Header Ads

Come costruire una piscina

Come costruire una piscina: tipologie e materiali

Avere una piscina privata in casa è sempre stato il sogno di tutti ma pochi in realtà possono permetterselo sia per una questione di costi ma anche di spazi. Ma in realtà esistono diversi tipi di piscine con diversi materiali e tipologie costruttive, dimensioni e costi.  Vediamo di capire come costruire una piscina.

come-costruire-una-piscina
Come costruire una piscina (Fonte: https://www.osnaghipiscine.it)

Piscine interrate quale scegliere?

Scegliere una piscina interrata non è una cosa semplice in quanto quello che deciderete ora influenzerà durata, costi, manutenzione e utilizzo della vostra piscina. La scelta non comprende solo ed unicamente la tipologia del materiale di costruzione ma anche alcuni aspetti che sono dirimenti nella scelta: filtrazione a skimmer o a sfioro, forma della piscina, dimensione, rivestimenti, costi. Di sicuro una piscina interrata, rispetto a una piscina fuori terra, permette di avere una struttura che duri tanti anni, da maggior valore alla vostra casa e ha indubbiamente un maggiore effetto estetico.


Tipologie di piscine

Tralasciando le piscine fuori terra e occupandoci di piscine entro terra esistono numerose tipologie di piscine che variano per modalità costruttiva, tipologia di filtrazione, rivestimento, forma e destinazione d'uso. Vediamo di classificare quali sono i vari tipi:

Tipologie di sistemi di riciclo:

  • Piscina con sistema di riciclo a sfioro: È il sistema per pulire il pelo dell’acqua più valido ed efficiente che ci sia. È anche quello che da i risultati estetici migliori. La tecnica consiste nel far tracimare (traboccare) l’acqua dalla vasca. Questo metodo di pulizia della superficie è adottato obbligatoriamente (al di sopra di certe dimensioni minime), negli impianti natatori pubblici perché garantisce una maggior igiene. Nelle piscine private piccole o medio grandi, tale tecnica di riciclo, viene scelta prevalentemente per motivi estetici: il pelo dell'acqua si trova allo stesso livello del piano circostante.
  • Piscina con sistema di riciclo a kimmer: Le piscine che utilizzano gli skimmer sono di più semplice costruzione e nel caso gli skimmer siano in numero sufficiente (uno skimmer per ogni 25 mq di superficie di specchio d'acqua), offrono capacità di pulizia del pelo acqua, prossimo a quelle con sistema a sfioro. Questo dispositivo,  permette di evitare la realizzazione della vasca di compenso, la costruzione del canale di sfioro con relativa griglia e l’installazione di costosi dispositivi per il controllo e il ripristino del livello acqua.  Il risultato estetico è comunque buono.


Tipologie di rivestimento: 
Il rivestimento della piscina è ciò che viene frapposto tra la struttura portante e l’acqua. Spesso ha anche una funzione impermeabilizzante, oltre a rendere la superficie liscia e pulibile. Vediamo quali sono i materiali più diffusi e le tecniche di rivestimento:

  • Liner in PVC: Il rivestimento in liner armato (rete interna in poliestere) o telo in PVC è senza dubbio quello che ha un rapporto qualità / prezzo migliore. Con questo materiale si ottengono buoni risultati, sia sotto l’aspetto estetico che sotto l’aspetto funzionale.
  • Rivestimento a mosaico o a maioliche: Il mosaico differisce dalla maioliche per dimensione e spesso per l materiale: il mosaico di solito è di tipo vetroso, ovvero composto di materiale che ricorda il vetro, mentre le maioliche sono di ceramica. Sostanzialmente i due prodotti non differiscono di molto e per la loro posa, vanno usate tecniche simili se non addirittura identiche.
  • Rivestimento a resina al clorocaucciù: La resina o vernice al clorocaucciù, è la soluzione più economica, ma anche quella che rende di meno sotto l’aspetto della durata.  Queste resine dopo poco tempo (circa uno o due anni) si spellano, lasciando scoperto la struttura sottostante. Dunque ogni anno andrebbe svuotata la vasca e ritinteggiata. Inoltre queste vasche spesso perdono acqua, perché la resina viene stesa direttamente sulla muratura, senza frapporre malte o membrane impermeabili.

costruire-una-piscina-fai-da-te
Esempio come costruire una piscina fai da te con pareti prefabbricate (Fonte: https://piscinesit.wordpress.com/)

Tipologie costruttive: le due tipologie costruttive più utilizzate sono in muratura o prefabbricate. la prefabbricata è veloce e poco costosa;  tutto in muratura, più solida ma un poco più costosa.

  • Piscina in muratura: con il temine in “in muratura” si intende una vasca realizzata interamente in muratura: il fondo e le pareti. La vasca in muratura, è praticamente indistruttibile e dura per sempre. Lo svantaggio risiede nella tempistica di realizzazione, di poco maggiore rispetto alla stessa vasca realizzata con panelli prefabbricati.
  • Piscina prefabbricata: Per prefabbricata si intende una piscina con il fondo in cemento e le pareti di acciaio zincato. Questa scelta offre due vantaggi: una minore spesa e tempi di realizzazione più brevi.
  • Piscina gettata in cemento armato: con piscine di grandi dimensioni si può procedere con un getto in calcestruzzo armato. Le piscine in cemento armato sono la soluzione utilizzata da più tempo e, per questa ragione, la più diffusa. La costruzione di una piscina in cemento armato è la più costosa tra quelle disponibili, soprattutto per la voce montaggio e installazione dove pesano i lavori edili necessari., mentre è relativamente economica per l’acquisto dei materiali.


come-costruire-una-piscina
Come costruire una piscina in mattoni (Fonte: http://www.piscina-fai-da-te.it)


come-costruire-una-piscina
(Fonte: https://www.preventivofacile.it/)

Come costruire una piscina in cemento armato

Prima di cominciare vorremmo chiarire che, nonostante questa tipologia di piscine abbia una resa estetica di alto livello e offra una lunga durata, richiede un’installazione costosa e laboriosa, con tempistiche lunghe e la necessità di affidarsi a professionisti sia per lo scavo che per la realizzazione della cassaforme e per la gettata di cemento. Vediamo come costruire una piscina in cemento armato:
  • Scavo e preparazione del terreno;
  • Creazione della base;
  • Creazione dei lati della struttura e della scala;
  • Locale tecnico;
  • Posizionamento dei bordi;
  • Nicchie, bocchette e locale tecnico;
  • Rivestimento interno;
  • Riempimento con l’acqua.
Nota bene: ovviamente la piscina che sia in cemento armato, prefabbricata, grande o piccola, interrata o fuori terra necessita di costante manutenzione e l’acqua deve essere costantemente pulita e disinfettata col cloro per evitare il formarsi di batteri e alghe tipici delle acque stagnanti.

come-costruire-una-piscina-in-cemento
Come costruire una piscina in cemento (Fonte: http://www.piscineaquazzura.com)


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.