edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Come fare il massetto

Indice

Con le giuste dosi ed indicazioni, un massetto in cemento non è difficile da posare, ma per realizzarlo a regola d’arte bisogna rivolgersi a un professionista.

Valuteremo in questo articolo il dosaggio del cemento, le proporzioni tra sabbia e cemento e parleremo anche della preparazione del massetto e delle tempistiche di realizzazione.

come fare il massetto

Foto di Michal Jarmoluk,  Fonte: Pixabay.com

Come fare (bene) il massetto

Per i meno esperti del settore fare un massetto in cemento potrebbe sembrare una lavorazione troppo complicata da far eseguire solo ad aziende specializzate, in realtà non è proprio così.

Se si hanno le giuste accortezze, voglia di fare e pazienza avete tutto quello che serve per realizzare un buon massetto. Ovviamente molto dipende dalle quantità da eseguire, infatti per grandi quantità potrebbe convenire affidarsi ad aziende del settore, ma se si tratta di pochi metri quadri si può assolutamente valutare di occuparsene autonomamente.

I materiali e gli strumenti per fare il massetto

Occorrono i seguenti materiali (poi vedremo bene le dosi).

  • cemento;
  • sabbia;
  • ghiaia;
  • fogli di rete elettrosaldata (del diametro e maglia da valutare in base alla tipologia di intervento che si sta realizzando).

Gli attrezzi da avere a disposizione saranno invece:

betoniera-per-massetto
CM120 Betoniera Maberg 120L 650W 230V 
impastatrice elettrica cemento 
 
betoniera-da-massetto
al prezzo di 180,93€
 
 

A cosa bisogna prestare attenzione

Per eseguire correttamente un massetto bisogna prima capire qual è lo scopo e quali sono le funzioni che deve svolgere.
 
Esso infatti è un elemento cementizio che poggia direttamente sul solaio di spessore solitamente compreso tra i 10-15 cm necessario per livellare il pavimento e separarlo dal solaio. Solitamente qui vengono inglobate le tubazioni che costituiscono l’impianto termico, l’impianto elettrico e l’impianto idraulico e di scarico.
 
Essendo la base del pavimento, è importante che risulti complanare in quanto qualsiasi salto di quota o pendenza si ripercuoterebbe nel pavimento con possibili problematiche legate alla presenza di fastidiosi gradini.
 
Eventuali pendenze creeranno problemi durante il posizionamento degli arredi lunghi come per esempio armadi o tavoli.
 

Come si realizza

Per fare il massetto in cemento bisognerà dosare correttamente i materiali che dovranno essere sufficienti a riempire lo spazio in cui il massetto andrà gettato.
 
Di seguito vi indichiamo le giuste proporzioni per ottenere un volume totale di impasto di 66-67lt circa:
  • un sacco di ­cemento da 25kg
  • acqua 9lt
  • sabbia lavata 0-12: 85kg circa, corrispondenti ad un volume apparente di circa 52lt di sabbia umida
  • ghiaietto 11-22: 34kg circa, corrispondenti ad un volume apparente di circa 21lt.
 
Procurati gli elementi nelle quantità necessarie bisognerà per prima cosa battere i livelli e segnare con una matita nelle pareti la linea di quota da rispettare con il getto.
 
Fatto ciò, vi consigliamo di creare un perimetro lungo le pareti con l’utilizzo di alcune tavole in legno. Le tavole faranno da contenitore e impediranno al massetto di aderire alle pareti e una volta che saranno tolte, a massetto terminato, permetteranno lo “scorrimento” dell’elemento edilizio.
 

Vediamo ora le modalità di realizzazione dell’impasto:

  1. Inserire nella betoniera in rotazione metà acqua di impasto;
  2. Aggiungere la sabbia nella proporzione di cui sopra;
  3. Aggiungere il cemento;
  4. Inserire la ghiaia;
  5. Inserire l’altra metà di acqua fino al raggiungimento del grado di lavorabilità desiderato.
 

Fasi di preparazione del massetto, getto e ultimazione

Prima di gettare a terra l’impasto terminato, è consigliabile bagnare il sottofondo, in maniera che non venga immediatamente assorbita l’acqua del massetto. Questo piccolo accorgimento eviterà la fessurazione del massetto una volta terminato.
 
Ultimata la bagnatura del sottofondo si potrà svuotare la betoniera mettendo in opera il materiale prodotto.
 
Durante questa fase andrà introdotti nel massetto i fogli di rete, meglio se in doppia maglia, l’importante è che la rete risulti posata a circa mezza altezza dal fondo così da rinforzare adeguatamente il massetto ed evitare fessurazioni nella fase di maturazione.
 
Per assicurarsi che la rete non affondi totalmente si potrà mettere come base della ghiaia grossa o in alternativa dei mattoni pieni o meglio ancora dei distanziatori.
 
Al raggiungimento della quota stabilita, con la staggia si provvederà alla lisciatura finale del massetto in modo da non creare imperfezioni.
come-preparare-il-massetto
TECHWORK miscelatore elettrico 2050 W 
doppia frusta professionale impastatore 
 
scopri su amazon
 al prezzo di 149€
 

Tempistiche di asciugatura e maturazione

Il massetto è un elemento molto delicato e che necessita di parecchio tempo per maturare. Mediamente per un massetto realizzato con metodo “fai da te” sarà bene attendere almeno 25 giorni prima di procedere con la posa del pavimento. Attenzione a non aver fretta nell’eseguire i successivi lavori in quanto una posa del pavimento troppo ravvicinata al getto del massetto potrebbe causare dei seri danni al pavimento.

Nei giorni successivi al getto è consigliabile arieggiare bene gli ambienti in modo tale da togliere l’umidità e permettere una corretta asciugatura.
 
Quando non è possibile arieggiare gli ambienti si consiglia per i primi giorni l’utilizzo di un deumidificatore da spostare nelle varie stanze in modo che elimini l’umidità presente.
 
E se il massetto presenta delle crepe? Ecco come risolvere il problema.
 
Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox