Il ricambio aria in casa

Il ricambio aria in casa: importanza e rischi

Sia negli ambienti domestici che nei luoghi di lavoro è molto importante garantire il ricambio d'aria per la salute e il benessere delle persone e per mantenere l'ambiente salubre ed evitare la proliferazione di muffe. 

ricambio aria-finestra-aria pulita-aria fresca
L'importanza di aprire le finestre per fare il ricambio d'aria naturale
(foto di Free-Photos - Fonte: https://pixabay.com)

Importanza di una corretta ventilazione

Il ricambio d'aria in casa si ottiene anche attraverso una buona ventilazione dei locali per garantire la salubrità degli ambienti eliminando concentrazioni di umidità e immettendo aria fresca e pulita dentro in casa.
E’ molto importante assicurare una corretta ventilazione e un ricambio d'aria in casa per diversi motivi che elenchiamo di seguito:
  • una corretta ventilazione permette tra l'altro di eliminare odori sgradevoli che possono provenire dal bagno o dalla cucina o comunque da qualsiasi stanza della casa attraverso le finestre;
  • la ventilazione e il ricambio d'aria in casa permettono di ridurre la polvere ed abbassare il livello di particelle inquinanti riducendo il rischio di asma e allergie varie. Anche molti arredi tendono a rilasciare sostanze inquinanti delle colle o dei rivestimenti e il ricambio d'aria in casa contribuisce ad abbassare il livello inquinante;
  • il ricambio d'aria in casa è l'arma vincente per contrastare la formazione di muffe dovute all’umidità di condensa soprattutto nelle abitazioni che hanno più di vent'anni; 
  • altra cosa importantissima la ventilazione e il ricambio d'aria permettono di eliminare o ridurre al minimo il pericolo di dispersioni di monossido di carbonio provenienti dalla caldaia, stufe e caminetti con tiraggio insufficiente o nel caso della caldaia in cui non sia stata fatta una corretta manutenzione, che possono essere mortali (a tal proposito ti consiglio di leggere questo articolo: "La manutenzione della caldaia").
Nel caso invece di edifici nuovi costruiti con i criteri della bioedilizia ed efficienti dal punto di vista energetico spesso tra cappotto termico esterno e infissi a taglio termico in vetrocamera passa zero aria e quindi è fondamentale arieggiare i locali per garantire il ricambio d'aria in casa.



ricambio aria-ventilazione-ventilatore
Ventilazione con un ventilatore a soffitto
(foto di BUMIPUTRA - Fonte: https://pixabay.com)

Metodi per favorire il ricambio d’aria in casa

Come abbiamo appena visto è molto importante e fondamentale favorire il ricambio d’aria in casa. Vediamo di seguito i metodi più comuni per ottenere il ricambio d’aria in casa:
  • Arieggiare la stanza aprendo le finestre: la prima regola in assoluto per garantire il ricambio d'aria in casa è quello di aprire le finestre, una pratica che bisognerebbe fare tutti i giorni e tutte le mattine. Una cosa importante invece di tenere la finestra semiaperta per molto tempo è meglio aprire tutta la finestra per poco tempo; 5-10 minuti sono sufficienti per garantire il ricambio d'aria in casa. Meglio ancora se ci sono due finestre contrapposte su due stanze diverse, apritele tutte e due in modo da favorire la ventilazione e un moto convettivo per avere un ricambio d'aria in tutta la casa e non solo sulla singola finestra. L'ideale sarebbe avere aperture sui lati nord e sud della casa: grandi aperture a sud per far entrare il sole d'inverno e proteggersi dai raggi solari d'estate con tendaggi e frangisole e piccole aperture a nord con muri ben isolati; in questo modo aprendo le finestre sui due lati si ottiene un ottimo ricambio d'aria. Infine quando aprite le finestre per il ricambio d'aria è meglio farlo alla mattina (magari appena alzati) e comunque con i termosifoni spenti per evitare sprechi inutili.

  • Sistemi di ventilazione meccanica: quando non è possibile aprire le finestre manualmente per garantire il ricambio d'aria in casa allora bisogna installare un impianto di ventilazione meccanica, ovvero un impianto che garantisce il corretto ricambio d'aria degli ambienti. Questo in genere raramente avviene per le abitazioni, molto più spesso invece avviene per gli uffici, gli edifici commerciali, aziende, etc. dove non sempre è possibile fare la ventilazione naturale per garantire il ricambio d'aria. In casa il classico esempio dove viene usata la ventilazione meccanica forzata è nei bagni ciechi e nei ripostigli, cioè nelle stanze prive di finestre. Per legge infatti in tutti i locali deve essere garantito il rapporto aeroilluminante (1/8 della superficie di calpestio) che definisce la quantità minima per legge che deve avere il singolo ambiente di luce e aria. In alcuni casi (come bagni di servizio appunto, lavanderie e ripostigli) avere dei locali "ciechi" cioè senza finestre e allora bisogna ricorrere alla ventilazione meccanica per il ricambio d'aria. In genere viene installata una ventola collegata all'interuttore della luce, che si aziona quando entriamo in bagno. Un impianto di ventilazione meccanica preleva l'aria pulita dall'esterno per immetterla all'interno del locale eliminando l'aria esausta attraverso dei condotti e camini che vanno in copertura.

  • Ventilazione per ambienti con apparecchi a fiamma libera: in cucina ad esempio, dove ci sono apparecchi a fiamma libera come la caldaia, è obbligatorio garantire una ventilazione e un ricambio d'aria costante e permanente attraverso dei fori sulla parete esterna (uno in alto e uno in basso) per garantire il ricircolo d'aria ed evitare la formazione di pericolosissime esalazioni di monossido di carbonio.
ventilazione-meccanica-ricambio aria
Impianto di ventilazione meccanica
(foto di Foto-Rabe - Fonte: https://pixabay.com)

Il ricambio d’aria in casa: rischi per la salute

Spesso abbiamo il concetto (e in parte è vero) che l'aria che respiriamo fuori nelle nostre città è sporca e inquinata sentendoci sicuri nelle nostre abitazioni. In realtà non è così perchè noi in quanto esseri umani produciamo calore e con la respirazione andiamo a saturare l'aria e inoltre l'aria che respiriamo in casa o in ufficio è infatti più inquinata di quella esterna; oltre alle polveri sottili anche gli arredi, i tessuti e qualsiasi cosa emanano sostanze nocive più di quello che pensiamo. Ecco perchè oltre all'obbligo di legge nei locali come la cucina o il bagno, o comunque alla superficie finestrata che deve avere la stanza in base ai metri quadri, è importantissimo arieggiare i locali per garantire il corretto ricambio d'aria in casa e garantire così la nostra salute, aproffittando soprattutto quando c'è aria fresca e pulita e ci sono belle giornate con sole e vento.

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.