Header Ads

Sistemi di chiusura per porte

Sistemi di chiusura per porte: tipologie e caratteristiche

I sistemi di chiusura per porte sono di diverse tipologie e vengono allocati sopra alle porte per permettere la chiusura automatica delle stesse, e nello stesso tempo di impedire che le porte rimangano aperte. Questo sistema  comprende cerniere con molla di rientro, ma anche eventuali piedini fermaporta.

sistemi-di-chiusura-per-porte
Sistemi di chiusura per porte (Fonte: garletti.it)

Cosa sono e come funzionano i sistemi di chiusura per porte?

I punti di ingresso dei luoghi frequentati da più persone necessitano di un chiudiporta cioè un dispositivo molto utile che accompagna in modo automatico la chiusura della porta. Si evita in questo modo l’incuria o l’eventuale disattenzione di passanti o di clienti che vanno di fretta.

Nella maggior parte dei casi il chiudiporta opera attraverso un meccanismo di tipo idraulico che induce a spingere la porta in modo graduale sino alla totale chiusura. Sono in commercio diverse tipologie di chiudiporta che possono essere installate, in base alle esigenze, in basso o in alto. Ci sono anche sistemi che si mimetizzano. Si tratta di chiudiporta invisibili. Sono adatti in condizioni in cui si vuole evitare la presenza a vista del dispositivo in questione.

E’ possibile optare quindi per soluzioni differenti in base alle situazioni specifiche. Ci sono chiudiporta aerei/da alto. Sono formati da un braccetto meccanico. Questo viene posto nella parte alta della porta. La tipologia di chiudiporta menzionata permette di regolare sia la velocità sia la forza di chiusura. Si possono avere sia cerniere per aperture frontali, sia da sinistra sia da destra.


Sistemi di chiusura per porte: le serrature

Anche le serrature fanno parte dei sistemi di chiusura per porte. Esse devono, ovviamente, chiudere e separare nettamente i diversi ambienti. Ma, sulla liscia superficie di una porta, possono anche essere un punto di attrazione e, allo stesso tempo, di decoro. Sporgenti, a filo, spigolose, tonde, allungate e nei materiali più diversi: le serrature – e soprattutto le loro coperture (rosette) possono dare il tocco finale all’estetica di una porta. In ottone, alluminio, acciaio lucido, acciaio brunito o laccate in tutti i colori RAL, le serrature, insieme alle maniglie, sono un elemento di grande varietà sulla superficie della porta.


Sistemi di chiusura per porte: elementi 

I sistemi di chiusura porte sono l’elemento essenziale per il corretto funzionamento di una porta, oltre che per la sua massima performance. Proprio per questa ragione è essenziale che la loro qualità sia paritetica a quella dei materiali della porta stessa, così da garantire durevolezza nel tempo e facilità di manutenzione.
I sistemi di chiusura porte si compongono di una serie di elementi, che possiamo riassumere come segue:

  • Serrature: vero e proprio telaio di sicurezza della porta, sono fondamentali per la sua resistenza alle intrusioni e, se di alta qualità, garantiscono silenziosità, solidità e durata nel tempo.
  • Cilindri: si tratta di elementi strutturali pensati per assicurare la funzionalità della chiusura della porta, e che possono avere caratteristiche realizzative e progettuali differenti e diversificate.
  • Chiudiporta: sono tipologie di prodotto che devono considerarsi essenziali soprattutto nei casi in cui la porta sia utilizzata anche da persone con mobilità limitata.
  • Chiusure a Verrou: si tratta di una specifica tipologia di chiusura porta con una lunga tradizione alle spalle. È caratterizzata da un funzionamento semplice e rotatorio che produce la chiusura o l’apertura dell’elemento.
  • Cardini: i cardini della porta sono generalmente fissati al telaio, e andranno applicati sulle bandelle della cornice.
  • Sistemi di scorrimento: si tratta di modalità di apertura e chiusura porte che possono muoversi a filo del muro o scomparire all’interno di esso.
  • Controtelaio: tipicamente, è la struttura che ospita le porte cosiddette “a scomparsa”. È anche conosciuto con il nome di falso telaio.
  • Telaio fisso: è l’elemento portante della porta moderna e si compone di profili verticali denominati montanti e da un elemento orizzontale collocato alla sommità del telaio, chiamato traverso.
  • Cerniere: sono le componenti che collegano l’anta della porta al telaio così da stabilirne il senso di apertura. Possono essere a scomparsa oppure visibili, e in alcuni casi reversibili, ossia in grado di stabilire il senso di apertura della porta anche al momento della sua posa in opera. Infine, le cerniere di nuova generazione possono essere registrabili, ossia in grado di regolare l’anta sia in altezza, che in profondità, che in larghezza.

