edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Cartongesso: quali sono i pregi e i difetti

Indice

Il cartongesso è un materiale molto usato in edilizia e nel fai da te. Il
cartongesso è pratico, versatile, economico e si presta per moltissime cose:
contropareti, controsoffitti, arredi, etc. Vediamo assieme in questa guida
quali sono i pregi e i difetti del materiale da costruzione attualmente più
utilizzato nell’edilizia leggera.

cartongesso-controsoffitto-edilizia
Preparazione struttura metallica per posa lastre cartongesso per
realizzazione controsoffitto
(foto di Filippi Marco – Fonte:
https://www.flickr.com)

Cos’è il cartongesso

Il cartongesso, detto anche gesso protetto, è un interessante
materiale costituito di uno strato interno di gesso, opportunamente trattato
per renderlo meno sensibile all’umidità, rivestito su entrambe le facce e
sui bordi longitudinali di fogli di cartone ad alta resistenza allo strappo:
tali cartoni costituiscono una sorta di armatura superficiale, perfettamente
aderente all’anima di gesso, alla quale conferiscono discrete
caratteristiche di resistenza e di elasticità. E’ così
possibile ottenere lastre di spessore contenuto, di notevoli
dimensioni, leggeri, maneggevoli e sufficientemente resistenti.

Le lastre in cartongesso sono ottenute mediante processi industriali
con macchine a ciclo completamente automatizzato e sono sottoposte a
specifici controlli di qualità in stabilimento. Esse possono avere bordi
variamente sagomati in modo da consentire diversi tipi di giunzione.

Le lastre in cartongesso possono essere prodotte in vari tipi per
assolvere varie funzioni:

  • lastre di tipo normale;
  • lastre antivapore;
  • lastre antincendio;
  • lastre forate;
  • lastre impregnante;
  • lastre coibenti con polistirolo;
  • lastre accoppiate con fogli di alluminio.

Proprietà e pregi del cartongesso

Possiamo raggruppare in dieci punti i
pregi e le qualità del cartongesso ed il motivo per cui è uno dei
materiali più usati in edilizia, nelle ristrutturazioni e nelle nuove
costruzioni.

Le proprietà tipiche del cartongesso sono le seguenti:

  • Isolamento termico e conduttività
    termica
  • Potere fonoassorbente
  • Buon comportamento al fuoco
  • Idrorepellenza
  • Permeabilità al vapore
  • Resistenza agli urti
  • Facilità di lavorazione
  • Pulizia
  • Possibilità di ospitare gli
    impianti nell’intercapedine della parete
  • Leggerezza e rapidità di
    montaggio/smontaggio
controparete-cartongesso-isolamento-edilizia-ristrutturazione
Realizzazione controparete in cartongesso
(foto di Filippi Marco
– Fonte: https://www.flickr.com)

Applicazioni del cartongesso in edilizia

Il cartongesso ha rivoluzionato il mondo dell’edilizia residenziale
e commerciale direzionale, per la sua praticità e facilità d’uso, le sue
qualità estetiche e funzionali e le sue caratteristiche, i bassi costi. In
commercio esistono diverse tipologie di prodotti, lastre di vari spessori,
lastre semplici o doppie, singole o accoppiate a film di alluminio, per
interni o per ambienti esterni resistenti all’umidità, etc.

In base alle varie esigenze tecniche, estetiche e funzionali esiste il
cartongesso più adatto. In edilizia come dicevamo (sia nuova
costruzione che ristrutturazione) il cartongesso è utilizzato
principalmente per realizzare:

  1. Pareti interne con lastre di cartongesso;
  2. Contropareti interne;
  3. Controsoffitti

1) Le pareti interne con lastre in cartongesso: caratteristiche e vantaggi

Le pareti interne non hanno funzione portante ma devono essere in
grado di sorreggere elementi pensili mediante tasselli e di incorporare
sottotraccia le tubazioni degli impianti elettrici ed idraulici. Altre
funzioni, sono la capacità di isolare acusticamente e di garantire un
adeguato grado di sicurezza in caso di incendio.

