Header Ads

Miglior sistema di allarme per la casa

Miglior sistema di allarme per la casa: quali sono e quale scegliere

Nel settore della sicurezza esistono molte marche produttrici di un buon sistema di allarme per la  casa. Possiamo fare una distinzione iniziale: quelle che si dedicano soltanto alla produzione di allarmi e sistemi di videosorveglianza per casa, e quelle invece che sono presenti nel comparto dell’ elettronica, magari in altri campi, e hanno deciso di aprire un settore di vendita di questo prolifico business. Gli allarmi infatti hanno fatto registrare un buon incremento di vendite dovuto alla maggiore voglia delle famiglie italiane di sentirsi protetti e alla flessione dei prezzi. Oggi infatti un buon sistema di antifurto per casa ha un costo medio per un appartamento di 1500 euro.

miglior-sistema-di-allarme-per-la-casa
E' importante installare un buon sistema di allarme per la casa (Fonte: www.studiomadera.it)

Perché installare un sistema di allarme per la casa?

Al giorno d'oggi la sicurezza in casa è divenuta uno dei temi di maggior importanza a causa del continuo aumento dei furti soprattutto in città e nel periodo estivo, quando la gente va in vacanza lasciando le proprie abitazioni incustodite. La diffusione dei sistemi di allarme per la casa ha raggiunto ormai ogni settore, da quello commerciale a quello abitativo, anche se spesso si procede alla sua installazione dopo che si è già stati vittima di un furto. Oggi la tecnologia aiuta a controllare la nostra casa anche a distanza. La domotica, cioè la scienza che studia la vivibilità della casa è ormai anche una disciplina anticriminale e fra le fobie di massa e perfezionamenti della difesa dell'abitazione, la sicurezza della casa diventa un bene primario, una domanda continuamente in crescita.

Proteggere la propria abitazione equivale anche a dotarsi di un sistema di allarme. La tendenza del momento è la ricerca della sicurezza attraverso la tecnologia. Oggi anche la sicurezza è a portata di smartphone e tablet.  Ad esempio possiamo vedere cosa succede in casa attraverso la videosorveglianza oppure possiamo verificare quello che accade tramite i sensori installati in casa.

Tipologie di sistemi di allarme per la casa

Anche se da un punto di vista puramente estetico la grande maggioranza dei sistemi di allarme per la casa può sembrare identica, esistono diverse tipologie che possono adattarsi a case con strutture diverse e a utenti con esigenze differenti.

  • Filare: indica un impianto d'allarme cablato, in cui tutte le varie parti che compongono l'antifurto vengono connesse tramite cavi. Questo sistema è più sicuro rispetto a quelli wireless, che come vedremo possono essere soggetti più facilmente a manipolazione da parte di terzi, oppure subire interferenze e ritardi nell'attivazione. Tuttavia, l'utilizzo di un impianto cablato può richiedere lavori di una certa portata nella propria casa, proprio per portare i cavi in tutti i punti necessari.
  • Wireless: i sistemi senza fili hanno conosciuto una grandissima espansione negli ultimi anni, da quando le tecnologie wireless sono state implementate ampiamente in tutti gli aspetti della vita quotidiana. Permettono un'installazione molto rapida e agevole, dato che non richiedono alcun particolare intervento murario sulla casa, ma sono generalmente meno sicuri rispetto a quelli cablati. Basandosi infatti su onde radio, possono essere soggetti a disturbi del segnale che potenzialmente si traducono in malfunzionamenti o in ritardi nell'attivazione dell'allarme stesso. Inoltre possono essere più facilmente violati ed eventualmente disattivati da parti terze.
  • Sistemi misti: una soluzione particolarmente utile per chi ha una casa di grandi dimensioni che vuole proteggere non solo dall'interno, ma anche dall'esterno, è rappresentata da impianti che utilizzano collegamenti sia cablati che wireless. In particolare, la centralina viene connessa tramite cavi ai sensori che si trovano in casa, permettendo una risposta rapida e sicura nel caso di intrusioni, mentre per i componenti che si trovano all'esterno (per esempio a un cancello d'ingresso o in alcuni punti del giardino) si preferisce una connessione wireless, che solitamente si basa su una frequenza doppia e protetta a 433 MHz e 866 MHz. In questo modo è possibile evitare la posa di decine di metri di cavi, mantenendo anche i costi dell'impianto più contenuti.
  • Sistemi di allarme finti: una menzione va fatta anche a questi impianti che in realtà non hanno alcuna reale funzione, se non quella di scoraggiare potenziali intrusi. Si tratta di riproduzioni, solitamente molto fedeli e realistiche, di sensori d'allarme, dal costo molto ridotto, che spesso vengono utilizzati in concomitanza con un vero impianto per dare l'impressione che la casa sia molto più protetta e sorvegliata di quanto non sia realmente. In molti casi questa tecnica è efficace per prevenire in una certa misura furti e intrusioni.


Come scegliere il miglior allarme per casa

Innanzitutto ,occorre valutare se proteggere la casa solo dall'esterno o anche dall'interno, con un impianto sotto traccia o sistema di allarme senza fili (wireless). Importanti sono il numero delle possibili vie d'accesso o di intrusione: porte e finestre, dal piano terra o da balconi e terrazze. Gli antifurti per casa senza fili professionali presentano una serie di vantaggi rispetto ai tradizionali sistemi di allarme filari, tra cui la facilità d'installazione che non necessità interventi sui muri, la totale assenza di antiestetiche canaline e la possibilità d'installazione anche senza allacciamento alla rete elettrica.

Il principio di funzionamento di un sistema di allarme per la casa non è particolarmente complesso; l'impianto di allarme è infatti composto dai seguenti elementi:

  • la centrale, è il cervello del sistema in grado di coordinare e gestire tutte le singole componenti dell'impianto e di rilevare eventuali malfunzionamenti;
  • i sensori o rilevatori, di diverse tipologie, inviano alla centrale il segnale per far scattare o meno l'allarme;
  • gli attuatori, sirene e combinatori telefonici che azionano l'allarme;
  • i controlli di attivazione/disattivazione: tastiere, telecomandi, chiavette.


Il controllo remoto da cellulare rende il sistema di allarme intelligente, attraverso dei semplici comandi ricevuti da normali SMS o tramite la APP da installare su Iphone, Android, Windows Phone, la centrale può essere Attivata, Disattivata, Controllare la presenza di eventuali allarmi, innescare un allarme, attivare interruttori di domotica e altro ancora.

Quanto costa un sistema di allarme per la casa?

In generale, il prezzo di un sistema di allarme per la casa dipende da diversi fattori, tra cui il numero di sensori inclusi e i tipi di tecnologie utilizzate. Si possono trovare prodotti di fascia economica intorno ai 50 €, che includono solo una sirena e un paio di sensori perimetrali magnetici, di fascia media, tra i 100 e i 200 €, adatti a case di dimensioni maggiori, e di fascia alta, che possono arrivare a diverse centinaia di Euro. In base al valore della propria casa e dei propri averi sarà bene valutare quale sia il sistema antifurto più adatto alle proprie esigenze.

Per approfondimento leggi anche questi articoli:







Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.