Come pulire le pietre con l'acido

Come pulire le pietre con l’acido: cosa fare?


L’acido si presenta come soluzione liquida di tipo acquosa. L'acido è un reagente chimico altamente corrosivo, molto diffuso in particolare nel settore industriale. Composto che deve essere sempre usato con una certa attenzione, in quanto la dispersione potrebbe risultare dannosa per l’ambiente e non solo per l’uomo. Vediamo ora come pulire le pietre naturali con l’acido.

come-pulire-le-pietre-con-acido
Come pulire un pavimento in pietra naturale (Fonte: www.donnad.it )

Cos’è l’acido e per cosa viene usato

L’odore dell’acido è particolarmente forte anche se apparentemente potrebbe sembrare acqua per la colorazione trasparente. Diffuso nell’analisi chimica, come reagente, mentre in quella qualitativa da la possibilità di capire se c’è la presenza o meno sostanze come piombo mercurio, oppure argento. L’acido cloridrico, o anche conosciuto come cloruro di sodio, viene usato persino come additivo alimentare.



L’acido è per lo più impiegato per togliere residui di cemento oppure di stucco da pavimentazioni. Inoltre può essere usato come disincrostante per calcestruzzo, ferro, oltre che come disinfettante in genere e per eliminare la ruggine soprattutto su superfici particolarmente intaccate, dove non ci sono altre soluzioni che possano essere davvero efficaci.

L’acido inoltre è un prodotto che viene anche usato per pulire le pietre. Concretamente esso viene iniettato direttamente nella roccia, in questo modo si aziona un processo di corrosione. La superficie precedentemente molto porosa e durissima viene corrosa così agevolare l’uscita del materiale. Rimuovere i residui di posa e lo sporco di cantiere, prepara inoltre il materiale al trattamento protettivo. La scelta del detergente da poter usare va fatta in relazione al materiale e finitura della superficie interessata. L’acido è utilizzato sulle pietre non lucide che siano resistenti agli acidi, come superfici in granito, porfido, pietre silicee in modo da pulirle ma senza danneggiarle.

Leggi anche questo articolo: Come pulire il marmo?


I nemici dei pavimenti in pietra naturale

Le pietre naturali, seppure molto resistenti agli agenti atmosferici, possono risultare attaccabili dallo sporco. Si tratta di una caratteristica che varia in funzione della porosità della pietra (pietre più porose si sporcano con più facilità mentre quelle meno porose sono più sensibili allo sporco), e a cui si fa fronte detergendo la superficie con regolarità.


I prodotti acidi sono sicuramente i peggiori nemici delle superfici di pietra naturale: rischiano di corroderla, rovinandola. Tra i prodotti acidi da evitare sono inclusi l’alcool, il limone e l’aceto, spesso utilizzati per le pulizie domestiche ed erroneamente impiegati per smacchiare le superfici in pietra: il loro PH acido ne mina la brillantezza e ne danneggia la lucidatura.

L’acido fluoridrico è un’altra sostanza da evitare: non è adatto per molti tipi di pietre poiché è capace di sciogliere il quarzo che compone i silicati (contenuto in alcune pietre). La capacità dell’acido fluoridrico di sciogliere il quarzo è tale che viene utilizzato in oreficeria per evidenziare l’oro nascosto in formazioni di quarzo.

I prodotti anti calcare sono altri nemici delle pietre. Il motivo è semplice ed è da riscontrare nella composizione di marmi, travertini, ardesie, onici, quasi interamente costituiti da calcare. L’utilizzo dei prodotti anti calcare su questo tipo di pietre causerebbe la formazione di cavità dovute allo scioglimento della calcite in esse contenuta.

pulire-le-pietre-con-l'acido
Vari prodotti chimici presenti in mercato (Fonte: www.donnad.it)


Quali sono i prodotti da usare?

Detergenti neutri: sono i migliori da utilizzare perché non macchiano la pietra e riescono a pulirla ugualmente in profondità. Per detergenti neutri si intendono quelli con ph 7.
Prodotti a base alcalina, come ammoniaca e candeggina: seppure solo in casi estremi, di macchie particolarmente persistenti, è possibile utilizzare ammoniaca e candeggina, che sono basiche, per smacchiare marmi e le rocce calcaree. Meglio applicarle diluite in abbondante acqua e a spruzzo o pennello sulla superficie da pulire.

Pulizia e manutenzione della pietra naturale e del marmo

La costante manutenzione e la pulizia della pietra naturale sono operazioni di fondamentale importanza per far sì che i pavimenti e le superfici si mantengano in ottime condizioni. Dopo l’acquisto di una nuova casa o dopo una ristrutturazione con l’installazione di un nuovo pavimento in marmo o pietra è indispensabile effettuare un buon lavaggio delle superfici per rimuovere ogni residuo di cemento, malta e colla derivanti dalla posa. Purtroppo questa operazione molte volte non viene eseguita o viene fatta con prodotti non specifici e questo può causare, nel tempo, diversi problemi al pavimento.

Marmo, granito e le altre pietre naturali non sono tutte uguali, alcune sono sensibili a detergenti a base acida, altre sono più resistenti, per questo è molto importante scegliere il prodotto giusto per la pulizia dopo posa.

  • Per pietre non lucide resistenti agli acidi è possibile usare un detergente acido 
  • Per materiali sensibili, come marmo, travertino e agglomerati lucidi conviene invece utilizzare un detergente neutro 

A pavimento asciutto e pulito, si consiglia di procedere con il trattamento protettivo più idoneo.


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.