Gli isolanti termici sottili

Gli isolanti termici sottili: minimo spazio, massimo isolamento

Soluzione ideale per abbinare elevata efficienza termica e basso spessore isolante. Particolarmente indicato nella riqualificazione energetica di fabbricati esistenti grazie a spessori ridotti a parità di potere isolante.

isolanti-termici-sottili
Isolanti termici sottili applicati per le pareti interne
nelle ristrutturazioni (Fonte: www.isolamentotermico.org)


La necessità di isolare termicamente le costruzioni, si scontra di frequente con la necessità di impiegare spessori ridotti di materiale isolante al fine di poter ridurre al minimo indispensabile l'ingombro del rivestimento. Il problema ricorre sia che si tratti di cappotto interno o esterno e che si tratti di nuova realizzazione o di una ristrutturazione. Per rimediare alla necessità di ridurre tali ingombri, senza peraltro ridurre la capacità di isolamento del materiale usato, è necessario impiegare materiali particolari che grazie alle loro spiccate e particolari caratteristiche riescono ad isolare molto meglio di materiali di spessore maggiore.

Isolanti termici sottili: caratteristiche

Gli isolanti termici sottili sono forniti in pannelli con uno spessore che può arrivare fino a 10 mm  e una conducibilità termica pari a 0,015 W/mK. Gli isolanti termici sottili permettono di ridurre la dispersione energetica recuperando spazio negli edifici civili, commerciali e residenziali.
Le proprietà di questi pannelli, minima conduttività termica, flessibilità e resistenza alla compressione, idrofobicità e facilità di posa, ne fanno un prodotto indispensabile per garantire il massimo isolamento termico sia nelle strutture nuove che da riqualificare. Gli isolanti termici sottili sono il prodotto ideale per applicazioni su pareti perimetrali esterne e pareti interne, intradossi, imbotti delle finestre, solai e per la risoluzione dei ponti termici. Sono scelta ottimale per le ristrutturazioni esterne e interne, nonché nel recupero edilizio e negli edifici storici sottoposti a vincoli architettonici che abbiano bisogno del massimo comfort abitativo.

Isolanti termici sottili: materiali

Gli isolanti termici sottili sono forniti in pannelli studiati per l’isolamento termico di quelle strutture edilizie che necessitano del maggior grado di coibentazione nel minor spazio possibile.
Prendiamo in esame due materiali molto diversi tra loro per caratteristiche e costi che però permettono di ridurre moltissimo gli spessori e risolvere quindi il problema.

Aerogel 

Il primo materiale con il quale è possibile realizzare dei cappotti di particolare efficienza termica con spessori che non superano i 20 mm è l'Aerogel. L'Aerogel rappresenta, quasi sicuramente, il materiale isolante più leggero al mondo. Il suo alto grado di prestazione termica, unitamente al suo ridotto spessore, gli consentono di ottenere le stesse prestazioni termiche dei tradizionali isolanti con spessori fino a 10 volte inferiori, la sue prestazioni termiche sono talmente elevate che la NASA lo ha impiegato per realizzare l'isolamento delle tute spaziali.

Il suo impiego in edilizia è estremamente facile, infatti può essere applicato con dell'apposita biocolla direttamente sulle pareti da isolare, una volta applicato il pannello la cui misura in lunghezza permette facilmente di coprire intere pareti con pochi tagli, occorre applicare su esso uno strato di intonaco fibrorinforzato su cui verrà infine effettuato lo strato di finitura desiderato.
Prima di eseguire lo strato di finitura è necessario fissare con appositi tasselli il rivestimento alla sottostante muratura, fatto ciò è possibile portare l'opera a compimento.

aerogel-isolanti-termici-sottili
Aerogel (Fonte: www.verynerdpeople.it)

Depron

Il Depron o più semplicemente polistirolo estruso, con la sua particolare densità attorno ai 35 Kg/mc. riesce con spessori ancora più ridotti del sistema Aerogel a garantire un confort termico di tutto rispetto. Il Depron può essere impiegato per realizzare dei cappotti termici interni ed esterni, può essere applicato a soffitto e prima della posa del pavimento per evitare dispersioni termiche verso ambienti non riscaldati.

Con il Depron stante il suo ridottissimo spessore e grazie alle notevoli capacità termoisolanti, è possibile ottimizzare la resa termica dei termosifoni realizzando alle spalle del radiatore specialmente quando l'elemento radiante è posto sotto una finestra, un ottimo strato isolante che evita la dispersione del calore verso l'esterno.

Altri tipi di isolanti termici sottili

Il cappotto nanotecnologico è un isolamento termico innovativo di concezione nanotecnologica, una resina isolante o resina rasante a basso spessore, da 2 mm la resina fino ad un massimo di 6 mm per il rasante, a base di molecole dalle dimensioni di un nanometro, cioè di grandezza inferiore ad un miliardesimo di metro, e, grazie a questo, intervengono così ad ostruire e chiudere ogni microporosità del muro, assicurando nuovi ed elevati standard di isolamento termico, con il più basso spessore esistente sul mercato. Il cappotto nanotecnologico dà grandi vantaggi di isolamento termico con costi competitivi e facile installazione, persino nel fai da te.

Il cappotto nanotecnologico formato da un rasante e tre mani a base di nanoresina oltre la finitura di due mani di colore esterno offre vari vantaggi:

  • facile da applicare
  • non invasivo
  • velocità di applicazione
  • traspirante
  • costi contenuti in relazione ad un cappotto tradizionale
  • possibilità di trattare interno o esterno
  • rientra nelle agevolazioni fiscali
  • poco spessore, grande potere isolante

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.