Colonna scarico wc: come fare in caso di ristrutturazione

In questo articolo andremo a vedere come realizzare una colonna per lo scarico del wc in caso di una ristrutturazione.

colonna scarico wc
(foto di sferrario1968 - Fonte: pixabay.com)

Indice

  1. Come fare colonne montanti e derivazioni
  2. Scarico a pavimento
  3. Vaso con scarico a parete
  4. Il sistema di tubazioni

 

Come fare colonne montanti e derivazioni

Una domanda che spesso ci si pone è come realizzare gli scarichi dei wc dei bagni quando ad esempio si avviano i lavori di ristrutturazione di un veccchio edificio. Se questa operazione risulta più semplice negli edifici di nuova costruzione il problema si pone su quelli esistenti per lo spessore ei solai e dei massetti. 

Normalmente la colonna principale (detta montante) è in PVC rosso con diametro di 100 mm per convogliare anche le acque sporche. Anc

Scahe la derivazione (chiamata "braca" con forma a Y) che porta al vaso in ceramica di solito la tubazione ha un diametro di 100 mm perchè il vaso di solito è già sifonato e scarica solo con diamentro uguale o maggiore a 100 mm. Nel caso di edifici multipiano inoltre per far passare la tubazione entro lo spessore del muro bisogna appunto predisporre la traccia, ma le normative antisismiche vietano di bucare troppo la muratura portante.


Scarico a pavimento

Per quanto riguarda i nuovi edifici di solito si scarica a pavimento predisponendo lo spessore dei solai adeguatamente in modo da far passare le tubazioni. In questo caso con i solai in latero cemento si opta per lo scarico a pavimento in quanto si riesce alloggiare la braca. Se però vi è un soalio in legno in un edificio esistente non si riesce a fare questa operazione allora si possono essere due soluzioni: o far vedere le tubazioni a vista a soffitto oppure si andrà a rialzare il pavimento di 15 cm con scalino sulla porta del bagno per far passare le tubazioni. Ovviemente per fare questo bisogna tenere in considerazione l'altezza del locale che non deve mai essere inferiore a 2,20 metri. 

Vaso con scarico a parete

Se anche la soluzione di rialzare il pavimento per vari motivi non fosse possibile allora si opta per lo scarico a parete. A dirlo così sembra semplice anche se lavorare su un edificio esistente non è mai semplice. Spesso si fa passare la colonna montante principale esterna alla parete e la si riveste con un cassonetto in cartongesso. Il bello dell'edilizia è che se ci sono dei problemi in qualche modo si trova sempre una soluzione, l'importante è rispettare sempre le varie normative e in particolare anche quella antisismica.


Il sistema di tubazioni

La colonna montante e gli altri tubi compresi i pezzi speciali (curve e brache) sono realizzati in PVC e sono dotati di un bicchiere che permette di unirli fra di loro utilizzando fra l'altro una colla apposita chiamata anche TANGIT. Questa colla è a presa rapida e quindi bisogna prestare molta attenzione quando viene applicata. Per dare la colla basta metterne un pò nella base di uno dei due tubi da unire e poi una volta uniti fra di loro li si girano contemporaneamente in modo da spalmare in maniera uniforme la colla su tutto il bordo.

tangit-colla
Tangit Uni-Lock, Filo sigillante
per tubature in metallo e plastica 
scopri su amazon


Oltre alla colonna montante del wc con diametro 100 mm ci sono anche le tubazioni della doccia o della vasca, del bidet e del lavabo e queste sono sempre in PVC ma con diametro da 40 mm. Questi si possono convogliare facilmente con le curve aperte o con quelle a 90°. Fate attenzione che la colonna montante del wc e dei sanitari ha bisogno di essere prolungata fino in copertura per lo sfiato.



LEGGI ANCHE:

 

Nessun commento

Se avete dubbi domande o consigli scriveteci.

Starbuild.it. Powered by Blogger.