edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Betonelle autobloccanti: caratteristiche, prezzi e forme

Indice

Le betonelle autobloccanti sono delle betonelle in calcestruzzo che si posano a incastro su un letto di sabbia. Sono l’ideale per le pavimentazioni esterne grazie alla loro capacità di resistere molto bene agli agenti atmosferici. Vediamo le loro caratteristiche, forme e prezzi.

betonelle autobloccanti
Foto di Niborobin – Fonte: pixabay.com

Cosa sono le betonelle autobloccanti

Le betonelle autobloccanti sono dei masselli in calcestruzzo realizzati con forme particolari in modo da incastrarsi una sull’altra. Non necessitano quindi di malta per essere collegate fisicamente una all’altra. Vengono posate direttamente su un letto di sabbia e posate una a una con incastro “maschio-femmina”.

Alcuni modelli di betonelle autobloccanti sono anche drenanti, cioè lasciano drenare l’acqua piovana in modo da farla defluire nel terreno.

Uno dei problemi delle città infatti sono le superfici impermeabili, che non lasciano cioè permeare l’acqua nel sottosuolo, creando grossi disagi in caso di forti piogge. Sempre di più infatti si tendono a realizzare marciapiedi, parcheggi, spazi urbani, piazze e percorsi in aree verdi con le betonelle autobloccanti.

Ma esse non vengono utilizzate solo in ambito pubblico ma anche in ambito privato. La loro posa è semplice e veloce, non richiede malta e in caso di manutenzione si possono togliere e riposizionare facilmente.

I Vantaggi delle betonelle autobloccanti

Le betonelle autobloccanti (detti anche masselli di calcestruzzo autobloccanti) sono indicati per le pavimentazioni esterne non solo a carattere pedonale ma anche le pavimentazioni soggette a traffico veicolare pesante. Una delle caratteristiche principali di queste betonelle autobloccanti è proprio la loro capacità di resistenza alle sollecitazioni meccaniche e agli agenti atmosferici.

Inoltre, come accennato precedentemente, spesso sono anche drenanti, e quindi permettono a una parte dell’acqua piovana di percolare nel terreno sottostante anziché scorrere in superficie e confluire nel sistema fognario.

Nelle precipitazioni di media intensità le betonelle drenanti sono in grado di assorbire e filtrare circa il 40% di “prima pioggia” ovvero l’acqua più carica di sostanze inquinanti e nocive. Altri aspetti positivi sono la loro facilità di posa e rimozione nel caso di manutenzione. Esistono poi delle betonelle autobloccanti a elementi forati che oltre a garantire una discreta resistenza ai carichi sono in grado di far crescere l’erba. Queste di solito vengono utilizzate nei parcheggi.

Oggi nelle città si cerca di realizzare meno superficie impermeabile possibile a scapito di superfici permeabili o semi-permeabili come quelle realizzate con le betonelle autobloccanti. Per concludere durante la stagione estiva, le betonelle autobloccanti per la loro composizione e colore, assorbono meno calore dell’asfalto o del cemento e quindi contribuiscono a rendere le temperature delle città più vivibili.

Modalità e geometrie di posa

Prima di procedere con la posa delle betonelle autobloccanti in calcestruzzo bisogna preparare il terreno di supporto e realizzare dei cordoli (o bordure perimetrali) di contenimento della pavimentazione. I cordoli hanno la funzione di di contrastare la spinta degli elementi e impedire che, sottoposti ad azioni orizzontali, tendano a spostarsi verso l’esterno. I cordoli servono anche a impedire che l’acqua piovana trascini via la sabbia del letto di posa dei masselli.

Una volta preparato il terreno si procede quindi con la posa di uno strato di geotessuto e la formazione di un letto di sabbia di circa 5 cm di spessore, perfettamente spianato con la staggia, e sopra di esso vengono posati a mano i vari masselli disponendoli con opportune sequenze e secondo i disegni previsti.

Fatto questo, una volta terminato, si procede con la compattazione della superficie per vibrazione con delle macchine vibro-compattatrici, spargendo ulteriormente sabbia per allettare le betonelle e saturare le giunzioni.

Le geometrie di posa delle betonelle autobloccanti possono essere svariate grazie alle numerose forme con cui vengono prodotte e alla loro componibilità secondo differenti configurazioni geometriche. Alcune per esempio permettono di integrare l’aspetto della pavimentazione con quello di altri elementi dell’ambiente urbano.

Caratteristiche delle betonelle

Le betonelle autobloccanti sono dei masselli di calcestruzzo che hanno elevati doti di resistenza all’usura e agli agenti atmosferici. Sono molte le aziende che producono queste betonelle e in commercio esistono diversi modelli e con finiture diverse. In genere sono realizzate in calcestruzzo ma possono essere realizzate anche con altri materiali per ottenere finiture diverse, per adeguarsi al contesto.

Tipologie di betonelle autobloccanti

Detto questo, possiamo avere tre tipologie di betonelle autobloccanti:

  • Monostrato: sono le betonelle più economiche e utilizzate quando non si hanno particolari esigenze estetiche. Originariamente erano le uniche prodotte. Queste betonelle, realizzate con un impasto di cemento arricchito con materiali inerti, sono in grado di resistere bene ai carichi pesanti ma hanno una finitura estetica grezza.
  • Doppio strato: sono l’evoluzione dei masselli monostrato in grado di soddisfare le esigenze estetiche. Alla base di cemento arricchito viene aggiunto uno strato di materiali inerti molto fini che consentono di ottenere una superficie liscia e regolare. Queste betonelle sono disponibili anche in molteplici finiture e colorazioni.
  • Masselli autobloccanti anticati: infine ci sono le betonelle autobloccanti doppio strato che vengono sottoposte a ulteriore lavorazione per ottener e un effetto anticato simile alla pietra naturale. Questo tipo di massello è indicato quando sono richieste particolari esigenze estetiche su edifici storici. Per la loro lavorazione particolari sono i più costosi.

Quanto costano

I prezzi per realizzare una pavimentazione esterna in betonelle autobloccanti possono variare anche significativamente in base a vari fattori, come la dimensione e le caratteristiche della superficie da pavimentare, della tipologia di prodotto scelto, dalle maestranze e dal tempo di posa oltre che dalla complessità o meno della geometria di posa.

Inoltre a fare la differenza sul prezzo è il marchio del produttore, questo perchè in origine “betonella” era un prodotto specifico realizzato dall’azienda Tegolaia. Oggi sono diverse le aziende che producono masselli autobloccanti e per prassi vengono chiamate tutte betonelle, quasi fosse un sinonimo.

Nella seguente tabella possiamo vedere alcuni prezzi medi di riferimento a livello nazionale dei singoli prodotti in base alla tipologia ed esclusa la posa.

Betonelle autobloccanti in calcestruzzo

Prezzo al mq (esclusa la posa) da – a

Betonelle originali

14,00 € – 40,00 €

Masselli autobloccanti monostrato

12,00 € – 18,00 €

Masselli autobloccanti doppio strato

15,00 € – 20,00 €

Masselli autobloccanti anticati

24,00 € – 38,00 €

Cordoli di finitura perimetro al metro

8,00 € – 12,00 €

Prezzo della posa al mq

10,00 € – 22,00 €

 

Approfondisci anche >>>  Come posare le betonelle.

 
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox