Header Ads

Ingegneria impossibile: le 5 opere più incredibili al mondo

Dietro ogni meraviglia dell'ingegneria, ci sono esperti, ingegneri e scienziati che hanno avuto il coraggio di sperimentare nuovi materiali, tecniche di costruzione all'avanguardia, etc. Scopriamo le 5 opere di ingegneria più incredibili.

Dietro ogni meraviglia dell'ingegneria, ci sono esperti, ingegneri e scienziati che hanno avuto il coraggio di sperimentare nuovi materiali, tecniche di costruzione all'avanguardia e hanno, così facendo, rivoluzionato il loro campo. La crescita tecnologica e strutturale ha conosciuto negli ultimi decenni uno sviluppo estremamente rapido, consentendo di compiere grandi progressi in campi dell’architettura e dell’ingegneria strutturale consentendo di costruire opere avveniristiche e impensabili fino a pochi anni fa.
Il risultato di questa crescita globale ha trovato riscontro anche nell’ampliamento urbano che si è arricchito di opere avveniristiche ed uniche in tutto il mondo, progetti firmati dai più grandi studi di architettura e ingegneria.  In questa rassegna vi proponiamo 5 opere più incredibili al mondo realizzare negli ultimi anni. Scopriamo come vengono realizzate le strutture più incredibili del mondo.

Stadio nazionale di Pechino

Lo stadio ha come principale caratteristica la sua copertura, indipendente dalla struttura interna, che rende lo stadio paragonabile ad un nido d'uccello. Essa infatti si presenta come una mastodontica griglia di elementi d'acciaio chiusa da uno strato di materiale semi-trasparente. Ideato dall’architetto cinese Ai Weiwei, è stato realizzato in occasione dei Giochi Olimpici del 2008, quando ospitò le cerimonie di apertura e di chiusura. E’ composto da una doppia struttura: una più interna in cemento e una più esterna in acciaio. I costi di manutenzione annuali di questo incredibile stadio si aggirano intorno agli 11 milioni di dollari.
(Fonte: socialup.it/)

CCTV Headquarters

Il quartier generale della China Central Television è un grattacielo di 234 metri e 51 piani. Situato nella capitale Pechino, è stato ultimato nel dicembre 2008 pochi mesi dopo la conclusione dei Giochi Olimpici estivi. L’edificio è stato costruito in due sezioni distinte che sono state unite per ottenere due torri piegate in alto e in basso; per questo motivo è stato battezzato anche “Boxer Shorts”. Gli architetti sono stati Rem Koolhaas e Ole Scheeren dell’OMA (Office for Metropolitan Architecture) mentre lo studio di progettazione Arup è stato responsabile dell’articolato progetto ingegneristico. La sede della televisione cinese accoglie gli uffici, gli studi di registrazione e di produzione ed il centro di trasmissione. La costruzione dell'edificio è considerata una sfida strutturale, soprattutto perché si trova in una zona sismica.
(Fonte: glasspaint.com)

Guggenheim Museum a Bilbao

Il Guggenheim Museum Bilbao è un museo di arte contemporanea situato in un edificio progettato dall'architetto canadese Frank O. Gehry. Si trova a Bilbao nei Paesi Baschi, nel nord della Spagna. Il Guggenheim di Bilbao è uno dei vari musei della Fondazione Solomon R. Guggenheim.
Il Museo Guggenheim, inaugurato nel 1997, è stato costruito sul luogo di un vecchio terreno industriale e fa parte di un piano di rivalutazione urbanistica di Bilbao. Sin dalla sua apertura si è trasformato in un'attrazione turistica, richiamando visitatori da numerosi Paesi del mondo e diventando così il simbolo della città. Il disegno del museo e la sua costruzione seguono perfettamente lo stile e i metodi di Frank Gehry. Come molti dei suoi lavori precedenti la struttura principale è radicalmente scolpita seguendo contorni quasi organici. Il museo, affermano i progettisti, non possiede una sola superficie piana in tutta la struttura. I pannelli brillanti assomigliano alle squame di un pesce, e ricordano le influenze delle forme organiche presenti in molte opere di Gehry. Per la progettazione il team di Gehry ha utilizzato intensamente simulazioni computerizzate delle strutture, riuscendo così a ideare forme che solamente qualche anno prima sarebbero risultate impossibili anche solo da immaginare.
(Fonte: bbc.com/)

