Come cambiare la porta blindata

Come cambiare la porta blindata: lavori da fare e costi

Le porte blindate possono essere una ottima risposta al problema della sicurezza all’interno della propria casa. Quando dobbiamo cambiare la porta blindata di casa nostra, per garantire la massima sicurezza e una coibentazione termica e acustica ottimale, non basta solo una porta blindata di qualità, ma è anche importante che la porta venga ancorata saldamente al muro e isolata perfettamente. Vediamo in questo articolo come cambiare la porta blindata, quali sono i lavori da fare e i costi.

porta-blindata-esterna
Porta blindata in legno da esterno (Fonte: www.flickr.com)

Cos’è e a cosa serve la porta blindata

La porta blindata rappresenta il primo impatto con una abitazione privata e costituisce il primo filtro tra ambiente esterno ed ambiente interno e rappresentano un primo efficace filtro che ha permesso di abbassare notevolmente la percentuale di riuscita dei furti in abitazione. La sua funzione principale è quella di difendere lo spazio da intrusioni e garantire quindi sicurezza, privacy nonché isolamento. Le prime porte blindate erano chiaramente meno prestazionali di quelle di ultima generazione nelle quali meccanismi più sofisticati ed un design ad alti livelli rende le stesse più sicure ad al contempo esteticamente più piacevoli.

Leggi anche: Porte blindate: tipologie, caratteristiche, prezzi


Caratteristiche e classificazione delle porte blindate

Le principali caratteristiche di una porta blindata riguardano il telaio, l’anta, le cerniere e la serratura. Il telaio è una struttura realizzata in acciaio che va fissata direttamente al muro con delle viti e delle staffe anch'esse in acciaio. L’anta della porta blindata è costituita da alcune lamiere in acciaio. Le cerniere sono il punto di rotazione dove viene ancorata l’anta della porta. Infine la serratura, elemento fondamentale nella porta blindata, dev'essere abbastanza robusta per resistere ai tentativi di intrusione.

Leggi anche: Cambiare serratura porta blindata


Le porte blindate sono classificate come segue:
  • porta blindata di classe 1: utile per le case in cui la percentuale di rischio di furto è molto bassa;
  • porta blindata di classe 2: consigliata per abitazioni dove il rischio di furto è comunque basso, questa porta è in grado di resistere al tentativo di un soggetto inesperto ma dotato di attrezzatura base;
  • porta blindata di classe 3: è progettata per resistere a tentativi di intrusioni effettuati da scassinatori ben attrezzati;
  • porta blindata di classe 4: ideata per opporre resistenza a tentativi di scasso operati da soggetti esperti e altamente attrezzati;
  • porta blindata di classe 5: può resistere a tentativi di scasso effettuati da soggetti provvisti di attrezzatura elettrica. Il livello di sicurezza dei luoghi in cui è installato questo tipo di porta è molto elevato;
  • porta blindata di classe 6: questa porta garantisce protezione assoluta. La percentuale di riuscita dello scasso è prossima allo 0%, in quanto è progettata per resistere a tentativi di scasso ad opera di soggetti estremamente esperti e dotati di attrezzatura sia elettrica che ad alta potenza come l’esplosivo.
posta-blindata-spioncino
Spioncino porta blindata (Fonte: pixabay.com)

Come cambiare la porta blindata: tecniche di posa

In genere per cambiare la porta blindata esistono 3 diverse tecniche di posa:
  1. posa in sovrapposizione
  2. posa con tasselli chimici
  3. posa con zanche ancorate al muro
Nella posa in sovrapposizione il nuovo controtelaio viene posato in sovrapposizione a quello esistente che non viene rimosso. In questo modo cambiare la porta blindata è molto più semplice, occorre molto meno tempo e fatica, e soprattutto costa molto meno sia agli installatori che a te se preferisci fare il lavoro in casa fai da te.

