Header Ads

Il ricambio aria in casa

Il ricambio aria in casa: importanza e rischi

Il ricambio d’aria in casa e dei luoghi di lavoro è fondamentale per la salute e il benessere.  Aprire spesso porte e finestre favorendo il ricambio d’aria in casa, contribuisce a mantenerne la salubrità e ad evitare la proliferazione delle muffe. 

ricambio-aria-in-casa
Il ricambio d’aria è fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere (Fonte: www.unadonna.it)

Importanza di una corretta ventilazione

E’ molto importante assicurare una ventilazione costante, e in particolare procedere a un regolare ricambio d’aria in casa per garantire un’ottimale salubrità e confort all'interno di un'abitazione. Infatti, questa operazione risulta fondamentale per:

  • garantire il comfort olfattivo, eliminando i cattivi odori provenienti dal bagno o dalla cottura dei cibi; in quest’ultimo caso non sempre è sufficiente azionare la cappa aspiratrice sui fuochi della cucina.
  • eliminare polvere e particelle inquinanti riducendo il rischio di asma e allergie, soprattutto se nell’abitazione vivono uno o più fumatori o si ha l’abitudine di utilizzare candele e fiamme libere.
  • prevenire la formazione di muffe dovute all’umidità di condensa; quando a causa di un repentino cambiamento di temperatura, il vapore acqueo passa bruscamente dallo stato areiforme a quello liquido, si condensa sulle superfici di pareti e soffitti, formando un terreno di coltura ideale per la proliferazione di funghi e muffe.
  • eliminare o quanto meno ridurre il pericolo di esalazioni di monossido di carbonio, talora mortali, provenienti da caminetti, stufe e caldaie con un tiraggio scorretto o insufficiente.
Inoltre, l’esigenza di arieggiare periodicamente gli ambienti ha di recente assunto particolare importanza: per migliorare l’efficienza energetica degli edifici sono stati messi a punto sistemi di coibentazione e infissi ad alte prestazioni che, pur avendo eliminato il problema degli spifferi, riducendo enormemente le dispersioni termiche, non consentono tuttavia la normale traspirazione della muratura.

ricambio-aria-in-casa-ventilazione-naturale
Flussi d’aria nella ventilazione naturale (Fonte: www.infobuild.it)

Metodi per favorire il ricambio d’aria in casa

Come abbiamo appena visto è molto importante e fondamentale favorire il ricambio d’aria in casa. Vediamo di seguito i metodi più comuni per ottenere il ricambio d’aria:

