Come proteggere la casa dai fulmini

Come proteggere la casa dai fulmini? Soluzioni e prezzi


Parola d’ordine: sicurezza, per le persone che abitano la casa innanzitutto, e per gli elettrodomestici e gli apparecchi elettrici presenti. Tv, computer, impianto Wi-Fi, sono i più sensibili ad eventuali sbalzi di tensione e, in caso di temporale, quelli più a rischio di folgorazione. Ecco allora qualche consiglio su come comportarti per evitare incidenti e come proteggere la tua casa dai fulmini.

come-proteggere-la-casa-dai-fulmini
Come proteggere la casa dai fulmini (Fonte: www.ricicloefaidate.com)

Come nascono i fulmini e come si propagano

Un fulmine è una scarica elettrica di forte intensità generata da due corpi dal potenziale elettrico differente. Ciò significa che l’elettricità, una volta innescata dal primo corpo, viene magneticamente attratta dal secondo, propagandosi attraverso entrambi. Il fenomeno è solitamente associato ad una specifica tipologia di nubi chiamate cumulonembi, che si formano durante i temporali in particolari condizioni di instabilità atmosferica.



L'elettricità prodotta da un fulmine è varia ed ha una potenza compresa tra i 10 e 2000 kiloampere (cioè abbastanza da alimentare, nei suoi brevi secondi di vita, una normale centrale elettrica), e può raggiungere una temperatura di oltre 20.000 C°. L'impulso elettromagnetico derivante dalla scarica può interferire con l'attività di ricezione di segnali radio e danneggiare in modo permanente dispositivi elettrici di bassa o media frequenza.

Il rischio che la vostra casa sia colpita direttamente da un fulmine, se essa si trova in città, è molto piccolo. Il fulmine cerca il modo più semplice per raggiungere la terra e, preferibilmente, scende attraverso strutture alte (campanili, grattacieli, etc.) e quelle di metallo (attenzione ai camini zincati).

Come evitare i fulmini in casa?

La migliore protezione esterna dai fulmini resta il buon vecchio parafulmine, inventato dal fisico Benjamin Franklin a metà del ‘700 e usato ancora oggi per proteggere dalla fulminazione diretta, grazie alla dispersione verso terra della scarica elettrica. Informati se il tuo condominio è dotato di un sistema di messa a terra adeguato e dell’impianto parafulmine, che non è comunque obbligatorio, ma che facilmente si trova sugli edifici più alti della tua città come chiese, torri e palazzi, oppure dove c’è un’alta concentrazione di persone, come scuole o centri commerciali.


Se abiti vicino a una di queste tipologie di edifici la tua casa ha meno probabilità di essere colpita da un fulmine, ma puoi comunque installare nel quadro elettrico di distribuzione una protezione interna contro i fulmini. L’SDP (Surge Protective Device), comunemente chiamato “scaricatore”, difende l’impianto anche se un fulmine colpisce il terreno circostante la tua casa, fino a 1,5 km di distanza, deviando la scarica di corrente verso la messa a terra.

Cosa fare per proteggere la casa e gli elettrodomestici dai fulmini?

Il rischio che un fulmine colpisca la vostra abitazione o i dintorni è limitato, e quindi non è necessario prevedere particolari misure di sicurezza. Accade invece con frequenza che gli elettrodomestici subiscano danni a causa dell'innalzamento di tensione provocato da un fulmine che si scarica sulle linee elettriche o telefoniche. Inoltre, anche un picco di tensione dovuto a un'altra causa può danneggiare le vostre apparecchiature elettriche.

Al di là delle basilari norme di sicurezza, alcune delle quali previste oggi per legge nella realizzazione di impianti elettrici domestici, come l'installazione di salvavita, scaricatori di sovratensione o l'opzionale posa in opera di parafulmini sul tetto, esistono una serie di regole da seguire per evitare il più possibile il pericolo di fulmini in casa. Ecco qualche consiglio su come comportarti in casa quando c’è un temporale per evitare incidenti e come proteggere l’impianto elettrico e i tuoi apparecchi dai fulmini:

  • consulta un tecnico per installare un dispositivo di protezione dai picchi di tensione al quadro elettrico: gli sbalzi di corrente verranno assorbiti e deviati verso la messa a terra dell’impianto, scongiurando così qualunque danno in caso di fulmini e blackout.
  • per salvare gli elettrodomestici più sensibili puoi sostituire le comuni prese con quelle protette, a basso voltaggio.
  • se invece sei in casa durante un temporale, stacca i dispositivi elettrici da tutte le prese della corrente e il cavo dell’antenna Tv o della parabola satellitare ed evita di usare elettrodomestici a diretto contatto come phon, rasoio o il ferro da stiro.
  • per scongiurare il pericolo di folgorazione, chiudi porte e finestre.
  • non fare il bagno o la doccia e non toccare rubinetti o tubazioni metalliche: l’acqua è un ottimo conduttore di corrente elettrica.
  • Se devi fare una chiamata, utilizza il telefono cordless o il cellulare staccandolo dalla presa per la ricarica, per evitare il contatto diretto con un cavo elettrico.
  • mantenersi lontani dalle pareti (specie quelle comunicanti con l'esterno)
  • evitare di sostare in prossimità di caminetti e stufe (anche se spenti),
  • evitare di fare la doccia o il bagno.



Parafulmini: caratteristiche e funzionamento

Un impianto parafulmine scadente, mal progettato o non eseguito a regola d'arte può infatti creare danni gravissimi scaricando l'intera potenza del fulmine sulle strutture dell'edificio anziché nel terreno. Inoltre, ciascuna installazione va progettata in base alle caratteristiche dell'edificio da proteggere come altezza, superficie, numero di piani o materiali prevalenti. L'installazione di un parafulmine infatti è regolata da precise leggi e regolamenti.
Un sistema completo prevede due parti distinte: un impianto di protezione esterno, isolato oppure non isolato, e un impianto di protezione interna.

La parte esterna è generalmente formata da:

  • uno o più elementi captatori;
  • alcune calate per la trasmissione dell'energia fino al terreno;
  • alcuni conduttori interrati per la dispersione dell'energia secondo un principio molto simile alla messa a terra di un normale impianto elettrico.

L'impianto interno previene invece la formazione di scariche pericolose dentro la costruzione tramite connessioni equipotenziali o sistemi di isolamento tra i componenti dell'impianto esterno e altri elementi metallici interni alla struttura.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.