Header Ads

I divisori per ambienti

I divisori per ambienti: tipologie, caratteristiche, prezzi

I pannelli divisori permettono di creare nuovi ambienti all’interno di stanze molto ampie senza ricorrere ad una separazione netta. Utili per dividere la stanza in due vani o per separare due ambienti contigui, i pannelli per ambienti sono soluzioni adatte sia per la casa e sia per l’ufficio.

Tra le proposte ideali per ambienti molto piccoli e open space, i divisori per ambienti sono utilizzati anche come schermo per la privacy. Il loro carattere versatile li rende adatti anche all’arredo di ristoranti, bar e locali, con lo scopo di ottimizzare e organizzare al meglio lo spazio a disposizione. Inoltre, un divisorio è una soluzione mobile che risulta ideale per chi cerca una diversificazione degli spazi senza dover ricorrere a divisioni fisse, contribuendo alla resa estetica di un progetto di interior design grazie a modelli dalle forme insolite e mix originali di colori e materiali.

divisori-per-ambienti
Pareti divisorie per ambienti (Fonte: www.promaxusa.com)

Materiali e tipologie di pannelli divisori per ambienti

Spesso i divisori per ambienti interni sospesi vengono utilizzati per separare ampie stanze in maniera creativa e originale. Per questo, al design di prodotti dallo stile classico di aggiungono proposte innovative e insolite caratterizzate da interessanti abbinamenti materici e cromatici. Per dare un tocco di verde agli ambienti, si è diffusa la tendenza di arredare un interno con intere pareti in erba sintetica o con pannelli che si sviluppano in verticale e che permettono di inserire vere e proprie piante rampicanti. Inoltre fra le proposte più innovative ed apprezzate ci sono quelle con i pannelli divisori retroilluminati, che coniugano la tipica funzione di un pannello divisore con quella di una lampada per l’illuminazione.
Gli elementi divisori per ambienti spesso vengono scelti anche per garantire un certo passaggio di luce tra gli ambienti come i divisori in vetro, completamente trasparenti o opacizzati, decorati o colorati, per una massima personalizzazione dello stile d’arredo. Per unire l’estetica alla funzionalità, solitamente si opta per divisori fonoisolanti.

divisori-per-ambienti
Mobili e pareti divisorie (Fonte: mondodesign.it)

Pannelli divisori per ambienti interni: caratteristiche e spessori

La realizzazione dei pannelli divisori per ambienti può essere fatta con materiali molto diversi tra loro a cui viene assegnato lo spessore più adatto per garantire, in virtù dell’altezza della parete, una adeguata stabilità. Per quelle situazioni in cui è necessario realizzare elementi divisori con spessori ridottissimi, senza pregiudizio per la loro stabilità, occorre impiegare materiali e tecniche di assemblaggio appropriate. Tra i materiali i cui spessori non superano i 4 cm., troviamo il vetro, il legno in tutti i suoi prodotti ridotti in fogli, diversi tipi di cartongesso, paretine in alluminio coibentate, ecc.
Volendo realizzare dei divisori per ambienti con i materiali citati, per ognuno di essi occorre procedere con modalità differenti, in base all’impiego, alla localizzazione, alla funzione a cui tale elemento è chiamato ad assolvere. Il limite nel suo impiego risiede nel costo al mq, abbastanza alto e comunque variabile in rapporto alle sue caratteristiche tecniche, al tipo di vetro impiegato e ai trattamenti superficiali a cui è sottoposto.

divisori-per-ambienti
Lo spazio di moltiplica con i pannelli divisori (Fonte: mondodesign.it)

Perché usare i pannelli divisori per ambienti? 

I pannelli divisori per ambienti possono diventare i nostri maggiori alleati per aiutarci a moltiplicare gli spazi di casa soprattutto se abbiamo una casa piccola. Grazie ai pannelli divisori infatti, non solo potremo creare ambienti in più, come per esempio un piccolo ripostiglio o un intimo angolo studio, ma potremo anche realizzare pratiche strutture polifunzionali.

