edilizia-in-un-click logo

Portale edilizia

Indice

Come installare un condizionatore

Indice

Come installare un condizionatore

Per difendersi dal caldo è ottenere il massimo rendimento in termini economici è meglio installare un condizionatore nei mesi primaverili prima che arrivi l’estate. Vediamo in questo articolo come installare un condizionatore in casa, come si fa e quali sono i costi.

condizionatore-facciata edificio-architettura
Facciata edificio in Cina ricoperto di unità esterne condizionatore (foto di skowalewski – Fonte: https://pixabay.com)

Oggi con le stagioni sballate e il caldo umido a volte insopportabile che c’è nelle nostre città d’estate per difenderci dal caldo l’unica soluzione veramente efficace è quella di installare un condizionatore. Per risparmiare è sempre meglio acquistare un condizionatore in primavera perima del boom e dell’arrivo del caldo quanto i prezzi di acquisto e montaggio aumenteranno sicuramente. Altro motivo è quello di arrivare preparati perchè durante il periodo estivo gli operatori che installano o fanno manutenzione di condizionatori sono oberati di lavoro e il rischio è che oltre a pagare di più potete aspettare molto tempo prima che ve lo montino. Per l’istallazione del condizionatore deve essere fatta da un tecnico specializzato che dovrà fare i collegamenti elettrici, posizionare i tubi della condensa, posizionare l’unità esterna e gli split interni e alla fine dovrà rilasciarci il libretto dell’impianto.

Cosa sono i condizionatori

I condizionatori ormai sono di uso comune e servono sia per rinfrescare d’estate ma hanno anche la funzione di togliere l’umidità e di riscaldare. Oggi in commercio ci sono modelli relativamente economici di vari tipi, silenziosi, in classe energetica A+ e di design accattivante. In ogni caso il condizionatore va scelto in base alla grandezza dell’ambiente e si può decidere di installare un impianto monosplit o multisplit. Il condizionatore infatti è formato da due elementi principali: l’unità esterna che pesca l’aria esterna e butta fuori calore, e l’unità interna (split) posizionato all’interno dell’appartamento. Una unità esterna può avere anche due split collegati.

Come installare un condizionatore: unità esterna e interna

Il condizionatore deve essere sempre installato da una ditta e da un tecnico specializzato che esegue i lavori a regola d’arte e che alla fine ci rilascia il libretto dell’impianto che chi servirà per la manutenzione e i vari controlli. In alcuni casi in cui acquistiamo una casa nuova e ci sia già la predisposizione dell’impianto allora potremmo anche installare da soli il condizionatore: acquistiamo il condizionatore (unità interna ed esterna) e poi li colleghiamo. Quando un impianto è già predisposto vuol dire che sono già state fatte le opere murarie per passare i fili elettrici e i tubi della condensa in modo che basta solamente collegare l’unità esterna ed interna e il gioco è fatto. In ogni caso però anche se avete già la pre-disposizione dell’impianto il collegamento è sempre meglio farlo fare da un tecnico specializzato.

Per installare un condizionatore la prima cosa da fare è collocare l’unità esterna che potrebbe essere posizionata a terra (per esempio in terrazzo) oppure appesa al muro esterno della casa con delle mensole in posizione perfettamente orizzontale e lasciando almeno 15-20 cm di aria su ogni lato specialmente dietro nella parte a contatto con la parete, per evitare che altri oggetti vadano in contatto e possano toccare le ventole, per permettere un migliore funzionamento dell’unità esterna e  per garantire facile accesso all’unità in caso di manutenzione o riparazione.

Una volta posizionata l’unità esterna, bisogna fare il passaggio delle tubazioni per lo scarico della condensa con tubi corrugati e l’alimentazione elettrica che vanno isolati a norma di legge. Il condizionatore funziona infatti con l’energia elettrica e per raffrescare l’ara toglie l’umidità e la condensa e la espelle. 
condizionatore-unità trattamento aria
Unità trattamento aria su un edificio industriale (foto di hpgruesen – Fonte: https://pixabay.com)

Fatte queste operazioni bisognerà collocare l’unità interna, cioè gli split, che sono quelli che buttano fuori l’aria cada o fredda. In caso l’impianto è già pre-installato anche la posizione degli split è già decisa a priori se invece dobbiamo installare un condizionatore da zero possiamo decidere dove collocare gli split: in genere vanno posizionati sopra le porte e comunque in posizione alta in modo che possa raffrescare o riscaldare facilmente tutta la stanza; altra cosa è bene che tra unità esterna e split interno con ci sia una distanza maggiore di 15 metri. In base alla grandezza dell’appartamento o del locale si può scegliere la potenza più adeguata del condizionatore ma generalmente per appartamenti medi fino ai 90-100 mq si installano condizionatori con una unità esterna e due split interni, uno per la zona notte e uno per la zona giorno per avere la massima flessibilità: finchè è acceso uno è spento l’altro e viceversa oppure possono essere accesi entrambi. Oggi poi esistono moltissime marche e modelli di condizionatori alcuni anche molto belli e dal design estremamente accattivante; di fatto il condizionatore fa parte integrante dell’arredamento.

Manutenzione

Il condizionatore, un po come la caldaia necessita di costante manutenzione e periodici controlli per garantirne la massima efficienza e controllo. Anche per il condizionatore esiste un libretto dell’impianto dove c’è il codice chiave e dove vengono annotate le manutenzioni o sostituzioni. Per un controllo più accurato soprattutto per quanto riguarda l’unità esterna oppure se sentite rumori strani è bene chiamare un tecnico per fare la manutenzione. Se invece vedete che fa poco freddo allora potrebbe essere finito il liquido refrigerante e allora anche in questo caso bisogna chiamare il tecnico per riempire il liquido. Una cosa invece che bisognerebbe fare è quella di sostituire ogni anno, prima dell’inizio della stagione estiva, i filtri all’interno dello split per garantire una qualità dell’aria migliore in casa. Spesso infatti i filtri accumulano polvere e batteri e accendendo il condizionatore si diffondono nella stanza provocando anche allergie.

condizionatore-split-unità interna
Unità interna split condizionatore (foto di Cape Cod Heat Pumps – Fonte: https://www.flickr.com)

Quanto costa installare un condizionatore?

Dire quanto costa installare un condizionatore non è semplice perchè il costo può variare molto in base alla zona dove abitiamo, alla ditta installatrice, al periodo in cui lo installiamo (se lo installiamo in piena estate costerà certamente di più) se è già presente la predisposizone oppure no (se non c’è la predisposizione costerà di più per la necessità di realizzare opere murarie), la marca e il modello di condizionatore oltre che la potenza e se è monosplit oppure multisplit. Il consiglio è di acquistare un condizionatore in primavera o in inverno e sfruttare gli sconti quando escono. Ricordate che è possibile usufruire degli incentivi statali.
C’è una possibilità che ti permette di risparmiare notevolmente per installare un condizionatore è quella di acquistare i kit di installazione studiati appositamente per i non addetti ai lavori, che ti permette di installare un condizionatore “fai da te” seguendo le istruzioni presenti nel kit e senza la necessità quindi di chiamare una ditta installatrice.

Condividi l'articolo:
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Puoi lasciare un tuo commentox