Cos'è il ponte di archimede tra ingegneria e fantascenza

Il ponte di archimede è una soluzione tecnica e di ingegneria strutturale che esiste da moltissimi anni ma che non è mai stata concepita realmente. Recentemente la Norvegia ha creduto nelle reali possibilità di questa soluzione innovativa.

ponte di archimede
Ponte di Archimede (foto di Pexels - Fonte: pixabay.com)

Indice

  1. Cos'è il ponte di archimede
  2. Esempi di applicazione del ponte di archimede
  3. Linee Guida per il ponte di archimede
  4. I vantaggi del ponte di archimede
  5. Il nuovo ponte di archimede in Norvegia

 

Cos'è il ponte di archimede

Il ponte di archimede è una soluzione costruttiva del settore dell'ingegneria delle infrastrutture e dei trasporti che esiste da oltre un secolo. Per mancanza di tecnologie appropriate e materiali adeguati questa soluzione non è mai stata sviluppata completamente, tranne in qualche aoluzione ibrida negli anni recenti. Fin dalla sua scoperta la Norvegia è stata il primo paese europeo a credere in questa soluzione, cercando di studiare e approfondire le reali capacità di questo tipo di costruzione. Oggi le cose sono molto diverse rispetto a un secolo fa, perchè nel frattempo tecnologia e progresso hanno fatto passi da gigante. Ecco che recentemente la Norvegia ha dimostrato l'effettiva fattibilità di quest'opera realizzando E39, una strada che percorre la costa frastagliata del paese per circa 1100 km.


Esempi di applicazioni del ponte di archimede

Come abbiamo appena accennato la Norvegia da sempre è stato il paese che più di tutti ha creduto in questa soluzione realizzando E39, ma non è l'unica. Altri esempi di solizioni ibride per la realizzazione di ponti sono stati fatti ad esempio per i laghi svizzeri o per il "nostro" ponte sullo Stretto di Messina

Nel decennio scorso Stoccolma ha realizzato un ponte sottomarino appoggiato su pali che ha un comportamento statico simile al ponte di archimede. Questi sono tutti esempi di soluzioni ibride che associano le caratteristiche del ponte di archimede con altre soluzioni classiche; in realtà un ponte di archimede propriamente detto non essite. Questo perchè spesso si preferisce optare per soluzioni alternative più sicure e controllate. Infatti se per tutti i tipi di ponte esiste una casistica elevata per il ponte di archimede no.

Linee Guida per il ponte di archimede

Alla luce di quanto detto finora la Federazione Internazionale per il Calcestruzzo strutturale (fib) ha proposto e interpellato un gruppo internazionale di esperti, di stilare un documento ufficiale e scrivere di fatto una Linea Guida ufficiale internazionale per la realizzazione di questa tipologia strutturale. Nel Novembre del 2020, dopo un anno di lavoro intenso, il team di esperti ha pubblicato le linee guida per il ponte di archimede e rese disponibili per tutti gli ingegneri e architetti che vogliono approcciarsi a questa tipologia costruttiva. 

Queste linee guida sono divise sostanzialemnte in due parti: la prima parte più generale che serve di più ai proprietari delle infrastrutture e al personale non-tecnico, mentre la seconda parte della guida è rivolta prevalentemente ai tecnici (ingegneri e architetti), ovvero ai progettisti dell'opera dando indicazioni tecnico-progettuali. Questa parte oltre a dare indicazioni sulle varie normative e sullo schema procedurale, danno anche degli spunti progettuali basati sull'esperienza degli autori. 


I vantaggi del ponte di archimede

La soluzione per la realizzazione del ponte di archimede è molto interessante e presenta numerosi vantaggi. Innanzitutto il ponte di archimede ha una geometria flessibile che lo rende adatto per la realizzazione di molti attraversamenti. Un ponte di archimede è costruito con pontoni galleggianti che lo rendono indipendente dal fondale marino sottostante, prevenendo di fatto conseguenze dovute a dissesti geotecnici. Un ponte di archimede è un ponte totalmente immerso nell'acqua riducendo drasticament el'impatto visivo e anche quello acustico, rispetto a un ponte tradizionale, ma potrebbe essere un problema per l'attraversamento delle grandi navi. 

Un altro importante vantaggio, legato al fatto che il ponte è immerso nell'acqua, è che non è soggetto al carico del vento e la profondità di immersione riduce i carichi che gravano sulla struttura stessa, grazie al principio diarchimede. La tipologia costruttiva e la modularità degli elementi che compongono il ponte permetteno, almeno in linea teorica, di realizzare ponti con lunghezze infinite che stimolano la propensione di molti paesi a realizzare grandi infrastrutture. 


Il nuovo ponte di archimede in Norvegia

La Norvegia si è veramente attivata per sviluppare concretamente questa soluzione per attraversare i fiordi norvegesi. Attualmente per attraversare l’autostrada che collega Trondheim con Kristiansand e prosegue fino a ricongiungersi con la E45 che arriva fino a Roma, lungo la costa frastagliata norvegese, servono circa 21 ore e 7 traghetti. Considerando che è un importantissimo asse viario per l'esportazione delle merci queste tempistiche sono decisamente lunghe e l'amministrazione norvegese sta valutando l'idea di realizzare un ponte di archimede. Purtroppo però nel frattempo è arrvata la pandemia da Covid 19 e le incertezze economiche dell'ultimo periodo che ha un pò bloccato i piani e fatto cambiare, almeno per il momento, idea al paese optando per soluzioni "normali".

Il materiale principale utilizzato per realizzare il ponte di archimede, è certamente il calcestruzzo, protagonista assoluto. Oggi ormai in tutto il mondo si ha una padronanza sulle caratteristiche e sulle capacità di questo materiale antico e moderno all ostesso tempo, utilizzato anche nelle applicazioni off-shore. Anche in questi contesti più aggressivi i tempi di vita di questo materiale, sono quasi raddoppiati mantenendo integre le caratteristiche tecniche. La ricerca che sta dietro al calcestruzzo non si ferma mai, e ora è orientata alla riduzione dell'impatto ambientale di questo materiale, non solo nella produzione ma cercando anche di minimizzare la manutenzione nel ciclo di vita della struttura.


LEGGI ANCHE:

 

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.