Come curare i bonsai

Come curare i bonsai: tecniche e metodi

Il bonsai è un albero in miniatura di origine giapponese che da sempre attira per il suo fascino e richiede acqua, luce e tanto amore e pazienza come tutte le piante del resto. Vediamo come curare un bonsai e quali tecniche e accorgimenti bisogna usare per mantenerlo vivo e in salute.

bonsai-piante in miniatura-pino
Bonsai (foto di ilyessuti - Fonte: https://pixabay.com)

Cosa sono i bonsai 

I bonsai sono veri e propri "alberi in miniatura", e rimangono piccoli proprio perchè vengono coltivati in vaso. E' proprio questo il segreto del loro fascino che dal Giappone ha preso piede anche qui da noi in Europa; prendersi cura di un bonsai però non è cosa semplice perchè a differenza di altre piante richiede maggiori attenzioni e delle tecniche particolari altrimenti la piante muore nel giro di poco tempo. La coltivazione dei bonsai deriva dall'antica arte giapponese e dei giardini zen dove tutto aveva e ha un senso e un significato ("bon" significa vassoio o contenitore, mentre "sai" significa proprio educare e coltivare); in pratica coltivando il bonsai la si educa a vivere in uno spazio ristretto secondo regole precise.

Al bonsai è possibile tramite la potatura dargli la forma voluta; crescendo infatti tende a intorcolarsi e diramarsi con forme strane e sinusoidali aumentando ancora di più il suo fascino. Come dicevamo il bonsai è un vero "albero in miniatura" composto dalle radici, dal tronco e dal fusto con le foglie e i fiori.


bonsai-albero in miniatura-luce
I bonsai hanno bisogno di molta luce
(foto di kian2018 - Fonte: https://pixabay.com)

Regole per curare un bonsai

I bonsai hanno origini millenarie nella storia giapponese e oggi invece sono una moda per gli appassionati e per chi ha il pollice verde. Con il bonsai si addomestica e si rappresenta la natura in miniatura. Se per gli antichi giapponesi il bonsai aveva un senso culturale e filosofico per noi è solo una questione di hobby e passione. Di bonsai ne esistono centinaia di tipi ognuno con le sue peculiarità e le sue esigenze ed essendo piccolo si presta molto bene come arredo in una casa o un appartamento. Alcuni bonsai diventano anche più grandi ma la vera sfida è farli rimanere il più possibile minuti. Per curare un bonsai le cose a cui dovremmo prestare attenzione sono essenzialmente quattro: la luce, l'annaffiatura, la concimazione, la potatura. Seguendo queste semplici regole fondamentali, chiunque che abbia un minimo di pratica con le piante, può curare un bonsai a casa e tenerlo vivo e bello. Il bonsai non muore da un giorno all'altro, come tutte le piante da dei segnali di allarme in cui si vede che la pianta soffre; bisogna fare attenzione e quando notiamo segnali che la pianta non sta bene dobbiamo subito intervenire per curare il bonsai.
  • La concimazione dei Bonsai: normalmente un albero in natura con le sue radici cerca le sostanze nutritive presenti nel terreno in modo naturale. Il bonsai crescendo in piccoli vasi ha bisogno che durante la prima fase di crescita della pianta il terreno venga concimato regolarmente per immettere nuove sostanze nutritive. A tal proposito è fondamentale il terriccio che utilizzi perchè deve drenare e trattenere l'acqua e deve permette anche la corretta areazione per le radici del bonsai;
  • Rinvaso di un Bonsai: l'operazione del rinvaso e della scelta del vaso più appropriato è molto importante nella fase di crescita del bonsai per evitare che le radici si espandano al tal punto da riempire il vaso e conseguentemente soffocare e morire il bonsai. Questa operazione è utile farla se notate che il bonsai sta perdendo troppe foglie e da segnali di sofferenza;
  • Collocazione dei tuoi alberi: il posizionamento del bonsai sembra una cosa banale ma non lo è. Anche qui molto dipende dal tipo di bonsai che avete (se lo acquistate chiedete da chi ve lo vende e cercate informazioni su quel tipo specifico di bonsai, non sono tutti uguali) ma generalmente prediligono molto la luce ma non diretta, meglio luce naturale diffusa e all'ombra;
Come vedete curare un bonsai non è difficile, soprattutto per chi ha già il pollice verde e ama prendersi cura delle piante, però richiede qualche piccola attenzione in più rispetto a una pianta normale, in quanto il bonsai non è una pianta ma un vero e proprio albero in miniatura. Se riuscirete nell'impresa lo spettacolo e le soddisfazioni che riesce a darvi il bonsai sono grandissime.

bonsai-fiori rosa
Bonsai fiorito (foto di ilyessuti - Fonte: https://pixabay.com)

La corretta annaffiatura di un bonsai

I bonsai come tutte le piante e tutti gli alberi per vivere in salute hanno bisogno di aria, luce, acqua e sostanze nutritive che vengono dal terreno. Nel curare un bonsai la corretta annaffiatura è fondamentale per non dargli troppa o poca acqua e rischiare di farlo morire. Molto spesso facciamo tutto alla perfezione seguendo le regole che abbiamo detto poco fa ma il bonsai muore e non capiamo il perchè; il più delle volte è perchè non facciamo una corretta annaffiatura del bonsai. Se il bonsai ha poca acqua le foglie si seccano e si staccano, se invece ha troppa acqua le radici marciscono e lentamente il bonsai muore. E' meglio versare l'acqua direttamente sul terreno senza sottovasi e sentire il terreno un pò umido e ridare l'acqua quando si secca; l'annaffiatura del bonsai meglio farla la mattina presto o nel tardo pomeriggio.

bonsai-alberi in miniatura-acero
Bonsai acero (foto di ilyessuti - Fonte: https://pixabay.com)

La potatura di un bonsai

Per finire per curare un bonsai una delle fasi più importanti e delicate è la potatura del bonsai. Le foglie e i rametti morti o che stanno morendo infatti vanno eliminati per lasciar spazio ai rami sani e belli. Esistono due tipi di potatura:

Potatura di formazione: questo tipo di potatura serve per dare la forma desiderata al bonsai e per eliminare i rami secchi e va fatta nella fase di riposo vegetativo, tra gennaio e febbraio, in modo da non stressare eccessivamente la pianta. Generalmente con la potatura di formazione si eliminano i rami paralleli, i rami opposti e quelli a ruota di carro.

Potare un bonsai per il mantenimento: questa invece può essere fatta durante tutto l'arco dell'anno e serve per dare la giusta impostazione all’albero ed a mantenerne la forma.

La potatura di un bonsai è un'operazione delicata per lo sviluppo e il mantenimento della pianta sempre bella e forte e deve essere fatta con cura meticolosa (per questo ci vuole tanto amore e soprattutto passione); la potatura serve non solo per curare l'aspetto estetico del bonsai ma anche per equilibrare lo sviluppo vegetativo o areare e illuminare le zone più interne.

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.