Come eliminare l'umidità in casa

Come eliminare l’umidità in casa: rimedi e soluzioni

L'umidità può provocare antiestetiche macchie di muffa sui muri e la proliferazione dei batteri che causano che possono essere dannosi per le vie respiratorie e la salute e nei casi più gravi possono anche provocare seri danni alle strutture portanti. Ecco che si rende necessario individuare le cause ed eliminare l'umidità in casa.

bagno-vapore-umidità
Il bagno è il luogo per eccellenza dove si produce vapore e umidità
(foto di wilkernet - Fonte: https://pixabay.com)

Quali tipi di umidità posso esistere e quali sono le cause

La presenza di umidità all'interno delle strutture verticali dell'edificio può essere dovuta a varie cause, (per esempio in cucina o in bagno cucinando o facendoci un bagno caldo) la cui conoscenza è fondamentale per individuare le soluzioni per il risanamento di volta in volta più adatte.

Esistono vari tipi di umidità:
  • Umidità di risalita (o umidità ascendente dal suolo): è quella che risale per capillarità attraverso le porosità della muratura in elevazione, partendo dagli strati del terreno a contatto con la fondazione;
  • Umidità da infiltrazione: è dovuta all'acqua proveniente da strati superficiali del terreno che riesce a infiltrarsi attraverso le pareti dei pian interrati; può provenire anche da un tubo rotto oppure dalla rottura della guaina isolante posta all'esterno della casa;
  • Umidità da condensa: si forma a causa della condensazione del vapore acqueo all'interno delle pareti perimetrali dovuta alle diverse temperature.

Come eliminare l’umidità in casa: consigli pratici fai da te 

La presenza di umidità in casa è un fenomeno naturale che si forma quando ci sono differenze di temperatura tra due strati o tra interno ed esterno. Una corretta progettazione dell'edificio, a partire dalle fondazioni fino ad arrivare alla copertura, di sicuro elimina già in partenza la possibilità della formazione della condensa. Il problema risiede quando l'edificio è vecchio, è progettato male o ci sono dei ponti termici; la presenza di umidità oltre ad essere antiestetica perchè si formano della macchie scure sulla parete intonacata provocandone anche il distacco, è il terreno per la proliferazione di funghi, muffe e batteri che possono essere dannosi per la salute umana. Inoltre nei casi molto gravi, come nei casi di umidità da infiltrazione, possono intaccare e danneggiare seriamente la struttura portante richiedendo interventi strutturali tempestivi ad opera di un ingegnere civile. Di solito la presenza di umidità è denunciata dalla presenza di alterazioni superficiali delle pareti che consentono di risalire alle cause e valutare i possibili rimedi. Ma l'umidità non viene solo dall'esterno, ma anche dall'interno dell'abitazione: gli ambienti in cui bisogna stare più attenti in quanto si produce la maggior quantità di vapore sono senza dubbio la cucina e il bagno.

Per eliminare l'umidità in casa ci sono molti rimedi semplici dovuti sostanzialmente al buon vivere e alla corretta gestione della casa. Per esempio un primo rimedio per eliminare l’umidità in casa è quello di ricorrere a un deumidificatore da mettere in cucina o in bagno, oppure se abbiamo gli split accenderlo mettendolo in modalità deumidificatore. Questo sistema è ottimo per eliminare l'umidità in casa e rendere così l'aria più secca. Possiamo anche utilizzare un rimedio antico che ha la stessa funzione del deumidificatore, ovvero mettiamo del sale dentro una bacinella e la copriamo con un telo o un panno asciutto; il sale attirerà l'umidità e il panno la assorbe.
Ovviamente la regola base per eliminare l'umidità in casa è quella di arieggiare il più possibile le stanze durante il giorno soprattutto la mattina oppure dopo aver cucinato o essersi fatto un bagno caldo. Poi se possibile evitate dopo aver fatto la lavatrice di stendere i panni ad asciugare dentro casa e se lo fate cercate di tenere una finestra vicino leggermente aperta. Infine limitate il numero di piante dentro casa, perchè se da un lato abbelliscono e arredano la casa ossigenando l'ambiente dall'altro aumentano la formazione di umidità.

aria-finestre-umidità
Arieggiare i locali è senza dubbio la regola basilare e molto efficace
per eliminare l'umidità in casa
(foto di Free-Photos - Fonte: https://pixabay.com)


Controllo della condensazione nella massa e della condensazione superficiale nelle pareti perimetrali e nelle coperture piane 

