Header Ads

Come pulire con prodotti naturali

Come pulire con prodotti naturali: tipologie, prodotti e costi

Sempre più spesso dovremmo stimolare la nostra consapevolezza sui problemi ambientali e sensibilizzarci sulle problematiche legate alla sostenibilità. Molti non sanno che tantissimi dei detersivi e dei prodotti delle pulizie che utilizziamo quotidianamente sono molto aggressivi e dannosi per il sottosuolo e l’ambiente in generale. Senza saperlo, ogni giorno buttiamo via dei detergenti naturali che potremmo invece recuperare, risparmiando denaro e riducendo il consumo di sostanze chimiche inquinanti. Esistono diversi prodotti e ingredienti naturali molto comuni, che possono anche essere utilizzati per le pulizie, riducendo l’abuso di sostanze chimiche. Vediamo ora questi  prodotti naturali per pulire casa senza inquinare l’ambiente e risparmiando dei soldi.

come-pulire-con-prodotti-naturali
Come pulire la casa con prodotti naturali come
l’aceto, limone o bicarbonato (Fonte: www.lacucinaitaliana.it)

Perché preferire i prodotti naturali 

Molti di noi pensano che è possibile mantenere la casa pulita solo grazie ai prodotti che compriamo nei negozi. Questo è assolutamente falso e, allo stesso tempo, dannoso per la nostra salute. Le sostanze chimiche contenute nei disinfettanti sono altamente pericolose per la nostra famiglia e anche per l’ambiente.

Il problema principale di tutti i prodotti per fare le pulizie di casa che compriamo nei supermercati è il fatto che contengono componenti nocivi per la salute, come le sostanze sintetiche o petrolchimiche. Inalando queste sostanze, rischiamo di intossicarci o scatenare reazioni allergiche. C’è una malattia comune che colpisce le casalinghe e gli addetti alle pulizie di case o uffici, i cui sintomi sono eczema alle dita, alle mani e alle braccia, dermatite allergica, disturbi respiratori, ipersensibilità, etc. Questo è dovuto all’eccessiva esposizione a questi prodotti senza l’impiego di guanti o maschere.

Leggi anche questo articolo: Prodotti ecologici per pulire casa


7 prodotti naturali per pulire che abbiamo in casa 

Le spese per l'acquisto dei detersivi per la pulizia della casa possono essere drasticamente ridotte sostituendo i prodotti comunemente in commercio con delle alternative naturali, che si riveleranno nel contempo maggiormente rispettose dell'ambiente.

I rimedi naturali sono costituiti da prodotti facilmente reperibili in casa: bicarbonato, limone ed aceto, per citarne alcuni dei più utilizzati. Ecco una lista di prodotti naturali per pulire casa in modo economico, ecologico e senza stress.

