Le tapparelle blindate

Le tapparelle blindate: come sceglierle e quali dettagli valutare

Le tapparelle blindate rappresentano una valida barriera ai tentativi d’effrazione, sia d’estate che d’inverno. La sicurezza della propria abitazione è una delle esigenze prioritarie di ogni famiglia. A questo proposito tra le tante soluzioni, quella delle tapparelle blindate è una scelta spesso molto utile.

tapparelle-blindate
Tapparelle blindate (Fonte: www.pgcasa.it/)

Leggi anche: Miglior sistema di allarme per la casa

Cosa sono le tapparelle blindate?

Le tapparelle blindate sono un vero e proprio sistema anti effrazione e anti intrusione, che viene costruito con materiali particolarmente resistenti. Le tapparelle blindate funzionano quindi in maniera ottimale come barriera contro i malviventi che si volessero introdurre in casa.

Le tapparelle blindate sono utili in diverse situazioni:

  1. Quando la casa si trova in una zona poco tranquilla, ad esempio in aree particolarmente isolate, in campagna, oppure in contesti in cui le violazioni di domicilio si verificano frequentemente, le tapparelle blindate sono sicure più di tante altre soluzioni.
  2. Quando l’abitazione si trova a piano terra oppure al primo piano, essendo quindi facilmente accessibile ad un eventuale malvivente.
  3. Quando si vuole preservare il valore estetico della casa, evitando quindi l’installazione di grate: le tapparelle blindate sono infatti molto simili alle tradizionali tapparelle.


Le tapparelle blindate pur essendo costruite in acciaio si presentano esteticamente del tutto simili a quelle tradizionali in legno o plastica (PVC). Contrariamente a quest’ultime, in quanto barriere fisiche, sono difficilmente violabili, resistono alle intemperie e non necessitano di manutenzione. Per garantire la sicurezza e impedire la violazione di malintenzionati oltre ad essere antisfondamento hanno un sistema di bloccaggio automatico che garantisce l’antisollevamento e l’antiestrazione.

tapparelle-blindate
Tapparelle blindate con lamelle orientabili (Fonte: www.pianetadesign.it)

Tapparelle blindate: quali scegliere?

Quando si decide di installare delle tapparelle blindate, si dovranno effettuare una serie di valutazioni, a partire da quale tipologia e quale materiale si desidera utilizzare. Per quanto riguarda la tipologia, vi sono solo due possibili scelte:

  1. Tapparelle blindate tradizionali, belle alla vista ma più scomode poiché non consentono il passaggio della luce e neppure un’adeguata areazione.
  2. Tapparelle blindate orientabili, che pur avendo i pregi di quelle classiche consentono invece di arieggiare l’ambiente, in quanto sono formate da lamine che possono ruotare, lasciando aperti dei varchi.


In merito ai materiali, le soluzioni possibili sono tre:

  • Acciaio
  • Alluminio
  • Pvc


Tapparelle blindate: tipologie 

Composte da lamelle orizzontali e apparentemente uguali l’una all’altra, le tapparelle blindate sono gli elementi di chiusura esterna alla finestra.

  • Anche nelle versioni più semplici, le tapparelle blindate offrono diverse funzioni: oscurano, permettono di far entrare luce quando serve, proteggono dagli agenti atmosferici e dai tentativi di scasso.
  • Lo scorrimento avviene lungo due guide a parete, all’esterno della finestra. In genere le stecche sono tutte piene, ma sono disponibili anche soluzioni con listelli microforati alternati a quelli pieni, che garantiscono l’illuminazione e la ventilazione degli ambienti anche se completamente abbassate. Fanno anche da zanzariera.
  • Alcuni modelli di tapparelle blindate sono frangisole, grazie ai listelli orientabili per regolare  luce e ombra. Altre invece fungono anche da grata, per la presenza di una struttura metallica totalmente sollevabile.

tapparelle-blindate-microforate
Tapparelle blindate microforate (Fonte: www.satyaom.it/)

I materiali delle tapparelle blindate

Dai materiali con cui sono realizzate dipendono le prestazioni e la sicurezza delle tapparelle blindate. Uno dei più utilizzati è l’alluminio estruso, che forma una corazza esterna molto resistente anche agli agenti atmosferici. All’interno può essere presente un profilo in PVC con funzione di irrigidimento, oppure viene riempito con iniezioni di resina. Frequente è anche l’utilizzo di rinforzi in acciaio. Infatti, l’alluminio di per sé è leggero, resistente alla pioggia e al vento, di facile manutenzione, ma non abbastanza resistente all’effrazione. Per aumentarne la capacità di isolamento, invece, le stecche possono anche essere coibentate con materiale isolante.  In commercio sono presenti anche soluzioni in acciaio, robusto e molto resistente. 

Altri materiali usati per realizzare le tapparelle blindate, come il PVC o il classico legno, non offrono garanzie di sicurezza al pari dell’alluminio estruso. Il primo si distingue per leggerezza e praticità di manutenzione. Le prestazioni termoisolanti vengono accresciute con l’inserimento di apposite schiume. Il legno è piacevole dal punto di vista estetico ma più deperibile, anche se viene appositamente trattato per resistere all’esterno.


tapparelle-blindate
Elemento della tapparella (Fonte: www.serraturevenezia.it)

Le classi antieffrazione

Per ottenere la certificazione che ne attesta la sicurezza, i prodotti devono rispettare le norme europee EN 1627-1630. La classe di resistenza viene attribuita in base ai risultati ottenuti in seguito a specifici test, effettuati presso un ente riconosciuto.
  • Le classi vanno in ordine crescente dalla 1, la più bassa, alla 6, la più elevata (quest’ultima solitamente non è destinata alle abitazioni). La scelta del modello dipende dalle effettive esigenze. A chi vive al piano terra, per esempio, può servire una tapparella di maggiore sicurezza rispetto a chi sta ai piani alti. 
  • Le tapparelle di classe RC1 sono realizzate per offrire una protezione, per 3 minuti, contro tentativi basati sulla forza fisica, come calci e spallate.
  • La classe RC2 indica resistenza all’attacco con attrezzi semplici per un tempo di 3 minuti.
  • Nella classe RC3 rientrano modelli che resistono anche a un piede di porco per un attacco continuo di 5 minuti.
  • In classe RC4 servono almeno 10 minuti per forzare con sega o trapano a batteria.
  • Con la classe RC5 è necessario utilizzare attrezzi elettrici per 15 minuti continuativi.

Quanto costano le tapparelle blindate

Il costo delle tapparelle blindate varia molto in base alla tipologia prescelta: quelle con stecche cieche sono le più economiche e variano tra i 50 e i 60 euro al metro quadro, quelle orientabili costano invece molto di più, da 200 € a 300 € a metro quadro. La manodopera dovrebbe costare intorno ai 50 euro a metro quadro.


Leggi anche: Porte blindate: tipologie, caratteristiche, prezzi

Leggi anche: Le finestre blindate

Leggi anche: Persiane blindate: caratteristiche e prezzi



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.