edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Come arredare la casa in stile industrial chic

Indice

Fantasia, design e recupero sono le parole chiavi per arredare la casa in
stile industrial chic, la nuova tendenza dell’arredamento moderno. Il concetto
base è quello di mettere in evidenza quello che un tempo veniva nascosto.
Vediamo meglio cos’è lo stile industrial chic.

stile industrial
Appartamento arredato in stile industrial (foto di Pexels – Fonte:
pixabay.com)

Cos’è lo stile industrial chic

Lo stile industrial chic è uno stile di arredamento che invece di
coprire e nascondere mette in evidenza. I materiali utilizzati maggiormente da
questo stile di arredamento sono l’acciaio, il legno, il calcestruzzo e i
mattoni faccia a vista, le pareti scure e gli elementi grezzi, forme dure e lampade grandi; sono
questi i tratti distintivi di questo stile di arredamento dove tutto è
visibile. Come fa intuire il nome questo stile particolare nasce proprio dalle
fabbriche e dalle industrie del secolo scorso dove si faceva perno sulla
funzionalità

degli elementi e non sull’estetica.

Negli ultimi anni ha preso sempre più piede questo modi di
arredare gli ambienti anche per le abitazioni civili. Inizialmente però
questo stile era nato esclusivamente per arredare solamente ambienti open
space come loft o vecchi magazzini riadattati ad appartamenti. Ma con i giusti
accorgimenti e attenzioni del caso è possibile arredare qualsiasi locale
dell’abitazione con lo stile industrial. Con lo stile industrial sono
banditi tutti i principali tipi di rivestimenti come intonaco, piastrelle,
carte da parati, etc. Anche le tubature degli impianti e o i canali dell’aria
forzata spesso sono a vista: struttura e impianti non vengono nascosti.

Caratteristiche dello stile industrial chic

Come abbiamo già potuto capire lo stile industrial chic si ispira alle vecchie
fabbriche di un tempo, dall’aspetto grezzo e ruvido dove il minimalismo e i
colori tenui possono valorizzare l’arredamento del locale. Al contrario di
quanto si possa pensare, arredare una casa con lo stile industrial chic non è
affatto semplice perchè bisogna accostare sapientemente i vari materiali fra
loro con stile ed eleganza evitando di creare un ambiente troppo cupo e
accostando i vari materiali nel modo migliore possibile. Generalmente in
questi casi è bene affidarsi a un architetto d’interni o un designer per capire
la migliore disposizione e accostamento fra materiali e arredi per ricreare un
ambiente unico e suggestivo.

Recupero e riutilizzo dei materiali

Lo stile industrial chic è una delle ultime tendenze nel mondo
dell’arredamento e della ristrutturazione. Una cosa molto utile e importante
di questo stile di arredamento è proprio quella di
valorizzare il design ma anche quella di recuperare vecchi materiali e
oggetti che andrebbero buttati via.

Con lo stile industrial chic infatti è possibile riutilizzare accessori
provenienti da fabbriche in disuso in metallo, ferro o legno, oppure
utilizzare i banchi da lavoro delle officine come tavoli da pranzo, bauli
vintage possono diventare degli armadi o ancora vecchi sgabelli da bar possono
diventare un’idea per il salotto o la cucina. Anche qui in realtà si da
ampiamente spazio alla fantasia, avendo però sempre un filo conduttore che
tiene assieme il tutto.

Come arredare una casa con lo stile industrial chic

Una delle caratteristiche che contraddistinguono lo stile industrial chic è
l’attenzione e la valorizzazione dei dettagli, mettendo assieme in
maniera sapiente arredi contemporanei e dalle linee moderne complementi
d’arredo vintage. L’utilizzo dei materiali di recupero, come abbiamo visto, è
un altro punto essenziale di questo stile di arredamento; dagli arredi
vecchi recuperati al mercatino dell’usato a elementi recuperati in giro per
cantieri oppure opere d’arte come vecchie fotografie o quadri. I materiali
predominanti sono il mattone faccia a vista, il calcestruzzo a vista, il
legno, l’acciaio, etc. tutti elementi lasciati al grezzo senza rivestimenti
come intonaco o piastrelle.

Lo stile industrial chic è uno stile essenziale e funzionale che
apparentemente guarda poco all’estetica. In questo modo, recuperando mobili
usati e riciclati, oltre a fare bene all’ambiente è possibile anche avere un
notevole risparmio economico. E’ uno stile apparentemente semplice ma che in
realtà richiede un’attenta valutazione nell’accostamento di materiali e
complementi d’arredo.

 LEGGI ANCHE:

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox