Header Ads

Come coprire un divano rovinato

Come coprire un divano rovinato: soluzioni e prezzi

Il divano è spesso il punto focale del salotto, pronto ad accoglierci dopo una giornata di lavoro o per un momento di relax nel weekend.  Un divano rovinato però rischia di compromettere tutto l’ambiente e non sempre si ha la possibilità di sostituirlo. Vediamo come coprire un divano rovinato.

come-coprire-un-divano-rovinato
Come coprire un divano rovinato (Fonte: moodly.org)

La soluzione più immediata per coprirne i difetti è quella di usare un copridivano. Pratico e piuttosto versatile, certo, con qualche pecca: non sempre si adatta alle forme del nostro sofà e, diciamolo, difetta un po’ in fatto di stile. Vediamo allora quali possono essere le alternative per coprire un divano rovinato.

Come rinnovare un divano con pochi soldi: soluzioni

Un divano comodo è indispensabile in ogni abitazione; purtroppo, con il tempo, può diventare logoro esteticamente prima che sia davvero completamente usurato. Un divano nuovo è piuttosto costoso e far rifoderare quello vecchio da un professionista ha quasi lo stesso costo. Puoi invece rinnovarlo rispettando il tuo budget acquistando una copertura, oppure creandone una usando un lenzuolo oppure pulendo il divano in profondità; con un po' di lavoro e una spesa minima, puoi migliorare l'aspetto e l'atmosfera della casa.

copridivano
Un tipo di copridivano elegante e classico (Fonte: www.finicop.it)


Vediamo 5 soluzioni per coprire un divano rovinato, selezionati in base al tipo di divano e all’aspetto che si cerca di creare.

  1. Copridivano elastico: In caso di divano lineare è la soluzione più comune: un tessuto di maglina elastica viene teso ricoprendolo completamente. Il divano si mostrerà nella sua forma originale senza però valorizzarne i dettagli come la forma del bracciolo o dei cuscini. Ha come pro quello di essere molto pratico da infilare e da lavare in lavatrice. Non va stirato ed è economico, non è adatto in caso di divano angolare.
  2. Copridivano morbido: Un tessuto più rigido rispetto alla maglina (spesso cotone) ricopre il divano facendone percepire la forma, ma non modellandola completamente. Sicuramente più valorizzati i braccioli sono spesso sottolineati da fiocchi o fascette che tengono teso il tessuto che ha comunque morbidezza. Questo copri-divano spesso viene fatto su misura da un tappezziere perché presenta delle cuciture che cambiano in base alla forma e alla misura del divano stesso.
  3. Copridivano con teli fissi: Anche questa soluzione necessita di un rilievo misure perché il telo, spesso fatto con tessuto di arredamento, ha le dimensioni delle sedute interne al netto dei braccioli. Questi ultimi hanno una copertura dedicata, composta da un telo teso in cui spesso si cuciono delle sacche portariviste. Questa soluzione è bella perchè consente di notare la forma del divano ma ci sono parti del divano stesso a vista e questo fa sì che si sporchino comunque oltre ad avere un effetto bicolore. E’ adatta anche per divani con chaise longue ed è molto pratico il lavaggio.
  4. Plaid: Adatta a tutti i divani e pratica da lavare, questa è la soluzione più mobile di tutte e consiste nel posizionare un tessuto o un plaid direttamente sui cuscini di seduta o schienale solo quando ci si accomoda. Poco costosa e versatile consente di cambiare spesso colori o fantasie.
  5. Rivestimento aggiuntivo: Al momento dell’acquisto si può decidere di avere un doppio rivestimento avendone uno di ricambio. Questa è la soluzione che più rispetta, ovviamente, la forma del divano ma è anche la più costosa oltre che la meno pratica a causa della difficoltà di gestione. Per avere un rivestimento aggiuntivo si spende indicativamente quanto la metà del divano stesso.
come-coprire-un-divano-rovinato
Come coprire un divano rovinato e dargli nuova vita (Fonte: zachcastillo.co)


Come coprire un divano rovinato: casa fare?

Un divano comodo è indispensabile in ogni abitazione; purtroppo, con il tempo, può diventare logoro esteticamente. Vediamo allora cosa fare per coprire un divano rovinato:
  1. Misura il divano. Un copridivano è un prodotto commerciale realizzato proprio per rivestire un divano senza rifoderarlo. Per comprare quello giusto, devi conoscere le dimensioni del mobile; rilevane la larghezza e la lunghezza usando un metro a nastro, senza dimenticare la lunghezza dei braccioli. Inoltre, cerca la presenza di etichette sul divano stesso, puoi leggere il nome del fabbricante o del modello e magari trovare una copertura prodotta appositamente per il tuo divano.
  2. Cerca un copridivano. In genere, puoi acquistarlo nei grandi supermercati, nei negozi di casalinghi, di scampoli e di biancheria per la casa. Se conosci il nome della casa produttrice, puoi andare direttamente in uno dei suoi negozi oppure consultare il catalogo online. Cerca la copertura adatta alle dimensioni, allo stile del divano e che crei la giusta atmosfera in casa. Le coperture hanno prezzi molto variabili. Puoi trovarne alcune a 50 euro, ma per quelle personalizzate per il modello che puoi trovare in un negozio di arredamento puoi arrivare a spendere anche 600 euro.
  3. Metti il copridivano. Questo tipo di fodere è molto richiesto, perché è semplice da usare; ti basta toglierlo dalla confezione, rimuovere tutti i cuscini o gli elementi mobili dal divano e avvolgere quest'ultimo con il tessuto. Il più delle volte sono presenti dei sistemi di fissaggio, come dei legacci, delle porzioni di velcro o altri elementi, che permettono di mantenere ferma e tesa la copertura; ricorda di leggere tutte le istruzioni incluse nella confezione.
  4. Aggiungi dei cuscini e delle coperte per completare il look. Puoi trovare questi elementi nei supermercati, nei mercatini dell'usato o negli outlet di biancheria per la casa; in questo modo, rispetti il tuo budget.
come-coprire-un-divano-rovinato
Anche i cuscini possono dare un tocco particolare al divano (Fonte: www.ladige.it/)

Leggi anche questo articolo: Arredare il salotto con pochi soldi



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.