La condensazione della massa deve essere valutata caso per caso, specialmente quando si tratti di parete perimetrale o di coperture piane con strato coibente, in quanto la formazione di acqua dipende dalla composizione degli strati costituenti la parete o la copertura e dalla permeabilità al vapore di ciascuno di essi. Per avere sufficienti garanzie che non avvengano fenomeni di condensazione, è necessario inserire uno strato avente la funzione di barriera al vapore, in corrispondenza della faccia dello strato isolante rivolta verso l'ambiente più caldo. La barriera al vapore assume la duplice funzione di impedire la condensazione del vapore all'interno degli strati della copertura o delle pareti perimetrali e di proteggere lo strato isolante dall'umidità contenuta negli strati sottostanti non ancora sufficientemente asciugati.

Leggi anche: Come posare un isolamento a cappotto

Il rispetto dei valori di isolamento termico imposti dalla normativa pone in genere al sicuro dalla possibilità di condensazione superficiale sulla faccia interna delle pareti perimetrali. Per contro aumenta la possibilità che tale condensazione avvenga in corrispondenza dei ponti termici, cioè delle superfici interne a temperatura più bassa. La presenza di un ponte termico sul quale avviene la condensazione superficiale è in genere denunciata dal colore più scuro che assume la parete o dal deterioramento della tinteggiatura.

vetro-finestra-umidità
Umidità presente su un vetro di una finestra 
(foto di Pexels - Fonte: https://pixabay.com)

Come risanare i muri dall’umidità causata da infiltrazioni

L’umidità di infiltrazione dipende nella maggior parte dei casi dal difettoso funzionamento dei sistemi di smaltimento dell’acqua piovana. Il modo più semplice per risolvere il problema dell’umidità causata da acque superficiali è quello di intercettarle prima che vengano a contatto con le parti interrate dell’edificio. Le tecniche di risanamento più comuni sono:
  • Creazione di un sistema di drenaggio;
  • Creazione di un’intercapedine esterna;
  • Impermeabilizzazione esterna della parete controterra.


Come risanare i muri dall’umidità ascendente mediante barriere alla risalita dell’acqua

Il risanamento dei muri soggette al fenomeno dell’umidità ascendente è realizzabile con soluzioni tecniche diverse e con interventi che impegnano le murature  in modo più o meno “cruento”, aventi lo scopo di fermare la risalita dell’acqua. Tali soluzioni possono essere:
  • Creazione di barriere alla risalita dell’acqua;
  • Impiego di metodi fisico-chimici;
  • Contropareti interne;
  • Impiego di intonaci evaporanti;
  • Trattamento a base di cementi osmotici.

cucina-vapore-umidità
La cucina con la cottura dei cibi è il luogo dove si produce molto vapore acqueo e umidità
(foto di stux - Fonte: https://pixabay.com)

Come risanare i muri dall’umidità causata da condensazione

I rimedi contro l’umidità da condensazione, che devono essere adottati in base ai risultati di apposite verifiche di carattere fisico-tecnico, quali l’impiego del diagramma di Glaser per controllare la possibilità di formazione della condensa, sono essenzialmente di due tipi:
  1. Allontanare l’eccesso di vapore dall’interno degli ambienti mediante adeguati impianti di esalazione o di ventilazione. Banalmente anche arieggiando i locali aprendo le finestre soprattutto quando si cucina o subito dopo aver fatto un bagno caldo dove si produce una grande quantità di vapore acqueo.
  2. Impedire la formazione della condensa mediante l’inserimento di una barriera al vapore nella stratigrafia della parete perimetrale, che arresta la migrazione del vapore attraverso la parete.

Nel caso di costruzioni esistenti, la soluzione 2 non si presenta agevole se non nel corso di radicali ristrutturazioni che comportino il parziale rifacimento delle pareti perimetrali o almeno quello dello strato interno delle pareti a cassavuota.
Durante tali interventi si può operare l’inserimento di una barriera al vapore in corrispondenza del lato più caldo dello strato isolante. Quando ciò non è possibile, si possono adottare soluzioni abbastanza semplici applicando sulla superficie interna delle pareti un rivestimento di lastre di cartongesso dotate di barriera al vapore, le cosiddette lastre antivapore, che tra l’altro costituiscono anche una buona finitura della parete, oppure di un altro materiale dotato di permeabilità al vapore molto bassa. Un’altra soluzione molto valida invece per risanare i muri umidi è costituita dalla facciata ventilata.


Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.