Header Ads

Linoleum amianto come riconoscerlo

Linoleum amianto come riconoscerlo

Nei decenni dagli anni ’60 agli ’80 si è verificato un largo utilizzo di pavimenti in vinil amianto (VA) impropriamente detto linoleum amianto, a causa del basso costo del materiale e la rapida posa. In particolare lo si può trovare all’interno di edifici pubblici, scuole, ospedali e anche alloggi popolari. Questo materiale è costituito da una miscela di resine di PVC, copolimeri, leganti inorganici, pigmenti e amianto.

amianto-come-riconoscerlo-copertura
Copertura in amianto (Fonte: www.lagazzettasiracusana.it)

Cos’è l’amianto?

L’amianto è un silicato a struttura fibrosa ottenuto dalla macinazione di un particolare tipo di roccia. La fibrosità e le caratteristiche intrinseche conferiscono all’amianto alcune prestazioni quali l’indistruttibilità, la resistenza agli acidi, la resistenza alla combustione, fonoassorbenza, flessibilità e facile friabilità. Nel tempo sono stati sfruttati merceologicamente sei differenti tipi di amianto che si distinguono tra loro solo al microscopio per la diversa colorazione e formazione delle fibre.
Oltre al suo essere friabile e flessibile, una delle caratteristiche principali che rende pericoloso il minerale è data dalle fibre sottili e corte che si liberano nell’aria volatilizzandosi con estrema facilità. Nel settore delle costruzioni civili l’amianto è stato utilizzato per parecchi anni in modo diffuso; infatti, troviamo la presenza di questo minerale in molti componenti edili quali:

  • lastre di cemento-amianto per coperture (eternit);
  • tubi per acquedotti (fibrocemento);
  • canne fumarie (fibrocemento);
  • serbatoi per contenere acqua o altri liquidi (fibrocemento);
  • coibentazione di tubi di riscaldamento e di centrali termiche;
  • intonaci con presenza di amianto floccato per aumentare la resistenza al fuoco e rendere l’ambiente fonoassorbente;
  • rivestimento su superfici metalliche per aumentare la resistenza al fuoco;
  • pavimenti in linoleum (vinilamianto).


Nell’ultimo decennio, l’entrata in vigore del D.lgs 277/1991, ha posto l’obbligo della valutazione dei rischi di esposizione ad amianto per la salute e la necessità di rimozione in sicurezza dello stesso materiale.
L'amianto si presenta nelle seguenti forme:

  • fortemente agglomerato o in matrice compatta,
  • debolmente agglomerato
  • allo stato puro
In funzione di questa classificazione possono essere individuate tre classi di pericolo:
  • Nessun pericolo diretto ovvero rilascio di fibre nullo o minimo;
  • Pericolo limitato ovvero ci potrebbe essere un potenziale rilascio di fibre;
  • Elevato pericolo, ovvero si verifica un elevato rilascio di fibre.
bonifica-amianto-copertura
Fase di smaltimento di una copertura in amianto (Fonte: www.ilfriuli.it)

Quali sono gli effetti dannosi dell’amianto?

Le fibre di amianto tendono a sfaldarsi longitudinalmente e sono sottilissime, il loro spessore è inferiore a quello di un capello. Se inalate, penetrano in profondità fino a raggiungere gli alveoli polmonari rimanendo nei polmoni per decine di anni portando all'insorgere di gravi patologie come l'asbestosi, una patologia che colpisce i polmoni e che, ad uno stato avanzato, porta ad insufficienza respiratoria. Accanto a questa malattia, l'amianto è anche causa di varie forme tumorali, tra cui il mesotelioma e il cancro ai polmoni.
L'utilizzo di queste fibre minerali naturali è stato già abolito da molto tempo, ma purtroppo in commercio girano ancora prodotti che ne conservano il contenuto anche se in minime percentuali.

amianto-fibre
Fibre di aminato (Fonte: gds.it/)

Pavimenti in linoleum con amianto

È necessario considerare i pavimenti in linoleum come pavimenti con potenziale presenza di amianto e quindi con possibili rischi per i frequentatori dei locali (lavoratori, visitatori, terzi). Questi pavimenti si trovano con maggiore frequenza nei seguenti immobili:

  • ospedali;
  • uffici pubblici;
  • scuole (materne, elementari, medie, superiori);
  • case popolari;
  • edifici rurali di modeste entità;
  • case di cura e di ricovero;
  • industrie (uffici, depositi, ecc.).

Nei decenni 60-80 il materiale, di basso costo e di rapida messa in opera, e' stato largamente usato soprattutto per la pavimentazione di edifici pubblici, scuole, ospedali ed anche di alloggi popolari.
Il procedimento industriale per la produzione del VA consiste nella mescola di resine di PVC, copolimeri, leganti inorganici, pigmenti e amianto. Il materiale viene scaldato e, quando la miscela raggiunge la temperatura e la plasticità desiderate, viene laminato fino allo spessore richiesto e quindi tagliato in piastrelle Per molto tempo sono stati realizzati pavimenti in linoleum amianto, oggi non più prodotti. La corretta amministrazione di un’azienda passa anche dalla sicurezza dei materiali presenti nei luoghi di lavoro.
I pavimenti in linoleum con amianto rappresentano una tipologia di pavimenti resilienti e si differenziano dalle pavimentazioni a copertura dura. In caso di presenza di amianto nella pavimentazione è necessario prendere precauzioni finalizzate alla riduzione dei rischi, stabilire delle corrette procedure di sicurezza che tengano conto della presenza di asbesto e delle attività in essere nei locali, programmare in caso di deterioramento dello stesso, la rimozione del pavimento o il suo confinamento.

linoleum-amianto-come-riconoscerlo
Pavimento in amianto (Fonte: virtus-srl.it/)

Come riconoscere il vinil amianto dal linoleum amianto

Il vinil-amianto si presenta genericamente in piastrelle, della misura 30 x 30 o 40 x 40 cm.  I pavimenti costituiti da rotoli difficilmente contengono amianto, sono generalmente in Linoleum un prodotto spesso confuso per Vinil-Amianto.
Le piastrelle di vinil-amianto sono particolarmente dure e difficilmente scalfibili. Come già detto non vanno scambiate per materiali privi di amianto come il Linoleum e la gomma. Per riconoscere se un pavimento e in vinil-amianto in genere necessita una campionatura ed un'analisi di laboratorio. In alternativa si possono seguire delle indicazioni per effettuare una prima verifica superficiale prima di richiedere l'aiuto di un'azienda specializzata nella bonifica del vinil amianto: è da tenere in considerazione infatti che il vinil amianto è stato prodotto per lo più in piastrelle di piccole medie dimensioni, dai 20 ai 40 cm circa, e nella parte sottostante spesso è stata collocata della juta.
E’ per questo che divengono necessarie delle operazioni di bonifica dei pavimenti in vinil amianto, che possono essere di due tipologie: confinamento o rimozione. Il confinamento consiste nell’applicazione di un nuovo pavimento, incollato sopra a quello in vinil amianto, con lo svantaggio che il materiale nocivo rimane, viene solamente “sepolto”; in caso di rimozione il problema viene invece risolto definitivamente, anche se con costi e sforzi superiori.


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.