Burj Khalifa, Torre Dubai: il grattacielo più alto del mondo

Il Burj Khalifa si trova a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti econ i suoi 828 metri di altezza, dal 2010 è l’edificio più alto del mondo. Riprende le linee dell'architettura tradizionale islamica, mentre la base del grattacielo si ispira ai petali aperti di un fiore del deserto. Al 122° piano del grattacielo si trova il ristorante più alto in tutto il mondo. Ha 163 piani per oltre 306.500 m2, oltre a 27 terrazze. I lavori per la sua costruzione sono stati fatti durante la notte per evitare le alte temperature che si raggiungono negli Emirati Arabi Uniti. L'investimento di circa un miliardo e mezzo di dollari da parte del governo emiratino ha permesso la completa realizzazione del grattacielo in soli 6 anni.
(Fonte: thrillophilia.com)

Shangai Tower 

La torre con buone ragioni può essere considerata il simbolo della nuova Cina. Si erge per 632 metri nel quartiere di Pudong a Shanghai e di sera illumina le acque circostanti del fiume Huangpu. L'edificio, alto 632 metri, ha 128 piani con una superficie di 380,000 m2, è il grattacielo più alto della Cina ed il secondo più alto al mondo, dopo il Burj Khalifa a Dubai. Accoglie circa 16.000 persone al giorno. La Torre prende la forma di nove cilindri accatastati uno sopra l'altro per un totale di 128 piani, racchiusi da uno strato interno di vetro che si svilupperà lungo la facciata. Il design dei prospetti in vetro del grattacielo sono stati progettati con lo scopo di ridurre del 24% i carichi di vento sulla costruzione. Grazie a questa scelta progettuale, sono stati necessari meno materiali da costruzione, per esempio, il 25% in meno di acciaio strutturale,prevedendo così di risparmiare circa 58 milioni di dollari sul costo dei materiali.
(Fonte: archidaily.com)

Quali sono le opere del passato più incredibili del mondo

La piramide di Giza in Egitto - Costruita nel 2504 a.C., per 3.800 anni è stata l’opera realizzata dall’uomo più grande del mondo. Con i suoi 230 metri di lunghezza e 137 metri di altezza, per la sua costruzione sono stati necessari oltre 2,3 milioni di blocchi di pietra e il lavoro di 30mila persone. Ogni blocco pesava tra le 2,5 e le 8 tonnellate e doveva essere trasportato per più di 800 chilometri.
La grande muraglia cinese - La sua costruzione è iniziata nel 475 a.C. per proteggere le città cinesi dall’invasione degli Unni. Nell’arco di 2.000 anni sono stati costruiti e rifatti i muri, ampliati gli spazi per arrivare a quello che eisite oggi: una muraglia di 8.851 km. Le mura sono alte 7,8 metri e in alcune zono sono larghe 5 metri. Il materiale utilizzato per la loro realizzazione si basa sulla farina di riso.
L’acquedotto di Segovia - Si tratta di un’opera di ingegneria costruita nel 50 a.C. sotto il dominio dell’Impero Romano in Spagna, nell’epoca dell’imperatore Traiano. La sua funzione era quella di trasportare l’acqua dalle montagne fino alla città. L’opera conta 167 archi.
Il ponte Golden Gate - Grazie alla realizzazione di questo mitico ponte, nel 1937 la città di San Francisco è stata collegata al resto della baia. Possiede più di 27.570 cavi per un totale di oltre 128.700 km. Gli oltre 2 km di ponte devono sopportare forti raffiche di vento e il pericolo di terremoti. Poi c’è anche il ponte di Brooklyn . E’ stato il primo ponte sostenuto da cavi di acciaio ed è il più lungo del mondo, 1054 m, con queste caratteristiche. Ad oggi sono circa 144mila i veicoli che ogni giorno attraversano il ponte per andare da Brooklyn a Manhattan.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.