Sistemi di chiusura per porte: tipologie

Nei sistemi di chiusura per porte il processo di chiusura avviene ad ammortizzamento idraulico controllato. La forza e la velocità di chiusura pos­sono essere adattate ad ogni larghezza e peso delle porte.
In commercio esiste un ampio assortimento di sistemi di chiusura per porte da quelli aerei e a pavimento, nonché soluzioni speciali per impianti di fermo "Hold-Open" per porte a una e due ante, anche in edifici di progettazione più complessa. Vediamo quali tipologie esistono:
  • chiudiporta aerei ad appoggio con guida a slitta: i chiudiporta aerei vi offrono, grazie alle loro fles­si­bili pos­si­bilità di rego­la­zione, la soluzione adatta per ogni tipo di anta, di qualsiasi larghezza e peso. Grazie alla facilità di mon­taggio e all'elevata funzione di sicu­rezza pos­sono essere installati sul lato cer­niere e sul lato opposto alle cer­niere. È pos­si­bile anche l'impiego su porte a 2 ante. Un rego­la­tore della sequenza di chiusura inte­g­rato a scomparsa nella guida a slitta garan­tisce la cor­retta sequenza di chiusura dell'anta attiva e pas­siva.
sistemi-di-chiusura-per porte
Chiudiporta aereo con braccio a slitta (Fonte: www.colfert.com)

  • Chiudiporta a scomparsa: i chiudiporta a scomparsa vengono mon­tati nel bat­tente della porta, soddisfando i requi­siti più rigo­rosi in fatto di design e di funzio­nalità. Tutti i chiudiporta a scomparsa sono idonei per essere utilizzati in porte DIN sini­stre e DIN destre per un mon­taggio rapido ed effici­ente.
sistemi-di-chiusura-per-porte
Chiudiporta aereo con braccio a slitta (Fonte: www.colfert.com)


  • Chiudiporta aerei ad appoggio con braccio di sostegno: Porte per interni ed esterni a 1 anta, nonché porte antin­cendio e tagliafumo pos­sono essere munite su misura di chiudiporta aerei con braccio sostegno. Sono facili da mon­tare, fles­si­bili e regolabili. Grazie all'elevata funzione di sicu­rezza pos­sono essere installati anche sul lato cer­niere e sul lato opposto alle cer­niere.

  • Chiudiporta a pavimento: i chiudiporta a pavimento possono essere adottati soprattutto per le porte a tutto vetro, ma anche per tutte le altre porte a vento e a battuta. Il corpo a chiusura è di solito fisso e non regolabile. Si istalla sul fondo della porta, ad altezza pavimento. Il chiudiporta a pavimento è l’ideale per porte a ventola o battente, singola o doppia. Grazie alla flessibilità di installazione e impostazione sono indicati per i più svariati tipi di porta e garantiscono un'estetica accattivante, essendo a malapena visibili. Con la ridotta altezza di installazione e gli assi di prolungamento intercambiabili possono essere impiegati su molti tipi di pavimento. La regolazione flessibile longitudinale, laterale e verticale tra il corpo e la cassetta da cementare facilita il montaggio della porta. Il regolatore integrato per la corretta sequenza di chiusura dell'anta attiva e passiva ne consente l'impiego anche su porte a 2 ante.
sistemi-di-chiusura-per-porte
Sistemi di chiusura per porta a pavimento (Fonte: www.geze.it)

  • Impianti di fermo “Hold Open” a norma  DIN EN 1155: Nella quotidianità nessuno si accorge di loro, danno infatti prova delle loro poten­zialità in caso di emergenza: gli impi­anti elet­t­rici di fermo “Hold-Open” fanno parte della preven­zione antin­cendio. Essi hanno il compito tenere aperte le barriere antin­cendio previste dal legisla­tore nelle vie di fuga e di evacua­zione, in partico­lare le porte antin­cendio e tagliafumo. Questo le rende così effici­enti che molti nell'ope­ra­tività quotidiana, nell'attraversare tali varchi, non si accorgono affatto che lì si trova una porta. In caso di incendio, al contrario, l'impianto chiude automati­ca­mente la porta dopo l'attiva­zione di un rileva­tore di fumo inte­g­rato, impedendo in tal modo la diffu­sione di gas combusti e di incendi agli ambi­enti e agli edi­fici con­tigui.

  • Il chiudiporta a scomparsa: è munito di tecnologia a pignone e cremagliera. Questo dispositivo è coperto con un braccio che slitta in base all’apertura della porta. Questa tipologia di dispositivo è adatta a porte tagliafuoco e tagliafumo. Si può montare sull’anta o sul telaio.





Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.