Header Ads

Bonus giardini e terrazzi 2018: cos’è e come funziona

Introdotto all'interno della legge di bilancio 2018 il bonus verde per giardini e terrazzi incentiva la creazione e la riqualificazione delle aree verdi private e condominiali. Come funziona e come ottenere il bonus giardino.

(Fonte: volpicase.it/)
Il Bonus giardini e terrazzi  è la nuova detrazione fiscale introdotta con la nuova legge di bilancio 2018, il cui testo è stato appena approvato dal consiglio dei ministri lo scorso 16 Ottobre. 
Con la legge di bilancio 2018, entrano in vigore diverse novità a partire dall’istituzione del Bonus Verde e dalla stabilizzazione dell’Ecobonus  2018 per i condomini per 5 anni mentre per le case private, uffici, negozi e capannoni, la detrazione del 65% è prorogata per tutto il 2018 insieme al bonus ristrutturazioni.

Cos’è il Bonus giardini e terrazzi (Bonus Verde) e a chi interessa

Il Bonus giardini e terrazzi è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2018 per i seguenti interventi:
- sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
- realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).
(Fonte: investireoggi.it/)
Può beneficiare della detrazione del bonus giardini e terrazzi chi possiede o detiene, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese. La detrazione spetterà non solo per le singole unità, ma anche per i condomini in relazione alle spese condominiali sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni del condominio (giardini, spazi verdi, impianti di irrigazione condominiali, messa a dimora di siepi, piante, ecc.). Il bonus giardino e terrazzi non è alla persona ma è sulla casa, pertanto, nel caso si posseggano due immobili sui quali far eseguire interventi agevolabili, è possibile sommare le due detrazioni, arrivando così per ciascuna casa, a poter detrarre il 36% di 5.000 euro.

Perché utilizzare i vantaggi del Bonus giardini e terrazzi? 

Il bonus giardini e terrazzi serve per stimolare gli interventi di miglioramento e riqualificazione degli spazi verdi in quanto, come abbiamo visto, consiste in una detrazione per chi sostiene le spese per questo tipo di interventi. L’agevolazione è a 360 gradi in quanto riguarda le aree scoperte di ogni tipo: giardini, terrazzi, balconi, anche condominiali, giardini pensili e coperture, messa a dimora di piante e arbusti. Sono compresi gli interventi per impianti di irrigazione e il recupero del verde di giardini di interesse storico. Nel 2018, Il bonus giardini e terrazzi potrà essere utilizzato anche i costi di progettazione e la manutenzione delle aree verdi esistenti.
Inoltre il bonus giardino e terrazzi può essere la svolta, l’inizio di un nuovo modo per ripensare gli spazi verdi delle città, per ricostruire, anche al loro interno, habitat naturali e biodiversità, uno stimolo al settore florovivaistico.
(Fonte: arredamento.it/)

Quali sono le spese ammissibili col Bonus giardini e terrazzi

Le spese ammissibili riguardano:
- sistemazione del verde: giardini, terrazzi, balconi anche condominiali;
- recupero del verde di giardini di interesse storico.
- fornitura di piante o arbusti;
- riqualificazione di prati;
- lavori e interventi per la trasformazione di un’area incolta in aiuole e piccoli prati, (in attesa di conferma).
Gli interventi riguardano: giardini, giardini pensili, terrazzi, balconi anche condominiali, giardini di interesse storico.
(Fonte: readyhomesolutions.it/b)

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.