Header Ads

Il co-housing e le abitazioni collaborative come soluzione per la vecchiaia

Il co-housing e le abitazioni collaborative come soluzione per la vecchiaia

Il co-housing è uno stile di vita collaborativo, che privilegia i rapporti di buon vicinato per garantire alta qualità della vita. Vivere in co-housing (letteralmente “abitare insieme”) significa vivere secondo uno stile di vita qualitativo, in equilibrio tra l’autonomia della casa privata e la socialità degli spazi comuni, all’interno di luoghi co-progettati da e con le persone che li abiteranno. Condividere gli spazi comuni agevola la socializzazione e consente di risparmiare sui costi di gestione. Sta diventando uno stile di vita sempre più diffuso. Sono aggregazioni apolitiche, apartitiche, non accomunate da credo religiosi o ideologici. Oggi, l’esperienza del co-housing, si sta diffondendo anche in Italia, con un modello evoluto e di grande successo.

co-housing-abitazioni-collaborative
La Corte dei Girasoli, il Cohousing di via Fiume a Vimercate (Fonte: www.ilcittadinomb.it)

Cos’è il co-housing?

Il co-housing è una tipologia abitativa che prevede un complesso di abitazioni private che condividono spazi comuni tra i quali: lavanderia, cucine, sale giochi per i bambini, palestra. Di solito un progetto di co-housing comprende dalle 20 alle 40 famiglie che convivono come una comunità di vicinato (vicinato elettivo) e gestiscono gli spazi comuni in modo collettivo ottenendo in questo modo risparmi economici e benefici di natura ecologica e sociale.
Il co-housing nacque in Danimarca verso la fine degli anni sessanta, da allora vi è stata una progressiva diffusione in Svezia, Olanda, Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone.
Il co-housing si sta affermando come strategia di sostenibilità: se da un lato, infatti, la progettazione partecipata e la condivisione di spazi, attrezzature e risorse agevola la socializzazione tra gli individui, dall’altro questa pratica favorisce la costituzione di gruppi d’acquisto solidale, il car-sharing o la localizzazione di diversi servizi, che consentono un buon risparmio energetico e diminuiscono l’impatto ambientale.

urban-village-navigli-Milano-co-housing
Urban Village Navigli a Milano (Fonte: www.internews.biz)

Caratteristiche e vantaggi del co-housing

Ogni progetto di co-housing ha una storia diversa e proprie caratteristiche, ma vi sono anche molti tratti in comune, vediamoli di seguito quali sono le caratteristiche e i vantaggi di questa forma abitativa:

  • Progettazione partecipata: i futuri abitanti partecipano direttamente alla progettazione del “villaggio” in cui andranno ad abitare scegliendo i servizi da condividere e come gestirli;
  • Vicinato elettivo: persone dalle esperienze differenti si aggregano al fine di formare una comune condivisa;
  • Comunità non ideologiche: al formarsi della comunità non ci sono principi ideologici, religiosi o sociali, così come non ci sono vincoli specifici all’uscita dalla stessa;
  • Gestione locale: le comunità sono amministrate direttamente dagli abitanti, che si occupano anche di organizzare i lavori di manutenzione e della gestione degli spazi comuni;
  • Struttura non gerarchica: responsabilità e ruoli di gestione degli spazi e delle risorse condivise vengono suddivise tra gli abitanti ma nessuno esercita alcuna autorità sugli altri membri; le decisioni sono prese sulle base del consenso;
  • Sicurezza: c’è la garanzia di un ambiente sicuro e di collaborazione per la crescita dei bambini e per la sicurezza dei più anziani;
  • Privacy: l’idea del co-housing permette di coniugare i benefici della condivisione di alcuni spazi e attività comuni, mantenendo l’individualità della propria abitazione e dei propri tempi di vita;
  • Benefici economici: la condivisione di beni e servizi consente di risparmiare sul costo della vita perché si riducono gli sprechi anche con il costo dei beni acquistati collettivamente.

Vantaggi ambientali di sostenibilità e risparmio energetico del co-housing

I co-housing, spesso organizzati in gruppi di acquisto solidale (GAS) sono molto attenti al risparmio energetico, alla qualità edilizia (bioedilizia, classe energetica elevata), all’uso consapevole delle risorse, all’acquisto di prodotti a km zero ecc. Se moltiplicassimo questi vantaggi sul numero potenziale di co-housing, tutti questi vantaggi avrebbero anche un riscontro sociale di portata notevole.
Inoltre la vita in co-housing stimola la socialità e la collaborazione tra le persone, consente agli abitanti di vivere utilizzando spazi e servizi (che possono essere autogestiti o dati in gestione) che rendono la vita più facile e meglio organizzata. Questo spesso si riflette anche al di là dei confini del co-housing, nel quartiere e nella città (se c’è un asilo nido nel co-housing, spesso questo è aperto anche ad accogliere altri bambini del quartiere, se si organizzano mostre, attività ecc, esse possono essere aperte a tutti, a beneficio della comunità circostante).

co-housing-borgo-quattropassi
Il borgo "Quattro passi" di Villorba rappresenta un esempio di Co-housing caratterizzato da una forte attenzione all’efficienza energetica e sostenibilità ambientale del costruito, studio Tam Associati (Fonte: wienerberger.it)

Il co-housing e le abitazioni collaborative come soluzione per la vecchiaia


Questo modello abitativo chiamato co-housing  propone uno stile di vita che recupera valori solidali e di collaborazione reciproca tra persone che vivono nelle vicinanze. Le motivazioni che portano le persone più anziane ad adottare questo tipo di vita sono differenti. Spesso, nascono per via del pensiero di un futuro che non si desidera, come per esempio: “non voglio essere un peso per i miei figli”, “non voglio che nessuno decida per me il luogo in cui andrò a vivere”, ecc.
Queste riflessioni possono risultare impulsive, ma l’idea si consolida e diventa più forte quando la persona vede il co-housing come un’enorme opportunità: invecchiamento attivo, supporto emotivo da parte di una comunità in cui ci si sente inclusi, risparmio economico, un ambiente di formazione in cui intraprendere progetti e che si adatta alle esigenze di ognuno che col tempo possono cambiare, molto divertimento.

abitazioni-collaborative-come-soluzione-per-la-vecchiaia
Abitazioni collaborative come soluzione per la vecchiaia (Fonte: www.green.it)



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.