  1. Arieggiare la stanza aprendo le finestre: naturalmente, il metodo migliore per cambiare l’aria consiste semplicemente nell’aprire le finestre. Tuttavia, per non vanificare i vantaggi della coibentazione termica e degli infissi ad alta efficienza occorre adottare alcune accortezze, come spegnere il riscaldamento mentre si arieggia la stanza e, anziché tenerle socchiuse per molto più tempo, spalancare le finestre per pochi minuti, non più di dieci. In questo modo si impedisce alle murature di raffreddarsi in inverno e riscaldarsi in estate, riducendo le dispersioni termiche. Se poi si dispone di porte e finestre posizionate su due pareti contrapposte, è possibile risparmiare sul condizionamento estivo adottando un semplice trucco, già conosciuto e praticato da secoli nei paesi mediterranei. Le posizioni più idonee per le finestre sono il fronte sud e quello nord, avendo premura di installare un sistema di protezione dai raggi solari mediante tendaggi, pensiline aggettanti o elementi frangisole sul lato sud. in questo caso, è però preferibile praticare aperture più piccole, così da ridurre le dispersioni della parete durante i mesi invernali.
  2. Sistemi di ventilazione meccanica: dove invece non è possibile avvalersi della ventilazione naturale, per garantire un corretto ricambio d’aria in casa è ovviamente necessario installare apparecchi di ventilazione forzata. Un tipico esempio di questa necessità è costituito dai bagni ciechi, spesso ricavati negli appartamenti frazionando una stanza più grande o sfruttando ambienti preesistenti come dispense e ripostigli. In questi casi, la soluzione migliore consiste nell’installare una ventola collegata all’interruttore della luce, che si aziona automaticamente semplicemente entrando nel bagno. Tuttavia, bisogna tenere conto di piccoli svantaggi, come la rumorosità di alcuni modelli che potrebbero provocare disagio se il bagno è attiguo o comunicante con una camera da letto; o ancora, la necessità di installare una canna di esalazione sfociante oltre la copertura dell’edificio di almeno 1,20 m, o almeno ricavare un’adeguata presa d’aria esternamente: in un condominio è quindi necessario chiedere preventivamente il permesso all’amministratore o discuterne in assemblea. Naturalmente, molti di questi vantaggi possono essere efficacemente ridotti installando apparecchi di ultima generazione, dalle molteplici funzioni e prestazioni elevate.
  3. Ventilazione per ambienti con apparecchi a fiamma libera: negli ambienti in cui si trovano apparecchi a fiamma libera, e cioè stufe, caminetti, caldaie e scaldabagni a gas con fiamma pilota, è invece obbligatorio garantire una ventilazione permanente per evitare la formazione di pericolosissime esalazioni di monossido di carbonio.
ricambio-aria-in-casa-ventilazione-naturale
Finestra con apertura a vasistas per il ricambio d’aria (Fonte: www.archimedegroup.eu)

Ventilazione naturale vs Ventilazione meccanica: vantaggi e svantaggi

Una ventilazione continua e sufficiente si può ottenere tramite un sistema di ventilazione meccanica controllata, che inoltre garantisce un notevole risparmio in bolletta grazie al recuperatore di calore che pre-riscalda l’aria fresca in entrata, riducendo le spese di riscaldamento.

Aprire le finestre e le porte consente di arieggiare, ma se siamo in inverno e si lasciano aperte le finestre per più di 5-10 minuti c’è il rischio che la casa si raffreddi. Inoltre l’operazione andrebbe ripetuta ogni ora circa, quando la casa è abitata. Un altro errore che si effettua spesso è aprire la porta del bagno dopo aver fatto la doccia, così l’umidità potrebbe invadere le altre zone della casa: è necessario aprire la finestra dopo aver fatto la doccia,in modo che il vapore fuoriesca unicamente da lì. Il tasso di umidità in casa non dovrebbe superare il 55% , è possibile tenerlo sotto controllo mediante un igrometro.

ricambio-aria-in-casa-ventilazione-meccanica
Impianto di ventilazione meccanica (Fonte: www.perdon.it)

Il ricambio d’aria in casa: rischi per la salute

Uno dei problemi che incide sulla nostra salute è l'inquinamento indoor e per questo è necessario un ricambio d'aria in casa. L’aria che respiriamo in ambienti chiusi è infatti ricca di inquinanti.  L’aria che respiriamo in casa o in ufficio è infatti più inquinata di quella esterna, perché, oltre alle polveri sottili che restano intrappolate quando apriamo le finestre per aerare i locali, essa contiene anche inquinanti specifici degli ambienti chiusi.
A inquinare gli ambienti chiusi sono gli stessi materiali di costruzione, gli arredi, gli impianti di riscaldamento, i condizionatori d’aria e le attività che svolgiamo all’interno del locale. Nell’aria che respiriamo in casa, per esempio, troviamo particelle nocive prodotte dalla combustione (fumo passivo, cucina, caminetti e stufe a legna), allergeni provenienti da muffe, acari, peli e pelle di animali domestici, sostanze volatili contenute in toner, colle, pitture e in cosmetici e prodotti per la pulizia.
Ecco che una soluzione efficace appunto è quella di ricorrere a una corretta ventilazione naturale o meccanica in modo da garantire il ricambio d’aria in casa e ridurre così l’inquinamento presente all’interno della nostra abitazione.


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.