Questo sistema di posa però ha anche degli svantaggi:
  • non garantisce il perfetto ancoraggio della porta blindata al muro, dipende da come è stato fissato il vecchio controtelaio.
  • La nuova porta blindata è più stretta, la luce netta diminuisce.
  • Per mascherare il vecchio controtelaio occorrerà inserire dei coprifili a tutto svantaggio del risultato estetico che è poco gradevole.
  • Scarsa ottimizzazione dell’isolamento termico ed acustico.

Nella posa con tasselli chimici il controtelaio esistente viene rimosso, il nuovo controtelaio viene posato con tasselli chimici. Anche in questo caso la fase di posa è più semplice e veloce e costa meno. 

In questo caso gli svantaggi sono i seguenti:
  • non garantisce il perfetto ancoraggio al muro della porta blindata, a meno che il muro non sia in cemento armato (e nella stragrande maggioranza dei casi non lo è);
  • Non viene garantito lo stesso livello di sicurezza della nuova porta blindata;
  • Un installatore onesto non la certifica mai come posa di sicurezza, la responsabilità sarebbe enorme.
  • Capita spesso che nel rimuovere il controtelaio si provocano dei danni alla muratura come piccole fessure, distacchi di intonaco rustico e di rifiniture, rotture degli stessi mattoni forati in laterizio. Questi danni vengono nascosti con dei coprifili, a tutto svantaggio del risultato estetico.
  • Anche dopo la posa si possono verificare dei piccoli cedimenti dei tasselli compromettendo la perfetta funzionalità della blindata.
  • Scarsa ottimizzazione dell’isolamento termico e acustico.

Infine il sistema di posa più sicuro si rivela essere quello con le zanche dove il controtelaio esistente viene rimosso, il nuovo controtelaio viene saldamente murato con profonde zanche in acciaio. Questa è la vera posa a regola d’arte per cambiare la porta blindata, dove viene saldamente ancorata al muro garantendo la perfetta funzionalità nel tempo e il risultato estetico è ottimale. Per contro però questo sistema seppur più sicuro è molto più costoso e per cambiare la porta blindata occorre affidarsi a una ditta specializzata.

porta-blindata-interna
Porta blindata interna (Fonte: www.flickr.com)

Quanto costa cambiare la porta blindata

I costi del montaggio di una porta blindata variano in base ad alcuni fattori, tra cui i più importanti sono la tipologia e le dimensioni della porta blindata. Le porte blindate possono essere di diverse forme: a un'anta, a due ante, rettangolari o ad arco, da interni o da esterni. Le porte blindate a un'anta costano mediamente meno di quelle a due ante, e richiedono anche meno tempo per il montaggio. Il costo per il montaggio di una porta blindata può aumentare quando è necessario adeguare il vano della porta, ad esempio quando la porta precedente aveva dimensioni inferiori.

Possiamo dire che i costi medi per il solo montaggio della porta blindata ammontano a circa €500, mentre per l'acquisto di una porta blindata occorre spendere tra €1.500 e €5.000, in base alla classe di sicurezza della porta blindata e alla tipologia. Le porte blindate per interni sono quelle che vanno montate all'ingresso degli appartamenti di un condominio, e hanno un costo mediamente più basso rispetto ai porte blindate per esterni, che vanno installati nelle ville e nelle case indipendenti. Il motivo, com'è intuibile, è che le porte blindate da esterni sono esposte agli agenti atmosferici: pioggia, vento, caldo e freddo vanno tenuti fuori dalla porta. Le porte blindate per esterni, perciò, devono garantire non solo la sicurezza contro le effrazioni, ma anche un adeguato isolamento termico degli ambienti della tua casa.


Detrazioni fiscali

Se si è in fase di ristrutturazione di casa e si manifesta la necessità di cambiare la porta blindata con una nuova è opportuno sapere che l'intervento in questione rientra tra le opere per cui è possibili usufruire della detrazione fiscale.
In particolare, tra le opere rientranti nelle detrazioni fiscali, sono compresi gli interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi. Per atti illeciti si intendono quelli penalmente illeciti, ad esempio furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti.

Leggi anche: Impianti antintrusione: come difenderci dai ladri



Nessun commento

Starbuild.it. Powered by Blogger.