Ponticello in legno

Ponticello in legno: come si realizza, quali materiali usare, quali sono i costi


In un giardino rustico dove esiste un piccolo corso d’acqua o un laghetto, potrebbe trovare perfettamente posto un ponticello in legno dove fermarsi per osservare la vegetazione e la fauna acquatica. Ovviamente, si tratterà di un elemento con una funzione prevalentemente decorativa, ma sarà sicuramente un'idea simpatica e di grande effetto. Vediamo in questo articolo alcuni consigli su come si realizza un ponticello in legno, quali materiali usare e quali sono i costi.

ponticello-in-legno
Realizzazione di ponticello in legno calpestabile
per giardino (Fonte: www.kijiji.it)

Ponticello in legno calpestabile per giardino

Se intorno alla casa di campagna di stile rustico c’è un piccolo parco  attraversato da un ruscello, è senz’altro il caso di aggiungere un ponticello in legno che diventerà il fulcro emotivo di tutto il giardino. La regola per cui il “verde” intorno a una casa, cioè un giardino, vada sempre arredato con qualcosa di diverso dalle piante proprio per valorizzarle, qui trova un’evidente conferma: il ponticello in legno si integra perfettamente con la natura, ma nello stesso tempo le si contrappone creando un’armonia tra due temi non troppo dissimili.

Questi ponticelli sono realizzati interamente in legno massello di pino in tinta naturale e poi trattati con impregnante per utilizzo in ambiente esterno. Il ponticello in legno è calpestabile ed è dunque utilizzabile come passerella per un piccolo laghetto artificiale o semplicemente come decorazione per il giardino.

I ponticelli in legno essendo dei complementi decorativi molto caratterizzante vengono anche usati per l'arredo esterno di locali pubblici quali ristoranti e bistrot. Questi ponticelli possono essere realizzati con il fai da te acquistando i materiali come il legno, chiodi, colle, ecc. oppure si possono acquistare; in questo caso viene consegnato pre assemblato ed il montaggio è facile e veloce supportato dallo schema grafico su un foglietto.


ponticello-in-legno
Ponticello in legno (Fonte: www.lacasadilegno.eu/)

Come si realizza un ponticello in legno fai da te

Come abbiamo visto realizzare un ponticello in legno può essere quel “tocco in più” per arricchire, abbellire e valorizzare il giardino di casa. Vediamo ora passo a passo come si realizza un ponticello in legno e quali materiali usare.

Ovviamente il materiale principale è il legno, in parte recuperato da altri lavori, in parte acquistato. L’essenza del legno è indifferente, scegli il legno che ti piace di più in base ai tuoi gusti. Aggiungiamo poi le viti e i materiali di finitura: impregnante e smalto all’acqua.
Sulla base del progetto si tagliano tutti i pezzi che vengono trattati più velocemente e più efficacemente con impregnante, raggiungendo tutte le facce.

La finitura è con smalto all’acqua. I due trattamenti (impregnante e smalto) non sono incompatibili: mentre il primo “lavora” penetrando le fibre del legno, il secondo ne impermeabilizza la superficie. La scelta di un buon smalto a base acqua, inoltre, è valida anche perché non forma pellicola.
Tagliando alcune spesse tavole si realizzano i prolungamenti triangolari necessari per far arrivare le campate ad appoggiare saldamente sulle sponde del laghetto.

Il montaggio viene fatto in laboratorio, su un piano sostenuto da cavalletti, per poi trasferire il ponte sul luogo dell’installazione. Tenendo perfettamente allineati e paralleli i due longheroni, si iniziano a fissare le tavole di copertura dell’estradosso. Messa la prima, si pone un listello come distanziale per applicare la seconda. Si è sicuri in questo modo di mantenerle tutte equidistanti e parallele fra loro.
Il montaggio prosegue con controlli, verifiche e qualche correzione. Le facce laterali chiare delle tavole di copertura dimostrano evidentemente che si è verificata la necessità di un taglio non previsto, per adeguare la loro lunghezza alla carreggiata. I montanti del parapetto sono fissati esternamente; nel farlo vanno tenuti in posizione verticale con strettoi ben tirati.

Gli elementi sono fissati con viti da legno; in quelli la cui giunzione non è soggetta a destabilizzazioni si usano viti con testa svasata con taglio a croce, mentre in quelle sottoposte a sforzo si applicano viti con testa svasata. 

Prima di montare i corrimano alle estremità dei montanti, si mettono i listelli mediani, fondamentali per irrobustire l’intero parapetto, oltre che per offrire ulteriore protezione per i piccoli. I segmenti sono tagliati alle estremità in modo da poter seguire con buona approssimazione la curvatura del ponticello. Anche questo taglio va fatto al momento del montaggio finale, perché è difficile stabilire con esattezza l’angolo da tagliare a livello progettuale.

A conclusione del lavoro si procede con i ritocchi finali con lo smalto, per proteggere al meglio il legno proprio in quei punti in cui l’umidità riesce a infilarsi e a persistere a lungo prima di asciugare.
Ecco che a questo punto il vostro ponticello in legno sarà terminato.

Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.