  1. Aceto: L’aceto è un valido sostituto degli sgrassatori: usato sulle superfici regala brillantezza e profumo. Quello che normalmente si acquista al supermercato contiene in genere il 5% di acido acetico, l’ingrediente principale per eliminare grasso e batteri. L’aceto è particolarmente adatto a decalcificare i depositi minerali o per la pulizia di pavimenti che non hanno bisogno di essere incerati. E’ perfetto, inoltre, per pulire il frigorifero: elimina con facilità i residui oleosi e combatte anche i cattivi odori lasciati dal cibo. Basta diluirlo in una bacinella con acqua e passare le superfici con un panno morbido imbevuto di questa soluzione.
  2. Limone: Il limone, grazie all’acido citrico, è il più efficace fra i disinfettanti naturali. Per questo è un ottimo alleato per igienizzare gli oggetti della cucina o pulire il forno. E’ anche un metodo efficace per pulire a fondo i giocattoli dei vostri bambini: basta diluire il succo di un limone in un litro di acqua bollente e strofinare a fondo gli oggetti con un panno immerso nel liquido. Questo agrume è favoloso anche come sbiancante: basta mettere a bagno i panni chiari in una soluzione composta da 4 parti di acqua e una parte di limone, lasciare agire una notte, poi mettere al sole una mezza giornata e risciacquare il tutto.
  3. Olio d’oliva: L’olio d’oliva è estremamente utile per rimuovere residui di colla o adesivi da legno, plastica o pelle: ricordate di provarne sempre una piccola quantità in una zona poco visibile, per evitare la formazione di antiestetici aloni. Può essere utilizzato, inoltre, al posto della cera per ridare vitalità al legno reso opaco dall’usura, magari aggiungendo qualche goccia della vostra essenza profumata preferita. Se volete rimuovere i cattivi odori dallo scarico del lavandino con ingredienti totalmente naturali basta versate un cucchiaio d’olio d’oliva mischiato con dell’olio essenziale profumato. Per finire, l’olio d’oliva è anche ideale per rimuovere macchie ed aloni dalle superfici in acciaio inox.
  4. Bicarbonato di sodio: Il bicarbonato è l’arma perfetta per eliminare le tracce nascoste di sporco e pesticidi da frutta e verdura: lasciatele in acqua fredda per circa 5-10 minuti e aggiungete un paio di cucchiai di bicarbonato, spazzolatele con cura e risciacquatele. In questo modo sarà possibile mangiare anche la buccia, ad esempio, delle carote o delle patate. Il bicarbonato di sodio è anche il più delicato ma efficace fra i materiali abrasivi naturali e funziona bene per la rimozione di strati sporchi accumulati su tostapane e altri elettrodomestici da cucina di acciaio sia cromato che inox. Lo strato di grasso può essere rimosso utilizzando una spugna morbida umida cosparsa di bicarbonato. È anche un ottimo anti-calcare: da utilizzare, quindi, per le pulizie dei sanitari.
  5. Fondi di caffè: I fondi di caffè sono l’ideale per assorbire i cattivi odori: possono essere posti all’interno del bidone della spazzatura o in un piccolo contenitore nel frigorifero, oppure possono addirittura essere strofinati sulle mani dopo aver tagliato aglio o cipolla. Hanno anche una proprietà sgrassante: potete fare una miscela di acqua calda e 2-3 cucchiai di polvere di caffè per passare i piatti prima di lavarli (diminuendo la quantità di detersivo necessaria). Non dimentichiamo che i fondi di caffè possono essere utilizzati come fertilizzanti naturali. Basta sistemare il caffè alle radici delle piante oppure diluirlo con acqua e spruzzarlo direttamente sulle foglie.
  6. Pane: A tutti dispiace buttare il pane avanzato e, oltre a farlo seccare per trasformarlo in pan grattato, siamo sempre alla ricerca di ricette dolci e salate per poterlo riutilizzare, evitando uno spreco davvero spiacevole. I modi per recuperare il pane, però, non sono solo di tipo alimentare: la mollica può essere utilizzata anche per tamponare eventuali macchie fresche di olio dagli abiti. Sempre la parte morbida può essere usata per rimuovere piccoli segni sul muro, come una sorta di gomma per cancellare. Infine, una volta inumidito, il pane può anche essere usato per raccogliere pezzetti di vetro rotto da terra senza tagliarsi o anche  briciole secche.
  7. Sale: Il sale può essere usato per eliminare le macchie di tè o caffè dalle tazze, strofinandolo sulle superfici. Può servire anche per pulire a fondo le bottiglie di olio e di vino: basterà versare all’interno qualche cucchiaio di sale grosso, scuotere le bottiglie per distribuire il sale sulle pareti e, in ultimo, aggiungere acqua calda per farlo sciogliere e funzionare come “detersivo”. Il sale può anche essere usato, insieme al bicarbonato di sodio e all’aceto, per sbloccare lo scarico della doccia. Versate nel buco 1 tazza di sale, 1 tazza di bicarbonato e mezzo bicchiere di aceto bianco e, dopo 10 minuti, versate 2 litri di acqua bollente: il risultato sarà sorprendente.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.