I divisori sono vere e proprie pareti mobili che permettono di schermare alcuni punti strategici dell’interno e rappresentano un nuovo modo di arredare gli ambienti open space senza obbligatoriamente ricorrere a muri e tramezzi ingombranti e limitanti. Per questo, sul mercato, esistono moltissime tipologie di divisori per interni. 
Vediamo di seguito alcuni esempi per dividere gli ambienti con efficacia ma senza creare due spazi separati, a discapito della continuità.

  1. Divisori con linee verticali: Con legno o laminato: ciascuna delle due alternative va bene per creare delle linee che dal pavimento arrivano al soffitto. Intervallando, come nella foto, le linee con degli spazi vuoti donerete una sensazione di continuità tra i due ambienti, in quanto gli intervalli consentono di mantenere il collegamento visivo.
  2. Soppalco: Se vivete in una casa con più piani e avete deciso di collegarli, il soppalco con protezioni è una buona opzione perché permette di dividere i livelli, assicurando allo stesso tempo, la sicurezza delle persone.
  3. Arco interno: L' arco  che delimita le entrate, soprattutto esterne, è l'emblema dello stile coloniale.  Tuttavia questa foto mostra che gli archi possono essere inseriti negli ambienti interni per delimitare l'estremità di uno spazio e l'inizio di un altro.
  4. Pareti in pietra: La pietra crea separazioni solide. Tuttavia, in questo caso, non sviluppandosi in maniera verticale e orizzontale, rimane una certa connessione tra il soggiorno e la cucina con zona pranzo.
  5. Divisori con pilastri: La soluzione che potete osservare nella foto appare simile alla prima, con la sola differenza che in quel caso le linee verticali erano create con il legno mentre in questo caso si ricorre a dei pilastri in cemento.
  6. Parete multifunzionale: La parete divisoria serve a separare gli spazi ma può essere usata anche come base in cui inserire elementi utili, proprio come in questo caso in cui funge da supporto per il camino. Oltre al camino potremmo collocare un acquario o delle piante.
  7. Un muretto basso: Qui la separazione avviene attraverso la creazione di un muretto. In questo caso, si tratta di una camera da letto, ma la soluzione può essere applicata a qualsiasi altra zona della casa.
divisori-per-ambienti
Elemento divisorio polifunzionale (Fonte: www.pinterest.it/)

I divisori per ambienti: pareti in cartongesso per ristrutturare casa

La ristrutturazione di un appartamento spesso presuppone il restyling degli interni attraverso una nuova distribuzione degli spazi interni e la creazione ex-novo di pareti divisorie.  Nella ristrutturazione di appartamenti non molto ampi, i progettisti spesso suggeriscono di sfruttare al meglio lo spazio a disposizione optando per pareti divisorie molto sottili e poco ingombranti grazie a lastre in cartongesso o pannelli prefabbricati.
Se si preferisce optare per metodi poco invasivi e soprattutto veloci, è utile ricorrere a soluzioni a secco che non implicano nel processo di assemblaggio l’utilizzo dell’acqua o l’impiego di materiali di connessione che necessitino di consolidarsi dopo la posa. Grazie agli elementi divisori, come le pareti con lastre di cartongesso, è possibile definire gli ambienti e sfruttare al meglio lo spazio che si ha disposizione. Quando si opta “soluzioni a secco”, è possibile ridurre i tempi e i costi di costruzione senza che ciò comporti una perdita di prestazioni.

divisori-per-ambienti
Pareti divisorie in cartongesso (Fonte: tirichiamo.it/)

I divisori per ambienti: le pareti mobili

Qualora si voglia dividere gli spazi solo all’occorrenza, senza una soluzione fissa, si possono scegliere le pareti mobili.  Ad esempio ci sono sistemi ad ante scorrevoli e pieghevoli, disponibili in diverse finiture legno oppure laccate, con sistema di scorrimento autoportante o a soffitto con binario a terra. Altre pareti invece permettono di creare ampie quinte mobili che, ruotando attorno ad un cardine, fungono ora da porta, ora da parete divisoria, ora da elemento di chiusura di una libreria piuttosto che di una cabina armadio. 




Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.