ecologiste). Attualmente sono impegnati nell'elaborazione di tali criteri circa 30 gruppi di lavoro tra i quali si occupano di prodotti per l'edilizia il gruppo delle piastrelle ceramiche, quello degli adesivi e delle vernici per interni. i produttori possono richiedere l'assegnazione del marchio di qualità ecologica Ecolabel all'organismo competente dello Stato membro nel quale il prodotto è fabbricato o immesso in commercio. L'organismo, in caso di accoglimento favorevole della domanda, formalizza un contratto con il richiedente per stabilire le condizioni d'uso del marchio (periodo di validità, motivi principali alla base dell'assegnazione, etc.).


Organismi italiani di certificazione

Il sistema di certificazione prevede che l'emissione delle attestazioni venga fatta da organismi di certificazione accreditati dal SINCERT (Sistema Nazionale Accreditamento Organismi di Certificazione). Per quanto riguarda l'Italia i principali organismi che certificano i prodotti e i sistemi di qualità delle aziende sono:

  • CERMET: certificazione dei sistemi qualità delle aziende operanti nel settore degli apparecchi ed impianti meccanici, della consulenza tecnica e dell'ingegneria;
  • CISQ: federazione sovrasettoriale di certificazione indipendente dei sistemi di qualità aziendale, gestita in modo coordinato dagli organismi di certificazione italiani operanti ciascuno nei settori di propria competenza;
  • ICILA: certificazione dei sistemi qualità per le imprese del settore arredamento e del legno;
  • ICIM: certificazione dei sistemi qualità, ambiente, sicurezza e salute delle aziende e dei servizi;
  • ICMQ: certificazione dei sistemi qualità per imprese di costruzione, ditte produttrici e commercializzatrici di componenti per l'edilizia, studi di progettazione, società di ingegneria;
  • IMQ: certificazione di sistemi qualità, sistemi di gestione delle aziende (salute e sicurezza sul uogo di lavoro);
  • UNI: sistemi di certificazione qualità delle società di consulenza.


A chi è rivolto il marchio Ecolabel?

A partire dagli anni '70 i produttori di materiali e componenti per il settore edilizio hanno cominciato a porre maggiore attenzione alla necessità di divulgare la qualità dei prodotti, non solo per rispondere alla crescente richiesta di qualità da parte dei consumatori, ma anche in seguito al verificarsi di una progressiva segmentazione del mercato e alla sempre maggiore concorrenza tra i produttori. Questi fatti hanno, da un lato favorito lo sviluppo dell'informazione tecnica e, dall'altro, creato la necessità di documentare con dati oggettivi l'effettiva qualità dei prodotti. Le ditte migliori hanno così formato Associazioni di categoria con il preciso scopo di promuovere e sviluppare tutte le iniziative necessarie per attestare la qualità dei prodotti attraverso lo strumento del cosiddetto marchio di qualità.

Il marchio di qualità ecologica Ecolabel si rivolge ai consumatori ai quali garantisce che i prodotti oltre ad avere prestazioni elevate hanno un ridotto impatto ambientale lungo l’intero ciclo di vita. Non si applica ai prodotti alimentari né ai mangimi per animali, ai medicinali ed ai dispositivi medici.





Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.