Le pareti interne di più comune impiego sono raggruppabili nelle
seguenti categorie:

  • Pareti semplici, costituite da
    elementi intonacati oppure da lastre in cartongesso o pannelli sostenuti
    da una orditura
  • Pareti doppie
  • Pareti mobili
  • Pareti attrezzate.

Le pareti semplici montate su orditura metallica sono normalmente
realizzate con lastre di cartongesso. L’orditura è costituita da
guide orizzontali
, a pavimento e a soffitto, e da montanti verticali. A posa
ultimata, i giunti tra le lastre vengono rasati mediante l’applicazione di
un apposito
stucco
e di un nastro in lana di vetro. Nell’intercapedine tra le due
lastre di cartongesso possono essere inserite le canalizzazioni
degli impianti oppure uno strato coibente per migliorare l’isolamento acustico.  A seconda dell’altezza della aperte e dei livelli richiesti di
isolamento acustico e di resistenza al fuoco possiamo avere soluzioni con
due o quattro lastre dette rispettivamente a lastra semplice o a
lastra doppia.

Le pareti interne di lastre di cartongesso sono particolarmente
adatte per determinati interventi di ristrutturazione degli edifici
esistenti in virtù delle seguenti caratteristiche:

  • Sono molto leggere, se paragonate a
    quelle di mattoni e blocchi
  • Sono di rapida posa in opera e non
    richiedono l’applicazione dell’intonaco, ma solo le comuni operazioni di
    tinteggiatura
  • Sono infine facilmente demolibili,
    con minore disagio e minore produzione di macerie rispetto a quelle in
    muratura.

2) Le contropareti interne con lastre in cartongesso: caratteristiche e
vantaggi

In caso di ristrutturazioni in cui, per vari motivi, non sia possibile
applicare un isolamento termico a cappotto esterno, allora l’alternativa è
quella di realizzare una controparete interna in cartongesso.

Con le lastre di cartongesso si possono realizzare appunto
contropareti, generalmente accoppiate con pannelli di
isolamento termico
e da un foglio in alluminio che funge da
barriera al vapore. Questi pannelli vengono direttamente incollati alla parete interessata
oppure applicati mediante una struttura metallica nel caso per esempio di
edifici storici con pareti non perfettamente a piombo oppure non
perfettamente dritte.

La soluzione della controparete in cartongesso in molti casi è
molto utile però ha fondamentalmente due aspetti negativi:

  • riduce inevitabilmente lo spazio e la superficie utile calpestabile (la
    controparete con isolamento può avere uno spessore anche di 5-6 cm, nel
    caso di lastre incollate 2-3 cm);
  • non elimina i ponti termici (è sempre preferibile il
    cappotto esterno).

3) Controsoffitti con lastre in cartongesso: caratteristiche e vantaggi

I controsoffitti si distinguono in controsoffitti chiusi e aperti.
I controsoffitti chiusi hanno le seguenti funzioni:

  • Migliorare l’isolamento termico e
    acustico del solaio
  • Creare una protezione del solaio in
    caso di incendio
  • Ridurre il consumo energetico per
    il riscaldamento nei locali troppo alti.

Un particolare tipo di controsoffitto chiuso è il
controsoffitto a lastre normalmente realizzati con lastre in
cartongesso fissate a una intelaiatura di acciaio zincato, appesa
all’intradosso del solaio e fissata alle pareti perimetrali. Le
lastre di cartongesso sono sottoposte a una rasatura dei giunti
simile a quella delle pareti interne in cartongesso in modo da
creare una superficie continua.

Conclusioni

Ala luce di quanto detto finora possiamo dire che il cartongesso
praticamente non ha difetti ma solamente pregi. Da quando è stato
introdotto in ediliza ha soppiantato altri tipi di materiali per
realizzare controsoffitti o contropareti come il legno. Grazie alle sue
caratteristiche e qualità il cartongesso di fatto è uno dei materiali più
utilizzati nel mondo dell’edilizia.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox