Header Ads

Ogni quanto va fatta la pulizia dei pozzetti? Quando e come farla

Ogni quanto va fatta la pulizia dei pozzetti? Quando e come farla

La pulizia dei pozzetti si effettua impiegando cisterne e serbatoi: attraverso delle pompe idrauliche è possibile aspirare il materiale di scarto e i residui liquidi, per poi trasportarli verso le opportune sedi di trattamento e smaltimento. La loro costante pulizia e manutenzione è fondamentale per garantire sempre performance di alto livello, e allo stesso tempo per avere la certezza di aderire a tutte le normative attualmente in vigore nel settore di: igiene, ecologia e sicurezza.  

ogni-quanto-va-fatta-la-pulizia-dei-pozzetti
Operazione di pulizia dei pozzetti (Fonte: 100mani.it/)

Cosa si intende per pulizia dei pozzetti?

Il pozzetto di scarico è una piccola camera di forma quadrata o rettangolare, installata all'esterno di alcune abitazioni indipendenti appena sotto la superficie del terreno. Qui confluiscono le acque reflue provenienti dal giardino o comunque dall'esterno della casa, per poi essere indirizzate verso l'impianto fognario. Tuttavia, può capitare che il pozzetto o il chiusino in ghisa possa intasarsi a causa dell'accumulo di foglie, rami e detriti di vario genere.
La pulizia dei pozzetti è l’attività di servizio che prevede la completa manutenzione delle reti fognarie, dalla pulizia dei tubi di scarico allo svuotamento di fosse biologiche e pozzetti fognari. Si può suddividere in almeno due grandi settori:

  • Spurgo civile;
  • Spurgo industriale.

Come fare la pulizia dei pozzetti?

La pulizia dei pozzetti è composta principalmente da due operazioni:

  1. Svuotamento: operazione che si esegue inserendo il tubo di aspirazione all’interno della fossa biologica o del manufatto da svuotare. Azionando il depressore e aprendo la valvola di carico, il materiale che si trova all’interno inizia ad essere aspirato dalla cisterna attraverso il tubo. Il metodo e la tecnica di aspirazione variano in base alla consistenza del materiale da aspirare. Ad esempio nel caso di svuotamento di pozzetti degrassatori (raccolta degli scarichi della cucina), solitamente ci si aiuta con uno strumento detto “palino”, che serve a scrostare le pareti del pozzetto e a rompere eventuali “blocchi” di materiale.
  2. Stasatura: operazione che permette il lavaggio dei tubi di scarico. Si procede mediante l’inserimento nel tubo di una sonda ad alta pressione, munita di una testina con fori attraverso cui passa l’acqua in pressione che, avanzando nel tubo, lo pulisce dalle incrostazioni. Questa operazione va ripetuta con diversi passaggi fino ad ottenere la pulizia completa del tubo.
pulizia-dei-pozzetti-quando-e-come-farla
Come pulire i pozzetti fai da te (Fonte: vitavaricolori.altervista.org)

In alcune occasioni durante la pulizia dei pozzetti si possono svolgere altre operazioni complementari quali:
  1. Pulizia caditoie e griglie: svuotamento, pulizia e lavaggio dei pozzetti di raccolta acqua piovana su strada o piazzali, spesso svolto a completamento dello spurgo. È un’operazione molto simile allo svuotamento, anche se si aspirano prevalentemente sabbia, terra, sassi, foglie penetrati attraverso i coperchi grigliati. Spesso ci si aiuta con la lancia ad alta pressione posizionata all’estremità della gomma al posto della sonda.
  2. Videoispezione: inserimento di una videocamera nei tubi per controllarne lo stato. Questa attività può essere di completamento allo spurgo o eseguita in esclusiva. Si attua videoispezione “esclusiva” intervenendo semplicemente con la videocamera ed un furgone in caso di verifica di tubi di sfiato o pluviali che, non essendo sporchi, non necessitano prima di un lavaggio. Generalmente, invece, si utilizza la videoispezione a completamento di un intervento di spurgo, per verificare le cause di un’ostruzione, o in contemporanea all’utilizzo della sonda ad alta pressione per riuscire a direzionare la stessa in caso di diramazione dei condotti.
pulizia-dei-pozzetti-quando-e-come-farla
Esempio di pozzetto intasato e che necessita di una pulizia (Fonte: ilcostruttoreedile.blogspot.com)

Ogni quanto conviene fare la pulizia dei pozzetti?

Il corretto funzionamento dei pozzetti viene garantito da una manutenzione adeguata e da interventi di monitoraggio frequenti, ad opera di ditte specializzate, oppure se non si vuole rincorrere a professionisti si può rincorrere anche al fai da te. Lo svuotamento della fossa biologica deve avvenire di norma una volta l’anno, con rimozione contestuale di schiume e altri residui che possano otturare il condotto di deflusso. Per quanto riguarda i pozzetti, i quali non sono previsti di canali di deflusso, lo svuotamento e la pulizia devono avvenire con maggiore frequenza: in particolare, i pozzi neri devono essere svuotati con frequenza proporzionale alla quantità di liquidi gestita. E’ inoltre importante tenere sempre sotto controllo il livello dei liquidi, evitando un sovraccarico all’interno.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.