Le più importanti imprese di costruzione spa nel mondo

Le più importanti imprese di costruzione spa nel mondo


Dal rapporto dell'Ance relativi alle attività delle imprese di costruzioni spa italiane nel mondo emerge un’ulteriore crescita delle nostre imprese a livello mondiale che testimonia come i mercati internazionali siano diventati un business consolidato per il settore delle costruzioni. Sempre più infrastrutture nel mondo parlano italiano: oltre 10 miliardi di euro il fatturato e 187 nuovi contratti, con una presenza in 85 Paesi.
Per le grandi imprese di costruzione spa nel mondo, la componente estera rappresenta oggi quasi  l'83% della fetta di mercato, e  il mercato internazionale è in costante crescita  arrivando a rappresentare quasi il 30% del totale.

grandi-imprese-di-costruzione
Grandi imprese di costruzione nel mondo (Fonte: www.gruppobasso.it/)

Tipologie di opere realizzate

Dal 2004 al 2016, il fatturato estero delle 43 imprese che partecipano al Rapporto dell’Ance è quasi quintuplicato, passando da 3,1 a 14,1 miliardi di euro (pari ad una crescita media annua del 13,5%). Nel 2016, dopo 12 anni consecutivi di forte espansione, il valore della produzione oltre confine dei contractors italiani continua ad aumentare (+17,8% rispetto all’anno precedente).

Le imprese di costruzione italiane spa nel mondo si sono imposte e si stanno imponendo nel mercato europeo ed internazionale proprio per la loro capacità bravura ed organizzazione e competenza. Diversi sono i settori interessati. Il settore ferroviario, si conferma la tipologia di opera maggiormente realizzata nei mercati esteri dalle imprese italiane di costruzione. Seguono le opere stradali e le opere idrauliche. Crescono anche, come ormai da alcuni anni, gli interventi di edilizia residenziale e non che raggiungono quota 7% del totale del portafoglio lavori. Molto importanti sono le realizzazioni nel settore ospedaliero e carcerario, quelle dei business center, degli hotel e delle università e centri di ricerca. Un certo rilievo stanno assumendo anche gli interventi in campo ambientale (termovalorizzatori, potabilizzazione, dissalazione e impianti).

Per quanto riguarda la ripartizione geografica dei cantieri, nel corso degli ultimi anni a partire dal 2004 le imprese di costruzione spa italiane nel mondo sono entrate in 6 nuovi mercati: Austria, Bosnia-Erzegovina, Gibuti, Benin, Tanzania e Uganda. Ma è l’Unione Europea a farla da padrone l’area dove si sono concentrati i lavori di importo maggiore. Questo risultato, testimonia che le nostre imprese di costruzione sono forti anche nei mercati più competitivi, grazie alle loro competenze e al bagaglio tecnologico.


imprese-di-costruzione-italiane-nel-mondo
Crescita continua per le imprese di costruzione italiane nel mondo (Fonte: blog.unioneprofessionisti.com)

Le più importanti imprese di costruzione italiane nel mondo

Si rafforza la crescita delle imprese di costruzione all'estero mostrando segnali positivi per le aziende che operano all’estero  e che vedono il fatturato lievitare ogni anno sempre di più. Una tendenza che è più che raddoppiata rispetto a dieci  anni fa, e che tende a crescere sempre più.  Ma mentre le imprese di costruzione vanno bene all’estero,  le imprese del settore soffrono sempre di più sul mercato italiano, che mostra una riduzione del giro d'affari del 3,3% all'anno. 

Con  112 cantieri localizzati tra Stati Uniti, Polonia, Turchia, Medio  Oriente e Africa subsahariana, le strade e i ponti sono le opere che  impegnano maggiormente all'estero le imprese italiane di costruzione nel mondo con una quota  del 22,9% sul portafoglio globale dei lavori. Seguono le metropolitane con 18,3% e al terzo posto le ferrovie con 11,6 miliardi di euro, il  14% del portafoglio complessivo. E' quanto emerge dal rapporto dell'Ance. Importante la presenza italiana anche nelle concessioni con commesse, acquisite anche in partnership con imprese straniere. E' il settore autostradale a guidare la classifica delle  concessioni che rappresenta quasi la metà del totale dei contratti in  essere.

Sono poi 8 i nuovi  mercati conquistati: Austria, Germania e Slovenia nell'Unione europea, Bielorussia nell'Europa extra Ue mentre fuori dall'Europa Camerun,  Indonesia, Nuova Zelanda, Iran. Rispetto a due anni fa, i cambiamenti di mercato sono vistosi.

classifica-imprese-di-costruzione
Classifica delle principali imprese di costruzione nel mondo.
Le imprese di costruzione italiane sembrano reggere bene alla crisi
dell’edilizia che si registra ormai da qualche anno (Fonte: www.ance.it)

Una panoramica di imprese di costruzioni nel mondo

I numeri emergono dalla Classifica delle Top 25 imprese di costruzione europee, elaborate dalla società di ricerca Guamari (Milano), e presentati in anteprima su Edilizia e Territorio.
Le grandi imprese di costruzione europee godono di ottima salute, con crescite di fatturato e risultati netti in utile, salvo l'unica eccezione delle società del Regno Unito, un mercato colpito a gennaio dal fallimento del colosso Carillio n (6,058 miliardi di euro nell'ultimo bilancio chiuso, il 2016, 11° in classifica nello stesso 2016, 43mila dipendenti) e dalla situazione precaria di alcuni altri big, come Galliford (3,1 miliardi di euro di fatturato, che chiude in perdita il 2017), e Laing O'Rourke (che ha chiuso in pesante perdita il 2016, -276 milioni di euro su 3.176, e che però dà segni di miglioramento nel 2017, con riduzione delle perdite nette a 68 milioni e Ebit che risale da -311 a +26).

Grande balzo in avanti della spagnola Acciona (alleata dell'italiana Ghella nei lavori all'estero), che dal 2016 al 2017 aumenta la cifra d'affari da 5.977 a 7.254 milioni, scattando in classifica dal 12° al 9° posto, e superando il numero uno italiano Salini Impregilo, scesa dal decimo all'11° posto pur in crescita da 6.125 a 6.482 milioni di fatturato e in ottima salute come risultati (utile netto da 110 a 234 milioni di euro). 


Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.