Header Ads

Il tetto piano ventilato: come funziona e che vantaggi ha

I consumi energetici degli edifici possono essere diminuiti anche tramite la ventilazione del tetto. Scopriamo il tetto ventilato piano. 

Un tema sempre più importante degli ultimi anni è l’eccessivo consumo energetico degli edifici, consumo che è possibile ridurre in modo considerevole attraverso la ventilazione del tetto.
Il tetto ventilato è una copertura che permette il deflusso dell’aria riscaldata, attraverso i moti convettivi che si formano all'interno di un’intercapedine posta tra il rivestimento e il tetto. I benefici della ventilazione sono un risparmio energetico di circa il 40% ed una maggiore durata degli elementi sottostanti il tetto.
tetto ventilato
(Fonte: bonarrigo.altervista.org)

Strati funzionali di un tetto piano ventilato

Da un punto di vista teorico un tetto piano può essere considerato come un elemento edilizio costituito dalla sovrapposizione di diversi strati, ad ognuno dei quali compete un ruolo specifico. Va detto che la copertura piana non è un tetto, storicamente ma anche linguisticamente parlando, ma appunto un solaio complesso isolato e impermeabilizzato definito appunto “copertura piana”.
Introdotti soprattutto per motivi “estetici” dagli architetti del Movimento Moderno, come momento di rottura dalla tradizione classica e come nuova opportunità funzionale di utilizzo innovativo, i tetti piani sono caratterizzati da una pendenza molto contenuta, strettamente necessaria per assicurare l’allontanamento dell’acqua verso gli scarichi, per questo essi necessitano di un sistema di impermeabilizzazione costituito da un insieme di strati integrati tra loro. 
Inoltre il tetto piano ventilato è composto dai seguenti strati:
- Struttura portante: ha la funzione di resistere ai carichi di esercizio della copertura e al peso proprio dei suoi strati costituenti;
- Barriera al vapore: impedisce il passaggio del vapore e, di conseguenza, la formazione di condensazione nella massa degli strati;
- Strato di isolamento termico: ha lo scopo di incrementare la coibenza fino al valore richiesto e deve garantire una adeguata resistenza ai carichi di esercizio;
- Strato di ventilazione: ha lo scopo di controllare le condizioni igrometriche della copertura mediante il ricambio d’aria.
tetto ventilato
(Fonte: naturalia-bau.it)

Principi di funzionamento di un tetto ventilato

D’estate, la copertura si riscalda trasmettendone il calore nella parte sottostante, dalle strutture portanti del tetto fino all’interno del fabbricato. Specie dove l’irraggiamento solare è molto intenso questo problema può essere limitato con un tetto ventilato, dove l’aria fresca che entra riscaldandosi per via dell’irraggiamento solare tende a fuoriuscire, permettendo così una ventilazione costante del tetto e mitigando di conseguenza la temperatura interna degli ambienti per un sano e confortevole benessere.
In autunno-inverno, a causa delle basse temperature esterne possono formarsi fenomeni di condensa che alla lunga sono causa di muffe e gocciolamenti. Con la ventilazione del tetto, la circolazione dell’aria permette che il manto impermeabilizzante e isolante della copertura resti sempre asciutto garantendo in tal modo una durata maggiore degli elementi costitutivi la copertura.

I vantaggi di usare un tetto piano ventilato

Non solo la copertura a falde può essere ventilato ma anche le coperture piane. Per un funzionamento ottimale sempre più nelle moderne architetture per avere una migliore efficienza energetica si tende a combinare assieme il sistema costruttivo delle facciate ventilate e coperture ventilate. Il tetto piano ventilato presenta, come quello a falde, notevoli vantaggi:
- Il tetto piano ventilato assicura un migliore benessere termo-igrometrico;
- Nella stagione estiva gli irraggiamenti tipici italiani possono portare ad un surriscaldamento con temperature nell’ordine degli 80 C°: la ventilazione all’interno dell’intercapedine permette di asportare parte del calore derivante dall’irraggiamento; nella stagione invernale, la circolazione dell’aria impedisce il formarsi di muffe e gocciolamenti dovuti all’umidità;
- La ventilazione del tetto piano ventilato evita inoltre il ristagno dell’umidità al di sotto del manto di copertura e quindi evita la formazione di muffe od altro che possono portare  ad un degrado della struttura;
- Il tetto piano ventilato garantisce notevole risparmio sui consumi energetici (riscaldamento/raffrescamento).

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.