Header Ads

Terrazza Borromini: tra lusso e storia nel cuore di Roma

La Terrazza Borromini si staglia al quarto e quinto piano di Palazzo Pamphilj, al centro di Piazza Navona, un luogo unico ed esclusivo dove trascorrere il proprio tempo ed ammirare una delle viste più belle di Roma.

(Fonte: eitchborromini.com)

Terrazza Borromini: la grande bellezza

Terrazza Borromini è una superba opera di architettura barocca in una delle piazze più belle di Roma e del mondo. Situata al  centro di Piazza Navona, davanti alla fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, terrazza Borromini offre una bellissima vista panoramica su tutta Roma. Terrazza Borromini, è parte integrante di Palazzo Borromini e per l’esattezza del ramo della cosiddetta “Insula Pamphilj” che in passato era il Collegio Innocenziano, voluto da Papa Innocenzo X Pamphilj e realizzato da Francesco Borromini tra il 1644 e il 1655.
Negli spazi della Galleria D'Arte del Palazzo Pamphilj, al quarto piano, è presente Terrazza Borromini, capace di incorniciare una delle viste più suggestiva della celebre Piazza Navona. La splendida terrazza incastonata tra il campanile, e la magnifica cupola di Sant'Agnese in Agone è il luogo unico dove gustate raffinate pietanze accompagnate da un buon calice di vino.
La Terrazza Borromini ospita anche un ristorante che si sviluppa nelle sale che si affacciano su Piazza Navona, impreziosite dagli affreschi del Bernini e che incorniciano una delle prospettive più preziose delle celebri fontane nella piazza.
(Fonte: lineadiretta24.it)

Palazzo Pamphilj e terrazza Borromini ospita un hotel

L’hotel Eitch Borrominè una struttura di sei piani, il cui fiore all’occhiello sono le terrazze, fra cui terrazza Borromini, circondate da cupole e campanili con una vista incomparabile sulla città di Roma. All’interno un arredo sontuoso dei corridoi, che si affacciano su scale e passaggi che permettono scorci interni della chiesa e della sagrestia di Sant’Agnese in Agone, una delle chiese Barocche piu` celebri del mondo, letteralmente incastonata nell’hotel. Il nome di questa porzione del Palazzo Pamphilj è “Collegio Innocenziano”, perché fu Papa Innocenzo X a volerlo e farlo erigere durante il suo pontificato (1644-1655) con lo scopo di preparare alla vita ecclesiastica i giovani nati nei feudi di proprieta` Pamphilj. Sorse sull’area dell’antico palazzo Rivaldi, che nel 1654 fu demolito per costruirvi la sagrestia di S.Agnese in Agone e il Collegio. L’architetto del palazzo fu il celebre Francesco Borromini. Eitch Borromini occupa un’area che si estende tra le vie dell’Anima e Via di S. Agnese e si affaccia al centro di Piazza Navona con una facciata in cui si apre la serliana che appare come una sigla dei progetti borrominiani per i Pamphilj.
(Fonte: terrazzaborromini.com)

L’interno dell’hotel

Le aree comuni sono particolarmente curate e le camere sono definite tutte “suite”; si tratta in molti casi di veri e propri appartamenti anche di 60 metri quadrati, alcuni affrescati, squisitamente arredati e dotati di ogni confort. Alcune delle camere dell’hotel poi hanno un fascino davvero particolare: in quella chiamata “Innocenzo X” abitò proprio il pontefice (protagonista di numerose storie all’interno del palazzo che coincidono con alcuni passaggi e stanze segrete tuttora visitabili). Nella “Suite Orologio” sono ancora visibili i meccanismi che azionano il gigantesco quadrante sulla facciata di Piazza Navona.
Ma quello che toglie veramente il fiato sono le terrazze dell’Eitch, che si fondono con l’ambiente circostante: le fontane, Palazzo Madama, la cupola del Pantheon, il campanile di S. Ivo alla Sapienza, tutte visitabili poi a pochi passi a piedi dalla struttura. Completa l’offerta riservata ai fortunati ospiti dell’hotel la terrazza Borromini, la piu` alta dell’intero circondario. E’ chiamata “La grande Bellezza” in omaggio al film di Paolo Sorrentino ed e` riservata alla ristorazione e ai grandi eventi forte del suo affaccio di 360 gradi su Roma.
Vista su Piazza Navona
(Fonte: tripadvisor.it/)

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.