Header Ads

Fibre strutturali d’acciaio

Le fibre strutturali d'acciaio sono utilizzate per rinforzare i calcestruzzi, vediamo da cosa sono composte queste fibre d'acciaio e che caratteristiche ha il prodotto finito.

Le fibre strutturali in acciaio sono fibre in acciaio al carbonio, ottenute da taglio di filo metallico, con profilo ad aderenza migliorata, per il rinforzo tridimensionale, strutturale, di conglomerati cementizi in genere.
Le recenti tecniche costruttive permettono di realizzare solette molto resistenti in spessori contenuti; è il caso dei calcestruzzi fibrorinforzati che nei solai in laterocemento trovano un campo sempre più frequente di utilizzo.
calcestruzzo fibrorinforzato
(Fonte: edilportale.com/)
I calcestruzzi fibrorinforzati, denominati FRC (Fiber Reinforced Concrete), sono confezionati mediante l’impiego delle fibre strutturali d’acciaio in aggiunta ai tradizionali ingredienti per la produzione dei conglomerati cementizi. 

L'addizione delle fibre strutturali d’acciaio permette di aumentare notevolmente le prestazioni meccaniche del manufatto in relazione a tenacità, duttilità e resistenza a fatica, le resistenze alle sollecitazioni dinamiche, il comportamento meccanico a trazione e flessioni, anche post-fessurativo, e la resistenza agli urti e all'usura.

Descrizione delle fibre strutturali d’acciaio

Le fibre strutturali d’acciaio sono spezzoni sagomati di filo d’acciaio a basso tenore di carbonio trafilato a freddo che, introdotti nel calcestruzzo in fase d’impasto, consentono di eliminare la rete di contrasto. La forma delle fibre, in particolare la piegatura sigmoidale alle estremità, conferisce loro notevole resistenza allo sfilamento. Le fibre strutturali d’acciaio sono fornite allineate in placchette per facilitare il dosaggio e l’introduzione nell'impasto cementizio.
Le fibre strutturali in acciaio aggiunte all’impasto del calcestruzzo, contrastano le tensioni interne che si innescano spontaneamente nel pavimento durante l’indurimento o maturazione.
fbr
(Fonte: pavimentiindustriali.com/)

I campi di impiego delle fibre strutturali d’acciaio

Le fibre strutturali d’acciaio sono impiegate per il confezionamento di calcestruzzi fibrorinforzati in generale e calcestruzzi strutturali spruzzati (shotcrete, spritz-beton). Il calcestruzzo fibrorinforzato  è un materiale composito a matrice cementizia addittivato con fibre di varia natura e geometria. Questa composizione conferisce al calcestruzzo una significativa resistenza a trazione e a compressione, una notevole duttilità ed una maggiore resistenza al taglio rispetto ai calcestruzzi tradizionali.
Attualmente la normativa non offre un quadro chiaro di tutti i possibili campi di impiego dei calcestruzzi fibrorinforzati nell’ambito strutturale, non essendo classificati in senso stretto come calcestruzzi.
(Fonte: netconcrete.info/)
Inoltre le fibre strutturali in acciaio da aggiungere al calcestruzzo fresco sono ideali oltre che per i pavimenti industriali, anche per i pavimenti stampati, i pavimenti in cemento decorativi e i massetti, strade e piazzali di sosta. Distribuiscono i carichi della pavimentazione prevenendo la formazione di crepe e fessure, possono sostituire la classica rete elettrosaldata in ferro.

Vantaggi delle fibre strutturali in acciaio

I calcestruzzi fibrorinforzati, rispetto ai tradizionali conglomerati, sono caratterizzati da una eccellente resistenza alla fessurazione in fase plastica, dalla capacità di limitare lo sviluppo del quadro fessurativo indotto dal ritiro idraulico, dal possedere capacità resistenti a trazione nella fase post-fessurata e di resistere all’azione degli urti, dei carichi impulsivi e di quelli ciclici.
Le fibre strutturali d’acciaio, in sostituzione alla rete elettrosaldata, determinano notevoli vantaggi strutturali:
- riduzione degli spessori a parità di carico;
- perfetta omogeneità di resistenza del massetto anche nei punti critici, come nei giunti normali e di costruzione;
- riduzione delle micro-spaccature e contrasto del ritiro del calcestruzzo;
- riduzione del fenomeno “Curling”;
- elevata garanzia di durata;
- Miglior comportamento agli urti ed ai fenomeni di fatica per effetto dell’applicazione di carichi ciclici;
- Maggiore portanza delle pavimentazioni a parità di spessore;
- Riduzione dei tagli nelle pavimentazioni industriali;
- A parità di portanza riduzione dello spessore delle pavimentazioni;
- Riduzione degli oneri di manutenzione per effetto del minor numero di giunti e della prevenzione del rischio fessurativo;
- Riduzione dei costi di realizzazione dei pavimenti per l’eliminazione dei distanziatori, della rete elettrosaldata e dei tempi di posizionamento dell’armatura metallica.
(Fonte: tecnaria.com/)

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.