Gli isolanti ecologici

Gli isolanti ecologici: tipologie, caratteristiche e costi

Il settore edilizio offre soluzioni in grado di coniugare sostenibilità e alte performance nel campo dell’isolamento termico. In commercio esistono numerosi isolanti ecologici perfetti per isolare termicamente la vostra abitazione. Scopriamo insieme alcuni dei materiali ecocompatibili più usati in edilizia.

isolanti-ecologici
Pannello isolante in fibra di legno (Fonte: www.isolantiecologici.com)

Isolanti ecologici: considerazioni, vantaggi

Gli isolanti ecologici sono materiali di origine naturale, ovvero non presentano componenti di origine sintetica e petrolchimica ma provengono da materie prime rinnovabili, con processi di produzione e installazione non dannosi per l’ambiente e per l’uomo. Sono inoltre riciclabili e biodegradabili e richiedono un basso contenuto di energia per il loro ciclo di vita. Tra questi ci sono la fibra di legno, la fibra di legno mineralizzato, la fibra di cellulosa, la fibra di canapa, la fibra di lino, il sughero ecc. Gli isolanti ecologici sono molto utilizzati in edilizia e hanno un elevato potere isolante, sia dal punto di vista termico che acustico.

I vantaggi degli isolanti ecologici possiamo sintetizzarli così:

  • Buon isolamento termico
  • Riciclabili e biodegradabili
  • Atossici
  • Buon sfasamento termico
  • Traspiranti
  • Generalmente durevoli
  • Buon isolamento acustico
  • Non vulnerabili all’umidità

isolanti-ecologici
Isolanti ecologici in canapa e lana di pecora (Fonte: www.curioctopus.guru)


Tipologie e caratteristiche dei più comuni isolanti ecologici

Per scegliere il miglior isolante ecologico è importante considerare le sue proprietà ma anche le caratteristiche della struttura da isolare e le prestazioni che si desiderano ottenere. Vediamo quindi quali sono questi isolanti ecologici e quali caratteristiche hanno:

Fibra di legno

La produzione di materiali in legno produce scarti che possono essere riciclati e trovare nuova vita. La fibra di legno è una soluzione  ideale per l’isolamento e nasce proprio dal riciclo di questo pregevole materiale: i pannelli in fibra di legno, infatti, sono ecocompatibili e compostabili interamente una volta finito il loro ciclo di vita.
I pannelli in fibra di legno trovano ampio utilizzo nel settore dell’isolamento termico: la loro durata e resistenza li rende adatti per essere applicati nell’isolamento termo-acustico di pareti verticali, pavimenti, solai, ma anche tetti. La fibra di legno è un’ottima alternativa ai prodotti sintetici: garantisce comfort termico, grazie alla sua struttura fibrosa è un buon fonoassorbente ed è un materiale igroscopico ossia regola naturalmente il livello di umidità presente.

Fibra di cellulosa

La ricerca tecnologica in campo ecosostenibile ha consentito di sviluppare un sistema per il recupero degli scarti della carta. Nel campo edile la fibra di cellulosa viene utilizzata per realizzare l’isolamento termico domestico: le sue buone prestazioni, ne fanno una scelta ecologica e performante allo stesso tempo. La fibra di cellulosa è un ottimo isolante termico, resistendo efficacemente all’escursione tra giorno e notte, ma le sue caratteristiche non si fermano qui: non si deforma, è elastica e resistente all’umidità, ecosostenibile e resistente al fuoco.

Lana di pecora

Un altro isolante ecologico dalle buone doti isolanti è la lana di pecora, i cui pannelli o rotoli sono composti in parte da lana pura e in parte da lana di recupero. La lana di pecora può essere utilizzata per isolare le intercapedini, coperture, controsoffitti, ma anche per i sottopavimenti. Questo materiale trova largo impiego nell’edilizia grazie alle sue ottime capacità climatizzanti contro le basse e alte temperature, isola dai rumori esterni e ha elevate proprietà filtranti. La lana di pecora, inoltre, è altamente igroscopica: assorbe il vapore acqueo senza gonfiarsi e modificare negativamente la sua struttura.

Per approfondire leggi questo articolo: Uso della lana in edilizia

Fibra di canapa

Anche le fibre tessili sono un valido alleato per creare comfort termico nelle nostre case: la canapa, per esempio, ha ottime doti isolanti ed è utilizzabile sia in forma di pannelli che di materassini. Essa deriva dalla Cannabis. Per la produzione dei pannelli isolanti viene sfruttata la parte meno pregiata della pianta, unita a un collante naturale. La fibra di canapa è leggera, traspirante e resiste molto bene all’attacco di muffe e batteri. Inoltre ha buone capacità igroscopiche ed è in grado di mantenere inalterate le proprie caratteristiche nel tempo.

Per approfondire leggi questo articolo: Sughero, caratteristiche e vantaggi

isolanti-ecologici
Pannelli ecologici isolanti in sughero (Fonte: www.steacom.it)

Applicazioni e costi

Gli isolanti ecologici realizzati con materiali naturali sono più costosi di quelli sintetici. Inoltre alcuni materiali non sono di semplice posa in opera come la fibra di cellulosa che viene applicata tramite sistema a insufflaggio. Il sughero, tra gli isolanti ecologici è il più costoso, ma è un ottimo isolante termoacustico.
Gli isolanti ecologici si possono utilizzare per cappotti esterni ventilati, coperture ventilate, coperture inclinate, pareti divisorie interne, controsoffitti, sottopavimenti e solai, soprattutto in strutture in legno e muratura. Inoltre, date le caratteristiche atossiche sono indicati per i cappotti interni.



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.