Header Ads

Il degrassatore: cos’è e quando serve

Nel tempo si è andata sempre più perfezionando la progettazione ma anche l’esecuzione di fognature domestiche che raccolgono i liquami dei nostri bagni e cucine e li convogliano verso la Fognatura Nera pubblica. Il degrassatore elemento necessario nella fognatura domestica.

Degrassatore statico in cemento
(Fonte: gazebo.it/)

Cos’è e come funziona un degrassatore?

In molte situazioni quotidiane si presentano le condizioni sufficienti a creare una contaminazione derivante da grassi animali e vegetali, ciò rende necessario fare, attraverso il degrassatore un trattamento depurativo prima di essere convogliate in fognatura. 
Il degrassatore statico chiamato anche vasca condensa grassi o disoleatore per oli vegetali è quel contenitore appunto che viene utilizzato come pretrattamento delle acque grigie di origine civile (provenienti da cucine, lavatrici, lavabi, docce, ecc.), prima del recapito in pubblica fognatura o a monte di un idoneo impianto di depurazione. Questi tipi di refluo tendono a flottare e indurirsi fino a diventare solidi motivo per cui queste vasche prefabbricate vengono installate prima dell'immissione nelle fognature pubbliche. Il loro impiego evita problemi di intasamento nelle condotte e aiuta il funzionamento dei depuratoria valle trattenendo il materiale grossolano.
Il degrassatore è altro che un separatore di grassi che funziona in base al principio di gravità, per differenza di densità: le sostanze pesanti cadono a fondo e le sostanze leggere, quali grassi e oli, galleggiano in superficie. Per differenza di densità, le sostanze pesanti cadono a fondo e le sostanze leggere, quali oli grassi, galleggiano in superficie e possono essere facilmente rimossi.
Passaggio da una vasca all’altra del degrassatore
(Fonte: gazebo.it)

Come dimensionare il degrassatore e quali materiali utilizzare

Per progettare e dimensionare correttamente un pozzetto degrassatore (talvolta denominato anche "sgrassatore") è necessario conoscere la potenzialità dello scarico in termini di abitanti equivalenti ( di solito almeno 50 litri per abitante equivalente), portata idraulica (litri al secondo) o numero di pasti coperti giorno. In base a questi dati si definisce un volume corretto e capace di separare schiume e fanghi contenuti nelle acque reflue.
Il degrassatore statico può essere realizzato in diversi materiali tipo vetroresina, Pvc, polietilene etc. ma rimane senza dubbio quello in cemento armato fibrorinforzato la soluzione tecnicamente ed economicamente vantaggiosa questo perché la resa depurativa e la struttura autoportante e la durabilità sono garantiti nel tempo.

Quando bisogna usare il degrassatore?

La normativa D.L. 152/06 “Norme in materia ambientale” prevede per grassi e oli animali/vegetali un limite massimo allo scarico di 20 mg/l in acque superficiali e di 40 mg/l in rete fognaria. Tale decreto stabilisce le norme in materia di difesa del suolo e lotta alla desertificazione, di tutela delle acque dall’inquinamento e di gestione delle risorse idriche.
I degrassatori devono essere adottati nei casi in cui gli scarichi presentino un elevato contenuto di sospensioni leggere (tipicamente grassi e olii di origine animale e/o vegetale).
Principio di funzionamento del degrassatore
(Fonte: karinf.com/5)

Tipologie di degrassatori

I degrassatori o separatori di grassi o più semplicemente chiamati vasche condensagrassi si differenziano in base al tipo di installazione che può essere interrata o fuori terra sia a pavimento che sottolavello. L'installazione interrata è solitamente la più comune e consigliata in quanto se si dispone di spazi sufficienti si possono installare degrassatori, generalmente in polietilene , di grandi dimensioni .
Se non si hanno spazi esterni ai fabbricati per installare il degrassatore interrato si usano quelli per installazione esterna, in cavedi sottoscala magazzini o altro, anche di grandi volumi o di piccoli degrassatori sottolavello. Il funzionamento è per tutti uguale e la manutenzione deve essere operata periodicamente su tutti i degrassatori, naturalmente quelli di volume maggiore devono essere puliti meno frequentemente.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.